Cerca

News

L'Eccellenza torna a 54 squadre: più rilevanza ai playoff di Promozione

Il piano è arrivare a 52 club nel 2023-2024, quattro slot in più rispetto al programma presentato l'anno scorso

Carlo Tavecchio CRL

Carlo Tavecchio, Presidente del Comitato Regionale Lombardia

Prima l'ipotesi di un quarto girone, poi il dichiarato scopo di «passare a 51 squadre nella stagione 2022/2023 perché si è valutato l'obiettivo finale di 48 formazioni per ripristinare il girone da 16 entro due anni, evitando un eccesso di retrocessioni e un impoverimento dei playoff di Promozione» (CLICCA QUI per recuperare la conferenza del 5 luglio 2021) e adesso la sorpresa: l'anno prossimo l'Eccellenza sarà a 54 squadre. Un ritorno al numero di partecipanti della stagione 2020-2021, quando il campionato fu subito interrotto dalla pandemia, deliberato dal Comitato Regionale Lombardia per «rendere il sistema delle “Promozioni” e “Retrocessioni” stabile nel tempo e coerente anche con la disputa delle gare di Play Off quale concreta possibilità di promozione alla Categoria superiore da parte delle società che disputeranno l’ultimo turno dell’appendice di Campionato», come riportato nell'ultima nota ufficiale.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO

Numeri alla mano, però, con 3 club promossi in Serie D (Varesina, Sant'Angelo e Lumezzane, vincitrici dei rispettivi gironi), 10 retrocessi per via diretta o tramite playout (Settimo Milanese, Rhodense, Base 96, Mariano, Castelleone, Speranza Agrate, Sancolombano, Governolese, Pro Palazzolo e Orceana), 6 promossi dalla Promozione (Solbiatese, Muggiò, Pradalunghese, Ospitaletto, Soresinese e Magenta) e 4 retrocessi dalla D (AC Leon, Vis Nova, Brianza Olginatese e Caravaggio), il totale di squadre d'Eccellenza passerebbe dai 50 di questa stagione alle 47 per il prossimo campionato. Escludendo anche la Castanese, vincitrice dei playoff per salire in Serie D, e aggiungendo Tritium, retrocessa dal girone emiliano ma pur sempre lombarda, e Soncinese, conquistatrice della Coppa Lombardia di Promo, il quorum salirebbe a 48, lasciando così spazio per altri 3 slot riempibili pescando proprio dai playoff della categoria sottostante l'Eccellenza. Così, però, non sarà, e la decisione di riportare il numero di partecipanti a 54 società apre almeno a 6 ripescaggi, tralasciando eventuali mancate iscrizioni di chi ha partecipato al campionato 2021-2022. Praticamente certe del salto di categoria sono dunque le protagoniste dell'ultimo turno dei playoff di Promozione: Rezzato (vincintrice del triangolare), AltaBrianza e San Pellegrino. Per arrivare a completamento del nuovo organico di 54 squadre, però, potrebbero avere una chance anche le squadre eliminate al terzo turno, ovvero Club Milanese, Virtus Binasco e Castello Cantù. Ripescaggi che a cascata potrebbero influire sull'organico della Promozione, sicura però di restare nel formato di 6 gironi da 16 squadre, come confermato sempre nell'ultimo comunicato del CRL.

IL FUTURO

Il cambio dei piani del Comitato riguardo alla stagione 2022-2023 ha delle ripercussioni certe sulla stagione successiva, quella che avrebbe dovuto segnare il ritorno a 3 gironi da 16 squadre. Il prossimo campionato di Eccellenza sarà infatti caratterizzato, per ogni girone, da una promozione in Serie D e 4 retrocessioni in Promozione. A queste si aggiungono però le squadre scese dalla D (almeno 4), le 6 promosse direttamente dalla categoria sottostante e 3 club provenienti dai playoff di Promo, per un totale di 52 società che affronteranno l'Eccellenza 2023-2024. Un calcolo quest'ultimo che permetterà alle squadre arrivate in fondo alla post season di Promozione di ambire al salto di categoria, ma che fa svanire l'idea dell'anno scorso di snellire gli organici.

Clicca l'immagine per leggere il comunicato del CRL

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400