Cerca

Eccellenza Femminile

Ha portato in alto la Pro Sesto, ora riparte dall'Eccellenza del rinato Lesmo

In tre anni ha scalato dalla Promozione alla Serie B. Colpo grosso in panchina per la società del presidente Coccimiglio

Ha portato in alto la Pro Sesto, ora riparte dall'Eccellenza del rinato Lesmo

Andrea Ruggeri, nuovo tecnico dell'FC Lesmo

QUESTO ARTICOLO È PREMIUM. PER LEGGERLO DEVI AVERE UN ABBONAMENTO ATTIVO. IN ALTERNATIVA LO TROVI SUL GIORNALE (QUI L'EDICOLA DIGITALE)

É pronta a ripartire dalle ceneri l’oramai ex Football Leon, che ritrova la sua vecchia denominazione FC Lesmo. Il nuovo corso della famiglia Coccimiglio è novità importante, specie per quanto riguarda la sfera femminile, che dopo il quarto posto di prestigio, se si considera la portata delle formazioni avversarie, punta a confermarsi e ad alzare ulteriormente l’asticella nel tentativo di dar sempre più lustro alla formazione che anche nella prossima stagione militerà nel campionato di Eccellenza.

La responsabile Angela Biella, da anni al timone delle scelte tecniche della rosa, è stata in grado di allestire e portare delle novità di grande rilevanza, segno di come gli obiettivi siano da subito quelli di stupire e perché no, tentare di migliorare il risultato ottenuto nella passata stagione. La prima, riguarda la panchina: dopo il triennio con Stefano Cincotta la panchina è pronta ad accogliere un’altro pezzo pregiato con l’arrivo da Sesto di Andrea Ruggeri. L’artefice della meravigliosa cavalcata che ha portato la Pro Sesto in sole tre stagioni dalla Promozione alla Serie B, torna in carica dopo la pausa di questa ultima fase di stagione, abbracciando appieno il progetto lesmese. Progetto che, come certificano le sue parole, lo affascina parecchio:



«Quando ho ricevuto la chiamata dal Presidente Coccimiglio sono rimasto da subito incuriosito dalla sua proposta e da questa realtà. La prima cosa che mi è stata detta è che avrei trovato un gruppo di gran cuore, fatto di persone che lavorano con gran dedizione e amore. Tutte caratteristiche che ho effettivamente ritrovato nelle occasioni in cui ho potuto osservare da fuori allenamenti e partite di queste ragazze. La decisione di accettare questa proposta è arrivata proprio in occasione dell’ultimo match dello scorso campionato dove, nonostante la classifica fosse già definita, ho visto delle giocatrici impegnate e dedite a dare tutto per onorare al meglio il campionato. Sono qualità importanti e che non si ritrovano spesso: ho provato da fuori delle ottime sensazioni e da qui la decisione di accettare la proposta del Presidente, per un progetto sicuramente affascinante»
.
Un nome che di sicuro aumenta la curiosità su una realtà che anno dopo anno è riuscita a creare un progetto che ha portato negli anni a risultati importanti.



Con lui una rosa riconfermata in blocco, con alcune novità in termini di mercato ancora in via di sviluppo per innesti mirati e di livello per puntare a raggiungere l’obiettivo societario. «La società mi ha chiesto di migliorare il risultato della passata stagione - così continua lo stesso Ruggeri -. Per fare questo servirà il giusto impegno da parte di tutti, lavorando al meglio in settimana e iniziare a pensare partita dopo partita. Solo così, ragionando domenica per domenica, saremo in grado di raggiungere l’obiettivo di migliorare quanto fatto fino ad ora».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400