Cerca

Eccellenza

Goleade, prove di forza e storiche prime volte: dentro la seconda di Eccellenza

Accelerata del Borgaro (6-1) dopo il pareggio di Verbania; nel girone B Cuneo e Alba non sbagliato, ora c'è lo scontro diretto

ECCELLENZA PIEMONTE Alberto Bellino

ECCELLENZA PIEMONTE: Alberto Bellino protagonista nella goleada del Borgaro sul Baveno (foto Cunazza)

GIRONE A

Risplende nuovamente il sole in casa Borgaro. La squadra di Giuseppe Cacciatore torna alla vittoria e lo fa nei migliori dei modi, con un netto 6-1 al Baveno. Enorme soddisfazione per il tecnico: «Sono molto contento, finalmente il risultato premia la nostra prestazione. Ossia ciò che ci è mancato nelle ultime partite. Il match è andato subito in scioltezza sia per aver segnato subito che per il rosso rimediato da Di Leva nei primi minuti. Nella ripresa ho poi deciso di dare spazio a coloro che hanno giocato meno, il risultato me lo permetteva». Rino Molle, tecnico del Baveno, si assume invece le proprie responsabilità: «Ho preparato male questa sfida, siamo stati troppo remissivi dopo essere rimasti in dieci e non dovevamo andare assolutamente in bambola. Comunque il gruppo c’è, remiamo tutta dalla stessa parte e la società ci supporta sempre. Cercheremo di rifarci il prima possibile».

Bella vittoria anche del Venaria sul campo dell’Alicese Orizzonti: Di Bari e Huayamares regalano i tre punti agli arancioverdi durante gli ultimi dieci minuti di partita. Il vice allenatore Maximiliano Falieres è più che soddisfatto: «È stata una sfida dura perché il campo è più piccolo rispetto al nostro ma abbiamo saputo adeguarci fin da subito. Ci eravamo preparati nel corso della settimana su questo aspetto. Abbiamo dimostrato ancora una volta che la nostra forza è il gruppo oltre ad essere una squadra difficile da affrontare». Decisamente più rammaricato l’allenatore dell’Alicese Orizzonti, Mellano: «Non abbiamo concretizzato le enormi occasioni avute nel corso dei novanta minuti e ciò non va assolutamente bene. Dobbiamo fare un bagno di umiltà e parlare meno in campo».

Da segnalare inoltre la vittoria, in rimonta, del Città di Cossato sul campo della Volpiano Pianese (assente in panchina Licio Russo causa influenza): Cremonte, Badan e Bonura regalano i tre punti alla squadra di Braghin. Nell’Accademia Borgomanero, che ha brillantemente superato l’Alpignano con un netto 4-1, ha fatto il proprio esordio da titolare Gabriele Salina: il portiere classe 2004 ha egregiamente sostituito Luca Galli tra i pali grazie ad alcuni bei interventi. La squadra di Molinaro rimane a due punti dalla vetta della classifica, dove appaiono a pari merito il Settimo (3-1 contro l’Oleggio) e il RG Ticino (2-1 in casa contro l’Aygreville): entrambe le compagini sono a punteggio pieno a sei punti.

GIRONE B

Sguardo alla classifica e pronostici alla mano si poteva immaginare un trittico così in cima. Alba, Cuneo Olmo e Saluzzo guardano tutti dall’alto, nonché le uniche difese a non aver subito ancora un gol. Tanta roba per le tre big cuneesi, che convincono ancora nella seconda giornata in tre match difficili, ma comunque portati a casa nel modo migliore possibile.

Il Cuneo batte la Luese Cristo ad Alessandria non senza fatica, soprattutto per meriti di Dia che a inizio primo tempo neutralizza un rigore che avrebbe potuto cambiare completamente le sorti della partita. «È stata una partita tosta, loro possono davvero diventare la sorpresa di questo campionato - spiega Michele Magliano, tecnico biancorosso - Abbiamo rischiato subito dopo 2’ in uscita, poi Dia ha fatto un intervento rischioso in area causando rigore. Poi ha rimediato e probabilmente è servito per la morale. Nella ripresa siamo passati avanti dopo aver creato 3/4 occasioni interessanti, ma mi sento di fare un plauso alla Luese per la bella prestazione fatta».

L’Alba batte, ma non con facilità, il solito roccioso Centallo, grazie al solito Erbini e al gol del 2003 Dell’Anno che proietta i langaroli al meglio verso la super sfida di domenica 25 al Paschiero di Cuneo. Chi si godrà la sfida da spettatore interessatissimo sarà Manuel Melardi e il suo Saluzzo, che alle prese con la CBS all’esordio casalingo vince ancora di misura ma con qualche rammarico. «È andata bene, ma li devo “bastonare” i miei ragazzi - racconta Melardi - Arriviamo sempre alla fine con il risultato in bilico, è un rischio troppo grande da correre. La CBS è insidiosa e poteva anche pareggiare, dobbiamo risolvere le nostre imprecisioni davanti al più presto. In compenso sono molto felice per Allasina: è un segnale fantastico avere un 2004 così decisivo».

Il risultato di giornata però lo firma l’Albese, che nella difficile sfida del Tallia (casa Vanchiglia) vince 3-2 con uno strepitoso Rigoberto Capitao in campo. «Una partita bella da vedere - racconta il tecnico Chicco Lombardi - Eravamo avanti 3-0 con un rigore fallito, prendere il gol a fine primo tempo ha un po’ tagliato le gambe. Siamo giovani e dobbiamo imparare a gestire le situazioni: capisco che non è facile, ma le qualità le abbiamo e la strada è quella giusta». Meravigliosa prima volta anche per la Pro Villafranca di Beppe Bosticco, che dopo la doppia sfida nel derby astigiano contro il San Domenico Savio e la sconfitta di misura contro il Saluzzo supera l'As Torino Calcio con un rotondo 3-0. Risultato storico per i Villans, all'esordio nella massima categoria regionale e per la prima volta usciti vittoriosi in categoria.

Prossimo turno che resta ancora una volta incredibilmente succoso: dalla sfida salvezza CBS-AS Torino Calcio al big match Cuneo-Alba, passando per un Acqui-Saluzzo tutto da vivere.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400