Cerca

Eccellenza

La prima giornata dice derby della Granda: il film dell'esordio dell'Eccellenza B

Vincono in modo diverso le due favorite Cuneo Olmo e Alba Calcio • A Torino ride solo la CBS, KO il Vanchiglia

ECCELLENZA PIEMONTE ALBA CALCIO Alessio Nania

ECCELLENZA PIEMONTE: Alessio Nania protagonista con l'Alba Calcio nella super vittoria 4-0 in casa dell'Acqui

Guai a parlare di segnali per un campionato lungo 30 partite al tramonto della prima giornata. Guai a fare i funerali alle big che magari non sono ancora riuscite a carburare come da pronostico, così come non bisogna portare sull’Olimpo formazioni che già dopo le due gare di coppa e la prima di campionato hanno fatto vedere numeri da big. Ma se dobbiamo parlare di dati alla prima giornata è impossibile non parlare di Cuneo e Alba, due squadre che potrebbero giocarsi la promozione in D in volata e che si sono prese tre punti in modo diverso.

I biancorossi di Magliano hanno sofferto contro un San Domenico Savio che si è confermata squadra insidiosissima (1-0 al Paschiero con gol di Andrea Dalmasso su sviluppi di piazzato), ma la sensazione è che il Cuneo ha ancora una volta dato prova di saper vincere anche in situazioni di relativa difficoltà. «È stata difficile da vincere, loro erano ben messi in campo e si sono confermati forti. Ho visto una buona partita, ma dobbiamo migliorare sul trovare soluzioni anche con chi si chiude - spiega Magliano - Contento di aver rischiato poco, però abbiamo avuto più complicanze del previsto e se non riusciamo a concretizzare le palle gol create diventa un problema. Ma va bene così, siamo all’inizio».

Ad Alba invece ci sono già sorrisi clamorosi, visto il poker rifilato a casa loro a un’altra big di questo girone, l’Acqui. Telesca, con la solita felicità “calma” che lo contraddistingue. «Interpretata e studiata alla perfezione. Bravi tutti nel mettere in difficoltà una corazzata come questa con ritmo e intensità, hanno patito e abbiamo trovato subito la pista giusta. Primi 20-25 favolosi, poi è ovvio che diventa facile sul 3-0». Merlo, dal lato opposto, spera in una veloce archiviazione di una batosta così, sapendo però che «Pensare a questo 4-0 farà male da un lato ma servirà anche da campanello per il futuro».

Un duello che quindi può continuare anche più avanti, ma guai fare i calcoli già adesso: Moretta e Saluzzo vincono e convincono (gli amici Melardi e Sacco soddisfatti dei propri organici e della prestazione, dopo essersi affrontati in coppa) e portare a casa il piatto grosso sarà complicato come non mai. Non una missione impossibile per i “vecchi volponi” della categoria Magliano e Telesca: sarà un duello lungo su un sentiero tortuoso, dove gli ostacoli possono arrivare da ogni lato della classifica.

IL QUADRO DELLE TORINESI

Torinesi agrodolci. Tre risultati diversi per le formazioni sabaude, con la CBS come unica squadra vincitrice: Rubino supera il Cavour in un possibile scontro salvezza in corso Sicilia, grazie alla rete di Tursi nella ripresa. Segnali positivi per i rossoneri, che dopo un doppio confronto con il Vanchiglia non propriamente soddisfacente sono riusciti nel riscatto già al primo impegno di campionato in casa. Ed è proprio il Vanchiglia a cadere, contro un Moretta in spolvero: Binandeh non riesce a trovare i primi 3 punti in campionato, faticando a trovare la via del gol così come era capitato nel match di ritorno di coppa. Primo storico punto invece per l’Accademia San Mauro/AS Torino Calcio, che dopo 8 gol subiti in due sfide al Cavour in coppa porta a casa un importante clean sheet da Alba (contro l’Albese) nonché uno 0-0 che dà fiducia in vista dell’esordio in casa contro la Pro Villafranca: altra sfida delicata e da vincere per Stefano Guidoni e per le i sogni da salvezza dei granata.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400