Cerca

Eccellenza

Entra e sbriga la pratica: il bomber fa esultare la Castanese

I neroverdi controllano senza capitalizzare fino all'ingresso del loro attaccante, che mette nero su bianco l'accesso al turno successivo

Castanese Eccellenza

Gioia neroverde: la Castanese esulta negli spogliatoi dopo aver brillantemente superato la Pro Gorizia

Nessuna sorpresa allo stadio “Annibale Sacchi”, la Castanese supera la Pro Gorizia con un colpo di testa di bomber Gibellini ed accede al turno successivo, dove incontrerà il Prevalle (oggi vincente sull’Offanenghese). È il trionfo della solidità, resa possibile dall'interpretazione bilanciata del 4-3-3 di Garavaglia, organizzato e in alcuni frangenti bello da vedere, per effetto di una certa interscambiabilità di alcuni interpreti. Ababio è ben incastonato fra le mezzali Greco e Orlandi, a loro volta aiutate dalla prudenza tattica di Colombo. Sulle ripartenze in campo aperto invece duettano a gran velocità i temibilissimi Milani e Urso, comunque sempre ben accompagnati e sostenuti dai tre mediani e dai terzini Boccadamo e Foglio. I Friulani, dopo esser caduti in casa in occasione della gara d'andata di una settimana fa, non compiono impresa alcuna; la loro manovra dà l'idea di essere arrendevole, scarica ed eccessivamente basata su verticalizzazioni spesso frettolose e di facile lettura per i neroverdi, più compatti e determinati. Qualche assolo di Kichi non basta per mettere paura a Buono, oggi spettatore non pagante. 

NEROVERDI IN CONTROLLO

Dopo il tris di sette giorni fa, per altro calato in terra friulana, la Castanese non ammette cali di tensione. I padroni di casa azzannano da subito la partita con ferocia, andando vicini alla rete del vantaggio per due volte nei primi dieci minuti.; in entrambi i casi manca solo la zampata decisiva: Colombo e Milani arrivano in leggerissimo ritardo all’appuntamento. La Pro Gorizia di contro risulta appannata in fase offensiva e sfilacciata in quella difensiva, quasi come se la tripletta recentemente subita da Milani non avesse insegnato nulla. Emblematica a tal proposito qualche prateria lasciata a disposizione del magico numero 11, che in chiusura di prima frazione trova tempi e spazi per ritagliarsi una doppia occasione: Buso vigila la porta con grande attenzione, manifestando piena sicurezza prima con un’ottima presa e poi con un’uscita perfetta sui piedi del rapidissimo attaccante. Gli interventi dell’estremo difensore se non altro sono utili per blindare il risultato sullo 0-0 fino al riposo.

GIBELLINI LA METTE IN GHIACCIO

La ripresa inizia con lo stesso tema dei primi 45 minuti. Non a caso Orlandi impiega pochissimo a calciare dalla media distanza, ma la sua violenta conclusione non inquadra lo specchio per centimetri. Si aggiunge alla lista dei pretendenti al gol Boccadamo, non prima di una fuga da centometrista sulla destra: Buso è provvidenziale sul terzino e devia in corner. L’inerzia e i ritmi della partita sorridono ai neroverdi, che però dovrebbero concretizzare meglio le occasioni. Per questo motivo Garavaglia fa alzare dalla panchina bomber Gibellini. Detto, fatto: il numero 18 ci mette quattro minuti a sbloccare il punteggio, beneficiando di un corner ben battuto da Foglio. La reazione ospite prende le sembianze di un destro di Kichi, comunque murato dalla retroguardia di casa. Una volta compiuto il proprio dovere difensivo, Persiani riesce anche a rendersi pericoloso con un colpo di testa da pochi passi, tuttavia senza troppa fortuna. Stesso problema, si fa per dire, anche per il subentrato Barbaglia, che a un giro di lancetta dal recupero sfiora l’incrocio dei pali sfoderando uno stupendo sinistro a giro. Termina così 1-0 la disputa, la Castanese può continuare a sognare in grande.

IL TABELLINO

CASTANESE-PRO GORIZIA 1-0
RETE:
20' st Gibellini (C).
CASTANESE (4-3-3):
Buono 6, Boccadamo 7 (34' st Barbaglia sv), Foglio 6.5, Ababio 7.5, Sorrentino 6.5, Persiani M. 6.5, Greco 6.5, Orlandi 6.5, Colombo 6 (16' st Gibellini 7), Urso 6, Milani 6.5 (24' st Gheller 6). A disp. Di Lernia, Augliera, Capocchiano, De Dionigi, Nebuloni. All. Garavaglia 7.
PRO GORIZIA (4-3-1-2):
Buso 6.5, Duca 6, Raugna 6 (44' st Forchiassin sv), Bradaschia 5.5, Piscopo 6 (44' st Mosetti sv), Cesselon 5.5, Kichi N'da 6, Aldrigo 6 (43' Dimroci 5.5), Grion Elia 5.5, Grion Jacopo 6, Morandini 5.5 (29' st Ranocchi sv). A disp. Coceano, Plenizio, Delutti, Catania. All. Franti 5.5.
ARBITRO:
Leorsini di Terni  7.
ASSISTENTI:
Cardinali e Ottobretti.
AMMONITI:
Gheller (C), Ababio (C).

LE PAGELLE

CASTANESE
Buono 6
Vive una domenica più che tranquilla: interviene solo in occasione di qualche uscita.
Boccadamo 7 Sfreccia sulla destra con velocità e sapienza tattica; a inizio ripresa sfiora addirittura il gol (34' st Barbaglia sv).
Foglio 6.5 Il capitano gestisce al meglio la fascia sinistra e si concede il lusso di un prezioso assist.
Ababio 7.5 Cuce la fase difensiva con quella offensiva con grande maestria, intercettando e smistando un'ingente quantità di palloni apparentemente senza padrone. Alta sartoria.
Sorrentino 6.5 Offre una costante copertura al suo omologo e non perde un singolo duello. Insuperabile.
Persiani M. 6.5 Fa buona guardia nella sua zona con determinazione e consapevolezza; il 2-0 sfiorato ne mette in luce anche le qualità offensive.
Greco 6.5 Le sue sortite offensive portano sempre a qualcosa di buono per i neroverdi. 
Orlandi 6.5 Detta legge danzando a centrocampo con inventiva e sostanza; le sue incursioni sono un bel problema per la retroguardia avversaria.
Colombo 6 Offre equilibrio al centrocampo infoltendolo con saggi posizionamenti; sotto porta è meno lucido.
16' st Gibellini 7 Il trascinatore della Castanese non delude neanche stavolta: quando Garavaglia si stanca dello scarso cinismo dei titolari lo chiama in causa. Lui entra e sbriga la pratica in quattro minuti. 
Urso 6 Ondeggia in ripartenza ed assiste le sfuriate di Milani; in alcuni frangenti manca di precisione, ma è assolutamente sufficiente.
Milani 6.5 Dopo la tripletta di sette giorni fa, le previsioni lasciavano immaginare una pioggia di gol anche oggi: l'11 ha sì spaventato la Pro, ma ha preferito contenersi e preservare i suoi colpi per il turno successivo.
24' st Gheller 6. Il suo ingresso conferisce un'ulteriore dose di ordine e quantità al centrocampo neroverde.
All. Garavaglia 7. Se la Castanese gira con il pilota automatico il merito è suo; l'accesso al turno successivo non è mai stato realmente in discussione.


PRO GORIZIA
Buso 6.5 Fra i migliori dei suoi, tiene lo 0-0 fino al 65'; in particolare è spettacolare la sua uscita sui piedi di Milani verso la fine primo tempo. 
Duca 6 Preme sulla destra, ma senza troppa convinzione; comunque sufficiente. 
Raugna 6 Spesso si ritrova in difficoltà, perché la Castanese preme molto dalla sua parte; lui stringe i denti e riesce a non crollare mai. Stoico ed esperto (44' st Forchiassin sv).
Bradaschia 5.5 Si colloca spesso alle spalle delle punte, ma raramente riesce a rifornirle.
Piscopo 6 I clienti neroverdi sono difficili, ma lui se ne fa una ragione e si guadagna la pagella (44' st Mosetti sv).
Cesselon 5.5 Qualche disattenzione presta il fianco alla velocità degli attaccanti della Castanese, per fortuna senza conseguenze. 
Kichi N'da 6 Quando riceve palla dà sempre l'impressione di poter essere pericoloso. I problemi però sono due: un po' non viene trovato abbastanza a causa della compattezza difensiva di casa, un po' è troppo individualista nelle scelte. Ha il merito di provarci fino alla fine. 
Aldrigo 6 Il suo primo tempo è abbastanza ordinato nonostante il predominio della Castanese; esce prima del tempo per un infortunio.
43' Dimroci 5.5 Tenta di infoltire la propria mediana e di dare al contempo sostegno agli attaccanti, ma il suo apporto sbatte contro la consapevolezza dei neroverdi.
Grion Elia 5.5 La sua tecnica è nota, ma non punge mai alla retroguardia disposta dinnanzi a Buono. 
Grion Jacopo 6 La sua qualità era mancata all'andata; oggi se ne è vista traccia, ma era troppo tardi.
Morandini 5.5 Cerca di galleggiare nel mare magnum del centrocampo con grande generosità e caparbietà, tuttavia non lascia l'impronta sperata su un match mai stato in bilico. (29' st Ranocchi sv).
All. Franti 5.5. Verticalizzare tanto e con frenesia si è rivelato un boomerang, ma c'è un'attenuante da ricercare anche nei meriti dell'avversario. 


ARBITRO
Leorsini di Terni  7 
La partita parte tranquilla e tale rimane. Non si segnalano errori rilevanti, tiene le redini della gara senza difficoltà.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400