Cerca

Coppa Eccellenza

Fuochi d'artificio alla prima stagionale: Di Bari annulla il vantaggio firmato da Masante e Chiappino

Il Venaria viene fermato dall'Alpignano con un pirotecnico 2-2, anche Lanzafame a segno

COPPA ECCELLENZA VENARIA ALPIGNANO MATTEO LANZAFAME E MARCO DI BARI

COPPA ECCELLENZA VENARIA ALPIGNANO: Matteo Lanzafame e Marco Di Bari, autori dei due arancioverdi

Pareggio pirotecnico alla prima stagionale per Venaria e Alpignano. Il 2-2, ricco di emozioni da una parte e dall'altra, lascia aperto ogni possibile scenario per la sfida di ritorno che si disputerà domenica 4 settembre. Gli arancioverdi si portano in vantaggio al 19' del primo tempo grazie ad una bella azione condotta da Di Bari e finalizzata da Lanzafame, autore di un ottimo inserimento in area di rigore. Gli ospiti ribaltano però la partita nel giro di soli ventisei minuti: Masante, ex Chieri, trova il gol del pareggio grazie ad uno straordinario assist di Viano; Chiappino completa la rimonta dopo un errore a centrocampo di Parente. Le due squadre ritornano in campo con un ritmo più basso a causa dell'elevato caldo e della stanchezza fisica ma il Venaria riesce comunque a trovare la via del 2-2 con Di Bari: il centravanti realizza il rigore da lui stesso procurato e pone il risultato sul pareggio. A fine partita Taraschi non trova il gol in tre occasioni e la sfida termina così senza altri gol. Tutto rimandato alla prossima settimana.

Alpignano Alpignano Alpignano

CHIAPPINO LA RIBALTA

Il ritmo di gioco è alto fin dai minuti iniziali nonostante il gran caldo. La prima vera occasione arriva al 4’ quando Filoni compie una bella progressione sulla fascia sinistra fornendo una bella palla al centro per Di Bari il quale calcia incredibilmente alto sopra la traversa. Allo stesso centravanti viene poi negata la gioia del gol al 12’: questa volta è Vasario a rendersi protagonista di una cavalcata sulla corsia mancina per poi crossare per il suo numero 9, Irimia si immola respingendo con il proprio corpo la conclusione avversaria. Tre minuti dopo avviene un episodio molto dubbio nell’area di rigore dell’Alpignano: Di Fiore spinge in maniera evidente Piotto ma il direttore di gara non concede il tiro dagli undici metri. Il Venaria si è ormai impossessato del pallino del gioco ma gli ospiti si affacciano diverse volte nella metà campo avversario venendo però spesso intercettati dalla difesa arancioverde. Il risultato si sblocca al 19’: Di Bari parte in contropiede e, dalla fascia destra, fornisce un bel pallone a Lanzafame il quale, inseritosi molto bene in area, insacca la rete nonostante la deviazione di Dinaro. La prima vera occasione degna di nota dell’Alpignano arriva al 22’ quando Chiappino prova la conclusione approfittando della posizione fuori dai pali di Celozzi ma non inquadra lo specchio della porta. Dopo cinque minuti Rulli conquista una punizione da una posizione poco distante dal limite dell’area di rigore, Di Fiore si incarica della battuta e colpisce in pieno la barriera. L’Alpignano continua a premere in avanti e trova il pareggio al 36’: Viano crossa in mezzo, Rulli fa velo e Masante realizza l’1-1 con un tiro a botta sicura. A fine primo tempo gli ospiti hanno nuovamente l’occasione per far male da un calcio di punizione ma la difesa arancionera spazza bene. Nell’azione successiva ecco il colpo di scena: Parente perde palla a centrocampo, Chiappino se ne impossessa e porta in vantaggio l’Alpignano con un bel tiro con cui sorprende Celozzi. Termina così il primo tempo con il risultato fermo sull’1-2.

DI BARI, L'UOMO DELLA PROVVIDENZA

La ripresa incomincia con una novità tattica per quanto riguarda il Venaria: dal 4-2-3-1 si passa al 4-3-3 complice l’ingresso in campo di Rossi al posto di Filoni e l’abbassamento a centrocampo di Piotto. Al 7’ l’Alpignano va nuovamente vicino al gol quando Masante, approfittando di un cross dalla destra, calcia trovando però un reattivo Celozzi il quale si riscatta così dal secondo gol preso. Nell’azione immediatamente successiva Di Bari si conquista un rigore dopo una spinta di Di Fiore: proprio lui si presenta sul dischetto e trova il pareggio spiazzando Dinaro. La partita è ora molto equilibrata in quanto le due compagini si alternano nella fase offensiva nel tentativo di trovare il varco giusto per portarsi in vantaggio. Le occasioni sono comunque calate rispetto al primo tempo, probabilmente a causa della stanchezza fisica che porta ad avere meno precisione sotto porta. Al 21’ il Venaria si conquista una punizione centrale ma Taraschi non centra la porta. Trascorsi cinque minuti, gli ospiti vanno vicini al vantaggio con un bel colpo di testa del neo entrato Pacchiardo: la palla sfiora il palo destra della porta. Benassi si guadagna poi l’ennesima punizione, questa volta al limite all’area di rigore: Rulli effettua un bel tiro rasoterra ma Celozzi compie una bella parata. Al 37’ Di Bari dribbla molto bene i difensori avversari ma calcia con poca precisione e la conclusione finisce alta. Verso la fine del secondo tempo, a due minuti all’inizio del recupero, Rossi riesce a tirare in porta da terra a pochi passi dalla porta avversaria ma Dinario compie un autentico miracolo salvando così il risultato. Poco dopo Taraschi sfiora anche lui il gol con un bel tiro a giro sfiorando il palo. La partita termina così con il risultato finale di 2-2.

IL TABELLINO

VENARIA-ALPIGNANO 2-2
RETI (1-0, 1-2, 2-2): 19' Lanzafame (V), 36' Masante (A), 45' Chiappino (A), 8' st rig. Di Bari (V).
VENARIA (4-2-3-1): Celozzi 6.5, Lanzafame 7 (17' st Vigna 6), Vasario 7, Gravina 6 (44' st Huayamares Quintanilla sv), Lamantia 6.5 (1' st Mezzela 6.5), Campanella 7, Taraschi 7, Parente 5.5 (35' st Monagheddu 6.5), Di Bari 7.5, Piotto 6.5, Filoni 6.5 (1' st Rossi 6.5). A disp. Paratore, Guglielmone, Zullo, Pasquale. All. Falieres 6.5.
ALPIGNANO (4-3-3): Dinaro 7, Bianco 6 (40' st Spina sv), Irimia 7.5, Di Fiore 6.5, Piovesani 6.5, Zucco 6.5 (33' st Quaglia 6), Benassi A. 6.5, Rulli 7, Chiappino 7.5 (17' st Ferrante 6.5), Viano 7 (10' st Di Fiore 6), Masante 7 (25' st Pacchiardo 6.5). A disp. Giardini, Trombin, Cammisa S., Panetta. All. Berta 6.5.
ARBITRO: Panariti di Torino 6.
COLLABORATORI: Mariut e Banche.
AMMONITI: 18' Bianco[04] (A), 27' Lamantia (V), 46' st Di Fiore (A).

PAGELLE IN AGGIORNAMENTO

VENARIA

Celozzi 6.5 Le belle parate su Masante e Rulli salvano la propria squadra e riscattano l'incertezza vista in occasione del secondo subito.
Lanzafame 7 Eccellente l'inserimento in area di rigore nella rete da lui realizzata. Probabilmente poteva offrire maggiore copertura nel primo gol subito: ciò non toglie alcunchè alla sua bella prestazione sulla fascia destra.
17' st Vigna 6 Il suo ingresso in campo porta la freschezza necessaria di fronte agli attacchi avversari nella parte finale di partita. 
Vasario 7 Grazie alla sua pennellata partita dalla fascia sinistra, Di Bari è andato vicinissimo al gol del vantaggio. Con la sua copertura trasmette poi una straordinaria sicurezza all'intero reparto. 
Gravina 6 Coadiuva bene Parente nella gestione del gioco a centrocampo senza però creare particolari sussulti nel corso della partita. (44' st Huayamares Quintanilla sv)
Lamantia 6.5 Non riesce ad evitare i due gol presi ma la sua prestazione è più che sufficiente grazie ai suoi numerosi interventi in chiusura sugli attaccanti avversari. 
1' st Mezzela 6.5 Continua nei migliori dei modi il lavoro svolto dal compagno sostituito. Contribuisce così a mantenere la porta inviolata almeno nel secondo tempo.
Campanella 7 Alza un vero e proprio muro in difesa nel corso dei novanta minuti di gioco. Indispensabile per il pacchetto arretrato. 
Taraschi 7 È il vero fulcro del gioco offensivo arancioverde, in particolar modo nella ripresa. Va vicinissimo al gol in almeno tre occasioni sul finale di partita. 
Parente 5.5 Perde palla a centrocampo facendo così nascere la rete del momentaneo vantaggio avversario: un neo che ha rovinato la sua bella prestazione. 
35' st Monagheddu 6.5 Esordio assoluto nel Venaria e nella categoria per l'ex Juniores del Garino. Il suo ingresso in campo è assolutamente positivo grazie ai suoi inserimenti nella metà campo avversaria.  
Di Bari 7.5 Assist e gol (oltre al calcio di rigore procurato) per il centravanti arancioverde. Si aggiudica la palma di migliore in campo. 
Piotto 6.5 È il giocatore di maggior qualità per gli arancioverdi e si vede. Sono numerose le sue belle giocate durante i novanta minuti di gioco. 
Filoni 6.5 È da una sua straordinaria progessione sulla corsia mancina che nasce il primo vero pericolo creato dal Venaria. Buon esordio per l'ex Juniores Nazionale del Chieri. 
1' st Rossi 6.5 Si fa spesso vedere nella metà campo avversaria per tentare di trovare la via del gol. Non a caso va vicinissimo al gol proprio sul finale di partita.
All. Falieres 6.5 Gli arancioverdi offrono un bel calcio per gran parte della partita. Peccato per la stanchezza fisica e la poca brillantezza sotto porta, altrimenti la vittoria poteva essere alla portata. 

ALPIGNANO

Dinaro 7 Salva il risultato, ed evita quindi la sconfitta, con autentico miracolo sulla conclusione di Alan Rossi sul finale di partita. 
Bianco 6 Buona prestazione sulla fascia destra dove il terzino alterna una discreta spinta offensiva ad un'attenta copertura. (40' st Spina sv)
Irimia 7.5 Il suo intervento in chiusura sul tiro di Di Bari vale come un gol. Assolutamente prezioso il suo supporto in fase difensiva. 
Di Fiore 6.5 Rischia di procurare un calcio di rigore su Piotto ma la sua copertura in fase difensiva è comunque preziosa ai fini del risultato.  
Piovesani 6.5 Anche lui fornisce un contributo importante affinché i gol subiti dalla propria squadra non siano più di due. 
Zucco 6.5 È sempre nel vivo del gioco, sia in fase difensiva che in quella offensiva, coadiuvando così molto bene Rulli nella gestione del pallone. 
33' st Quaglia 6 La sua freschezza atletica è utile nei minuti finali di partita di fronte agli assalti offensivi del Venaria.
Benassi A. 6.5 Posizionato come mezz'ala destra, si fa apprezzare e notare per i suoi numerosi inserimenti nella metà campo avversaria. 
Rulli 7 Si dimostra un eccellente metronomo di centrocampo grazie ai suoi bei palloni offerti ai giocatori d'attacco. 
Chiappino 7.5 È bravissimo ad approfittare dell'errore di Parente e a portare in vantaggio, almeno momenteanamente, la propria squadra. Dialoga poi molto bene con i suoi compagni di reparto.
17' st Ferrante 6.5 Tocca numerosi palloni dopo il suo ingresso in campo, motivo per cui si rende prezioso nella fase offensiva nella seconda parte della ripresa. 
Viano 7 Fornisce uno straordinario assist dalla corsia mancina in occasione del pari firmato da Masante. Letale con il suo cross. 
10' st Di Fiore 6 Si fa vedere spesso e volentieri nella fase offensiva ma non riesce a creare veri pericoli. 
Masante 7 L'ex Under 19 del Chieri segna la rete del momentaneo pareggio (l'1-1) con un bel tiro a botta sicura. Semplicemente implacabile. 
25' st Pacchiardo 6.5 Va vicino al gol sul finale di partita con un bel colpo di testa, a dimostrazione di essere entrato molto bene in campo. 
All. Berta 6.5 Brava la sua squadra a ribaltare il risultato dopo lo svantaggio subito ad inizio partita. Peccato per la stanchezza, causa per cui non è riuscita a conquistare la vittoria. 

ARBITRO
Panariti di Torino 6 Probabilmente manca un calcio di rigore a favore del Venaria (molto dubbia la spinta di Di Fiore su Piotto). Giusto però concedere il penalty poi trasformato da Di Bari. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400