Cerca

Eccellenza

Rankovic e Natali rovinano il ritorno in categoria dei neroazzurri

Termina 2-0 il big match tra Scavo e Gennari: una punizione e un golazo bastano ai biancorossi

Club Milano Rankovic

Eccellenza Club Milano: Petar Rankovic suo il gol che apre le danze contro la Solbiatese

Termina con un netto 2-0 il big match di Pero tra Club Milano e Solbiatese, gli uomini di Scavo rovinano il ritorno in categoria della Solbiatese. La squadra di Gennari parte con il piede sull’acceleratore ma non riesce a concretizzare l’ottimo avvio, complice il troppo nervosismo di Torraca, parso nervoso fin dai primi minuti, ad approfittarne è allora il Club Milano, che non perdona e passa alla prima occasione utile al 34’ con una punizione di Rankovic deviata dalla barriera all’angolino. La ripresa è un dramma per i neroazzurri: che subiscono subito il raddoppio a causa di una pennellata di controbalzo di Natali terminata dritta, dritta, all’incrocio dei pali. La reazione degli uomini di Gennari è pressoché inesistente, e l’ingresso di Anzano peggiora solo la prestazione in zona offensiva culminata con troppo nervosismo. Ottimo avvio per gli "Scavo boys" che dovranno essere bravi a non ripetere gli errori della scorsa stagione che li ha visti troppo discontinui, mentre tanto il lavoro per Gennari che dovrà azzerare il secondo tempo e ripartire dai primi venti minuti. L’atteggiamento nervoso di alcuni giocatori è un fattore che va eliminato in una categoria come l’eccellenza che vede il gruppo al centro della riuscita di ogni progetto tecnico.

L'esultanza dei giocatori del Club Milano dopo il gol di Natali

RANKOVIC PENNELLA

Prima di campionato in cui il Club Milano di Scavo schiera il classico 4-3-1-2, puntando sulla forza offensiva di Rankovic, Locati e Pelle, mentre la Solbiatese di Gennari schiera il 4-3-1-2, creando tante linee di passaggio per le soluzioni ospiti. Il primo squillo al 4’ è una girata di Torraca di poco alta sulla traversa, neanche il tempo di far passare il brivido lungo la schiena che Scapinello mette in mezzo un tiro cross lisciato da tutti per pochissimo. I primi dieci minuti sono tutti di possesso ospite, con Scapinello e Torraca che illuminano Pero con tocchi sopraffini. Al 12’ lo stesso Scapinello dopo una finta e una contro finta calcia centrale, il Club Milano è tutto nella coppia Rankovic-Locati con il primo che crossa e il secondo che gira centrale scaldando i guanti di Catanese per la prima volta. Al 20’ è invece Natale a provare la girata da centro area a porta praticamente sguarnita. La partita assume al 25’ ritmi tranquilli, dopo il cooling break della mezz'ora, Pelle lanciato a rete, viene trattenuto da Toure e graziato con il giallo. Sulla punizione si presenta Rankovic, che prende la mira, punizione deviata dalla barriera ed è 1-0. Il giocatore Italo-serbo sulle maledette non perdona mai, al 39’ ci prova Scapelliti ma la sua punizione è dritta sulla barriera. Ad un minuto dallo scadere Rankovic imbecca Pelle fermato in dubbio fuorigioco e fa terminare la prima frazione sul risultato di 1-0.

MAGICAMENTE NATALI 

Inizio shock di secondo tempo per la Solbiatese, al 1’ infatti Natali inventa un euro gol che toglie la ragnatela dall’incrocio dei pali e porta il punteggio sul 2-0. In piedi la tribuna ad applaudire il gesto tecnico. Al 10’ Torraca in crisi nera e spesso impegnato a lamentarsi a vuoto con i compagni calcia alto sulla traversa. Poco dopo dalla parte opposta del campo, Pelle chiama Catanese al miracolo. La Solbiatese prova a correre ai ripari inserendo Anzano per Berrecci, trovando però il solito Torraca che colpisce di poco a lato sul secondo palo. La squadra di Gennari continua la spinta offensiva guadagnando qualche calcio d’angolo, mentre il Club Milano gestisce il vantaggio. La partita prosegue tra cooling break, cambi e praticamente nessuna emozione fin quando Catanese esce male e Cominetti prova a batterlo da metà campo con un tiro di poco alto. La Solbiatese risponde con una girata di Anzano su corner di poco alta sulla traversa. Uno degli ultimi sussulti è di Locati che gira un destro centrale, mentre la Solbiatese risponde con Scapinello che serve Anzano il suo destro è però centrale, lo stesso Anzano cestina nel recupero mentre Scapinello gira centrale, facendo terminare il match 2-0, nonostante il brivido corso sulla schiena per l’occasione di Locati.

IL TABELLINO

CLUB MILANO-SOLBIATESE 2-0
RETI: 34’ Rankovic (C), 1’ st Natali (C).
CLUB MILANO:
(4-3-1-2) Monzani 6.5, Carnevale 7 (Diouck 6.5), Carrara 7, Costa 7.5, Di Maggio 7, Benatti 7.5, Pelle 6.5 (20’ st Cominetti 6.5), Principi 7 (40’ st Tota sv), Locati 7.5, Rankovic 8 (20’ st Minelli 5.5), Natali 8 (40’ st Cuoco sv). A disp. Bonicelli, Priori, Saronni, Arioli. All. Scavo 8
SOLBIATESE: (4-3-1-2) Catanese 5.5, Lonardi L. 5 (3’ st Lonardi D. 5), Meli 5, Pellini 5, Parini 5, Toure 6.5, Minuzzi 6, Pandiani 5, Torraca 5 (35’ st Mondoni sv), Scapinello 6.5, Becerri 5.5 (16’ st Anzano 5). A disp. Dominici, Novello, Casagrande, Mezzotero, Perez, Bosisio. All. Gennari 5
AMMONITI: Principi (C), Toure (S), Monzani (C), Catanese (S), Becerri (S), Carrara (C).


LE PAGELLE 

CLUB MILANO 

Monzani 6.5 Ottima padronanza della difesa e della gestione del tempo, inutile però la corsa di 40 metri per protestare con la quale si procura un giallo sul finire del primo tempo.
Carnevale 7 Gran partita si fa vedere in fase offensiva e argina bene le ottime galoppate di Beccerri. (Diouck 6.5 Interviene bene ogni qual volta viene chiamato in causa, si gioca bene lo spezzone che gli concede Scavo).
Carrara 7 Si muove in sintonia con tutta la difesa lavorando bene sulle fasce e svolgendo al meglio la copertura richiesta da Scavo.
Costa 7.5 Diga del centrocampo, filtra palloni sporchi, recupera una quantità infinita di palle sparse e svolge al meglio la fase di non possesso.
Di Maggio 7 Un pendolino sulla corsia sale e scende servendo i compagni con i tempi e il ritmo giusto.
Benatti 7.5 Grande intelligenza tattica, riparte abbinando grinta e qualità e dando tanta  sicurezza al reparto difensivo. 
Pelle 6.5 Grande prova atletica, ma con il suo curriculum ci si aspetta sempre il gol, la strada è comunque quella giusta per portare il Club Milano nelle parti alte della classifica. (20’ st Cominetti 6.5 Entra e ci prova con due tentativi che per poco non battono Catanese, il più pericoloso quello da centrocampo alto di poco)
Principi 7 Diga assoluta del centrocampo compie alla grande sia la fase di possesso sia quella di non possesso eseguendo il ruolo di filtro. (40’ st Tota sv).
Locati 7.5 Difende palla e fa salire la squadra come pochi giocatori nella categoria, pecca un po’ sottoporta ma il gol arriverà. 
Rankovic 8 La pennellata deviata all’angolino cake da sola il prezzo del biglietto, se calcia lui è sempre gol. (20’ st Minelli 6.5 Entra e svolge al meglio i compiti che gli assegna Scavo facendo rifiatare i suoi in zona offensiva).
Natali 8 Magia con la quale butta giù Pero, tutti in piedi ad applaude il suo destro dì controbalzo all’incrocio. (40’ st Cuoco sv).
All. Scavo 8 Grande prova dei suoi ragazzi che attendono e pungono come un ape, una prova favolosa da usare come motivazione per le prime cruciali giornate di campionato.


SOLBIATESE 

Catanese 5.5 Respinge bene la maggior parte dei tiri che passano dalle sue parti, incolpevole sui gol, gioca male l’ammonizione.
Lonardi L. 5 Il primo sostituto prova a coprire in maniera esemplare ma Rankovic e Pelle lo lasciano sempre sul posto. (3’ st Lonardi D. 5)
Meli 5 Prova a mettere l’atteggiamento ma è sempre lasciato sul posto, troppo poco sulla sua corsia).
Pellini 5 Si applica bene in ambo le fasi provando a fare copertura in difesa e filtro al centrocampo.
Parini 5 Con Toure prova ad applicarsi al meglio in ambo le fasi concedono poco ma gli errori sono fatali e causano i gol, la prima punizione realizzata da Rankovic nasce da una sua disattenzione. 
Toure 6.5 Tra i due centrali è il migliore, impegno e dedizione e mai una parola fuori posto, un pilastro per la categoria.
Minuzzi 6 Argina bene i tanti fraseggi e intercetta diversi palloni tra le linee svolgendo al meglio il suo ruolo.
Pandiani 5 Troppo poco, ci si aspettava di più, spesso non perviene e quando lo fa non è incisivo. 
Torraca 5 Atteggiamento completamente da rivedere, si lamenta senza motivo con i compagni e non sempre è colui che risolve l’azione, tecnicamente indiscutibile ma atteggiamento da cancellare. (35’ st Mondoni sv).
Scapinello 6.5 Tocco di palla pregiato, unico nel girone, da lui e dalle sue giocate deve ripartire la squadra. 
Becerri 5.5 Bravo nel dribblaste il diretto marcatore e creare la superiorità numerica, non abbastanza bravo nel concludere a rete.(16’ st Anzano 5 Entra ma non perviene quanto basta partita da dimenticare, è una categoria difficile per il suo stato di forma).
All. Gennari 5 L’eccellenza non è la promozione, la squadra sta bene in campo ma l’atteggiamento sbagliato e le lamentele di alcuni suoi ragazzi sono inutili. 

LE INTERVISTE 

CLUB MILANO 

Nel post partita Scavo ha dichiarato: «È stata una partita molto difficile contro una squadra che non perdeva da tre anni, il calendario ci ha penalizzato un po’ mettendoci subito davanti Verbano e Solbiatese, davanti hanno un potenziale spaventoso avevo detto ai ragazzi che se ci difendevamo bene portavamo a casa la partita ed è stato così».

SOLBIATESE 

Nel post partita Gennari ha dichiarato: «Una grande squadra se ha episodi negativi, da ribaltare il risultato, oggi non siamo stati una grande squadra, abbiamo creato qualche occasione in mischia ma non sono sono bastate a vincere».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400