Cerca

Eccellenza

Ancora insieme: il capitano pronto a proseguire la sua storia d'amore

Dopo la coppa alzata a inizio anno l'obiettivo è provare a confermarsi e alzare l'asticella: «Dobbiamo rimanere umili»

Se Queda! Il capitano pronto a proseguire la sua storia d'amore

Carmine Esposito con la Coppa Eccellenza vinta il 6 gennaio contro il Borgaro: la sua carriera con i langaroli prosegue

Le grandi imprese passano da calciatori forti e uomini forti. L'Alba Calcio lo sa e il primo passo verso una stagione possibilmente da protagonisti in Eccellenza è la conferma a capitan Carmine Esposito: lui che ha sposato la causa dei langaroli (quando ancora si chiamavano Corneliano Roero) due stagioni fa il difensore centrale classe 1993 si prepara ad iniziare la terza stagione in biancocrociato. I numeri parlano per lui: tra i primi per presenze nella rosa di Salvatore Telesca (29 apparizioni su 32), 2597 minuti giocati in totale e una media voto di 6.3, numeri invidiabili per un difensore della categoria. Una piacevole conferma per la società di Gianni De Bellis, che potrà costruire le proprie prossime fortune non solo sui confermati Erbini, Coppola e Cena, ma anche sul Cap.

LE PAROLE DI ESPOSITO

Dopo una stagione così, risultati eccellenti e un ottimo rendimento individuale la conferma è stata semplice: lo stesso Carmine, con fierezza, racconta l'incontro con De Bellis della mattinata dell'8 giugno. «Ci abbiamo messo meno di un minuto a trovare l'accordo - spiega Esposito - Non nego di aver pensato alla possibilità di avvicinarmi a casa (Carmine abita e lavora a Torino, ndr), ma dopo che una società ti tratta così bene, ottieni risultati e oggettivamente ti trovi bene nell'ambiente come puoi andare via? Siamo arrivati secondi nel mini torneo di aprile-giugno 2021, adesso un quarto posto e una coppa Eccellenza vinta: abbiamo dimostrato di poter fare bene, in una società che non ti fa mai mancare nulla».

Sulla fatidica domanda del pre-season, quella dell'"alzare l'asticella", Esposito sa dove l'Alba deve rimanere concentrata: «Questa è stata la miglior stagione dell'Alba Calcio/Corneliano Roero, ma comunque dobbiamo provare a migliorarci sempre. Sarà più complicato perché adesso le avversarie ci conoscono di più e non arriviamo chi da un lungo stop chi da un campionato giocato, quindi il livello di partenza sarà più omogeneo. Sono contento perché prima di me ci sono state tante conferme e il passaggio fondamentale è la conferma di buona parte del gruppo dello scorso anno. So bene che il Direttore Sportivo Roberto Zunino e Christian Sobrero lavoreranno al meglio per rafforzare questa squadra, a quel punto l'Alba deve puntare ai playoff come quest'anno».

Migliorare non è mai facile, soprattutto se arrivi da un quarto posto e da un titolo vinto, ma il trucco secondo Carmine è uno solo: «Dobbiamo rimanere umili. Telesca ce lo ripete di continuo ed è uno dei suoi punti di forza maggiori, trasmesso poi a tutto il collettivo. La squadra è già solida e come detto prima dobbiamo passare prima dalla conferma di buona parte di questo gruppo. Poi secondo me sarà importante avere maggiori alternative durante la stagione, perché in alcuni punti dell'anno abbiamo faticato o eravamo troppo con la coperta corta, ma anche qua sono sicuro che il Presidente De Bellis, Zunino e Chri Sobrero lavoreranno sodo per migliorare anche quest'aspetto. Poi Telesca è uno che non si accontenta mai, così come tutti noi vogliamo scrivere altre belle pagine della storia dell'Alba».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400