Cerca

Eccellenza

Il missile De Mitri demolisce la base degli Orange: il Settimo è capolista

L'Oleggio, inizialmente in vantaggio, viene rimontato da un Settimo eroico: le Violette volano in vetta al girone a punteggio pieno

SETTIMO OLEGGIO ECCELLENZA Manuel De Mitri

SETTIMO OLEGGIO ECCELLENZA: Manuel De Mitri è devastante: super gol e trascinatore del Settimo in vetta alla classifica (foto Cunazza)

Al Primo Levi di Settimo arriva per i viola la seconda vittoria consecutiva in campionato, per lo più ottenuta in rimonta, che va a certificare la forza del gruppo viola che mette alle strette un Oleggio disorganizzato e privo di forze offensive tali da far male alla difesa guidata da Gueye &co. I viola riescono dopo neanche un minuto a ritrovare il pareggio dopo il lampo di capitan Caporale, unica luce al fondo del tunnel buio in questa giornataccia per l'Oleggio, e poi i gol di De Mitri e Niang vanno a lanciare il Settimo in testa alla classifica.

7 MINUTI DI FUOCO

Se c'è qualcosa che ha contraddistinto questa partita è stata sicuramente l'intraprendenza delle due formazioni a volersi dare battaglia fin dai primi minuti, infatti dopo soli 6 minuti arriva il gol degli Orange che ringraziano l'erroraccio di Dansu che gioca la palla su un compagno marcato invece che smistare sul terzino tutto solo, Caporale intercetta e in contropiede compie una cavalcata da metà campo fino al limite dell'area di rigore dove sgancia un destro potente e preciso al millimetro imprendibile per Fasan. L'Oleggio non ha nemmeno il tempo di festeggiare e dopo pochi secondi subisce la rete in contropiede di Geraci su un assist illuminante di tacco di Juan Ghia che va a creare il varco giusto che apre l'autostrada al folletto ex Chisola. Il match continua ma le squadre si mostrano sbilanciate e disorganizzate tatticamente essendo una partita molto aperta dove non c'è spazio per la famosa fase di studio ed essendo molto fisica lascia pochi spazi alle individualità. Il Settimo però nonostante questo parziale equilibrio va più vicino alla rete affidandosi ai movimenti eleganti e sfuggenti di Geraci, che riceve da Barale partendo dalla sinistra si accentra per lasciare andare il tiro che impegna Barantani in due tempi. Al 32' i viola lasciano le iniziative ai più esperti, Dansu pesca bene Niang in area ma l'attaccante viola tarda a concludere a rete e il suo tiro viene rimbalzato dall'airbag arancione.

DE MITRI DA FANTACALCIO

L'inizio del secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, a differenza che l'inizio della seconda frazione di gioco è unicamente a tinte viola. Ad illuminarsi è De Mitri il classico terzino che tutti cercano di prendere all'asta del fantacalcio avendo spiccate doti offensive da terzino moderno, il terzino viola dopo soli 2 minuti si rende protagonista di un eurogol, un missile da 35 metri circa che coglie impreparato Barantani anche se vanno più i meriti al tiro che demeriti all'estremo difensore ospite. I viola insistono con la fantasia di Geraci che sterza sull'interno e calcia sfiorando l'incrocio. L'Oleggio sa che non può rimanere a guardare e sfiora il clamoroso 2-2 con il colpo di testa di Marco Oronsaye che per poco non si trasforma in assist per Blanda, fermato solo da una deviazione in corner che gli impedisce di impattare il pallone. Al Settimo poco importa perchè De Mitri sforna dei cross perfetti per Niang che assaggia volentieri: impattando di testa la palla bacia il palo e supera la linea di porta dell'immobile Barantani, al 12' del secondo tempo il Settimo fa 3-1 mettendo una seria ipoteca sulla partita. Il Settimo dopo il 3-1 cerca di amministrare ma rischia concedendo una punizione pericolosa a Caporale che sfiora la doppietta personale impattando la sfera sul palo ma i rimpianti aumentano su una ribattuta non proprio impeccabile di K.Disisto. Nel finale poche occasioni e tanti contropiedi, essendo saltati gli schemi, il Settimo si difende con Fasan che sventa il tiro di Antonioli mentre Maiorino sventa un passivo più ampio togliendo a Juan Ghia la gioia del tap-in ricevuto dopo la falcata del solito Geraci. Triplice fischio al Primo Levi che consacra il Settimo momentanea capolista e possibile outsider di questo campionato di Eccellenza, mentre l'Oleggio si dovrà riprendere da questa giornata no cercando di fare l'impresa contro il Rg Ticino la prossima giornata.

IL TABELLINO

SETTIMO - OLEGGIO 3-1

RETI (0-1, 3-1): 6' Caporale (O), 7' Geraci (S), 2'st De Mitri (S), 12'st Niang (S)

SETTIMO (4-2-3-1): Fasan 6.5, De Mitri 8.5, Cannavò 6.5, Barale 7, Picone 6.5, Gueye 7, Menabo 6.5 (29'st Botta 6.5), Dansu 6, Niang 7.5 (32'st Tabone 6), Ghia 7 (42'st Lacorte sv), Geraci 8 (29'st Ali 6). A disp. Mattiello, Stano, Albertini, Pipino, Piovero. All.Gatta 7.5

OLEGGIO (4-3-3): Barantani 6, Costa 5.5 (1'st Disisto D. 5.5), Zuliani 6, Pescarolo 6.5, Maiorino 5.5, Fortis 5.5, Blanda 5.5, Caporale 7, Oronsaye Marco 5.5, Antonioli 6, Fodrini 5.5 (17'st Disisto K. 6.5). A disp. Garoni, Orsi, Cestagalli, Oronsaye Michele, Passarella, Pasquadibisceglie, Pasku. All.Ferrero 6.

AMMONITI: 36' Picone (S), 4'st Zuliani (O), 34'st Maiorino (O).

ARBITRO: Talamo di Cuneo 6.5

LE PAGELLE

SETTIMO

Fasan 6.5 Sventa tutti i corner saltando più in alto di tutti, il gol di Caporale era imprendibile zero colpe per il portiere viola. Quando la squadra pare disunita incoraggia i compagni a fare meglio.

De Mitri 8.5 Il primo tempo inizia un po' in salita senza particolari lampi, nel secondo tempo si rifà il look trasformandosi nella miglior versione di Theo Hernandez. Il gol da 35 metri è un capolavoro che spegne le speranze all'Oleggio per non parlare della pennellata sul quadro Niang. Fa rimpiangere a chi passa dalle sue parti una passeggiata pomeridiana.

Cannavò 6.5 Terzino molto difensivo rispetto a De Mitri, non fa compiere a Fodrini giocate pericolose limitandolo in ogni modo possibile, tanto sacrificio per lui.

Barale 7 Fa un lavorone da dietro le quinte, essendo il faro davanti alla difesa sbaglia pochissimi palloni in fase di impostazione: missione compiuta! Se il tiro di Geraci fosse entrato avrebbe confezionato un bellissimo assist.

Picone 6.5 Non corre particolari rischi in marcatura, attenzione solo al fallo commesso perchè quel cartellino giallo aveva preso un colorito arancione che poteva costare caro alla sua squadra.

Gueye 7 Migliore della difesa viola (dopo De Mitri ovviamente), la marcatura su Oronsaye M. è asfissiante infatti l'attaccante degli Orange non è mai letale. Da buon esperto qual è trasmette sicurezza a tutta la squadra.

Menabo 6.5 Sulla corsia di destra brucia chilometri ma ci si aspettava di più in fase offensiva. Giocatore generoso che ripiega spesso e volentieri a dare una mano in difesa.

29'st Botta 6.5 Fa tanta legna in mezzo al campo, mette i suoi polmoni al servizio della squadra.

Dansu 6.5 Diamo mezzo voto in più per come ha reagito all'errore dell'1-0 ospite perchè non era facile, a volte gestisce con poca calma la fase di possesso ma imbuca bene Niang in un'azione.

Niang 7.5 Come si sacrifica lui c'è ne sono pochi anche perchè è difficile per un attaccante che ti gioca per 50 minuti solo spalle alla porta segnare. Lui non si abbatte e dopo tante sponde per i compagni decide di fare quello che gli riesce meglio: stare dentro l'area a raccogliere i cross dalle corsie esterne. Acclamatissimo e amato dai tifosi prende gli applausi dal pubblico viola.

32'st Tabone 6 Cerca di dialogare con Ghia finchè non viene sostituto e vanno in porta alcune volte usufruendo dei tanti contropiedi.

Ghia 7 Di fronte a un pubblico venuto dal sud-america solo per lui non può deludere, inizia con un assist di tacco a Geraci e si sacrifica tantissimo per la squadra, le sue giocate sulla trequarti sono poco frequenti ma illuminanti quando le fa.

42'st Lacorte sv

Geraci 8 Una scheggia impazzita che sembra aver preso confidenza con l'ambiente prima squadra, la sua solita giocata fa ammattire e non poco il suo diretto marcatore. Gol di prepotenza in contropiede e altre giocate e tiri che non gli permettono di raccogliere quanto seminato. Folletto imprendibile!

29'st Ali 6 Aiuta tanto in entrambe le fasi, si posiziona sull'out di sinistra.

All.Gatta 7.5 La squadra ha un'identita ben precisa, se continuano così il Settimo potrà togliersi qualche sfizio questa stagione. I viola hanno l'impressione di essere la momentanea outsider del campionato.

OLEGGIO

Barantani 6 Raccogliere tre volte in una giornata la palla dalla rete non è mai una bella sensazione soprattutto sapendo che in nessuno di quei gol poteva farci qualcosa.

Costa 5.5 Stasera avrà il mal di testa o forse gli incubi, non glielo auguriamo, però il Geraci di oggi avrebbe fatto ammattire chiunque

15'st Disisto D. 5.5 Non sostituisce degnamente il compagno, poco concentrato sbaglia anche cose semplici.

Zuliani 6 Non esita mai a sventare i pericoli spazzando via la palla in aree pericolose, nel secondo tempo si concede qualche sgaloppata in territorio nemico.

Pescarolo 6.5 Uno dei pochi in giornata, smista bene la palla in mansione di regista purtroppo gli attaccanti non usufruiscono dei suoi passaggi.

Fortis 5.5 Ha la responsabilità a metà con il compagno di reparto di aver lasciato una prateria a Geraci. Cerca come può di arginare Niang, facile a dirsi.

Maiorino 5.5 Stesso discorso di Fortis anche se in un'occasione evita un passivo più ampio alla sua squadra togliendo il goloso tap-in a Ghia a soli 2 centimetri dalla porta.

Blanda 5.5 Poco presente, a volte si scambia di posizione variando da centrocampista a esterno ma la minestra non cambia sapore, rimane solo l'amaro per quella deviazione che gli ha impedito di assaggiare il gol del 2-2.

Caporale 7 Capitano non a caso, l'ultimo a mollare, il migliore dei suoi, gol e doppietta sfiorata. Unica luce in fondo al tunnel.

Oronsaye Marco 5.5 Giornata difficile in marcatura a Gueye, il mastino viola gli lascia pochi spazi. Può migliorare senza dubbi.

Antonioli 6 Da lui ci si aspettavano assist illuminanti e falcate sulla trequarti, nel primo tempo c'è ben poco mentre nel secondo prende più le sembianze di un regista.

Fodrini 5.5 Viene annullato da qualunque avversario gli si presenti contro, classica giornata no per l'ala destra dell'Oleggio

17'st Disisto K. 6.5 Tutta un'altra storia rispetto al compagno sostituito, mette tanta grinta e voglia di correre. Unica macchia quella respinta sulla punizione di Caporale

All.Ferrero 6 Squadra disorganizzata e attacco a tratti inesistente. La prossima gara non sarà una passeggiata contro il Rg Ticino.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400