Cerca

Esordienti B

Villapizzone - Real Crescenzago: Lo scontro a viso aperto si decide all'ultimo respiro, poi Mastrandrea ci mette un punto fermo (anzi due)

I padroni di casa gialloviola se la giocano e non mollano mai, Zoppi portiere dei miracoli e il Real Crescenzago chiude con orgoglio

Real Crescenzago

I sorrisi della formazione biancorossa in assetto da gara, affiancata dallo staff tecnico

È un match intenso ed equilibrato (quasi) fino in fondo, quello in scena in casa Villapizzone che ospita il Real Crescenzago al Centro di Via Perin del Vaga: i biancorossi del tecnico Garofalo strappano una vittoria importante contro un avversario determinato, combattivo e in grado di mostrarsi preparato, a tratti anche sorprendente, che fa sibilare gli spalti. La gara non annoia mai, nonostante il parziale risicato e due tempi a reti inviolate: da una parte e dall'altra, le due compagini in campo sono in grado di proporre buon gioco, propositività, coraggio e qualche perla qualitativamente pregevole. 

Nota a margine - e nondimeno di gran valore - della tornata di campionato è l'iniziativa del Villapizzone nel promuovere la celebrazione della Giornata mondiale dei diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza, che ricorre proprio il 20 novembre di ogni anno, e sostenere l'azione di UNICEF

Studio reciproco. Le due squadre, nel corso del primo parziale di gioco, si prendono le misure a vicenda e iniziano ad intravedersi differenze d'approccio, per quanto sottili, perché in realtà c'è un equilibrio sostanziale che si riflette nel risultato a porte inviolate dopo i primi venti minuti. Non mancano affatto le occasioni, e anzi la gara acquista presto vivacità: è capitan Pagliarulo - che si propone con personalità sin da subito ed è snodo principale delle trame biancorosse - ad aggiudicarsi una traversa con tiro da fuori dopo tre minuti scarsi. Gli scatti di Minelli lungo la fascia sinistra, dall'altro lato, con l'apporto di Ambroggio e i tentativi di incursione di Cozzi - che, al 16', sfiorerà d'un soffio il palo destro di Zoppi - trovano spesso un blocco nella fisicità di Ago e Cogoli, e, in parallelo, si contrappongono agli scambi tra Di Pace e De Michele sulla destra e alle insidie generate dai movimenti di Sevilla, allo stesso tempo murati dal fondamentale apporto di Ghezzi e, più avanti, di Zingarelli e Strignano. Il Crescenzago spinge tanto, ma la seconda metà del tempo è il Villapizzone a farsi pericoloso: al 19', l'occasione arriva da un tiro teso, preciso e potente di Cozzi che i guantoni di Zoppi - che riceve una vera e propria standing ovation unanime della tifoseria propria ed avversaria - deviano in angolo, togliendo letteralmente la palla dall'angolino più alto dell'incrocio con la mano di richiamo.

Buoni spunti. Il rientro in campo, nel secondo parziale, è caratterizzato da uno spostamento di baricentro: gli ospiti di Via Trasimeno si fanno aggressivi e, in più occasioni, riescono a schiacciare i gialloviola nella propria metà campo. Mazzoni, in controllo della fascia sinistra, propone spesso palloni interessanti con talvolta l'ingresso inaspettato di Pecin in avanti e la propulsione del solito Pagliarulo, che sostiene un buon giropalla che passa da Ago e apre per i primi capolini di Mastrandrea; Di Pace, a sua volta, comincia a provarci con più frequenza dalla distanza, nei rari spazi dell'attenta difesa guidata da Ghezzi che spazza assieme a Giorcelli e Mascheroni. Come nel tempo precedente, il Villapizzone acquisisce coraggio dalla seconda metà del parziale di gioco: Raimondi e il vice Strignano giocano un ottimo tempo, speso molto nei tentativi d'innesco di Traoré, che, nonostante i buoni spunti, è però marcato stretto e non riesce spesso a sfoggiare appieno il proprio potenziale.

All'ultimo respiro. Al terzo tempo cambia tutto: passano due minuti e - nonostante le maglie gialloviola si siano già mostrate in avanti con maggior sicurezza, grazie agli scatti dell'instancabile Minelli dalla destra - Pagliarulo sgancia un tiro teso dalla distanza che Miele respinge bene ma che rimane nell'area piccola, per la conclusione in freddezza di Mastrandrea che segna lo 0-1. Un duro colpo per i padroni di casa, che però reagiscono di cuore: il coraggio e la velocità di Zingarelli e gli scambi tra i più avanzati del team di capitan Valera generano occasioni ghiotte e di potenziale pareggio; fra le altre, al 6', Cozzi si libera delle retrovie avversarie e fa tutto benissimo, ma la palla scivola ad un soffio dal palo sinistro di Zoppi, per la disperazione del centravanti col 9 sulla maglia, che viene prontamente rinforzato a livello emotivo dalla sua tifoseria. Al 9', l'episodio che mette il punto alla gara: un ribaltamento d'azione repentino coglie Mastrandrea in solitaria che insacca alla destra di Miele. Non c'è nulla da fare: i gialloviola lottano fin quando possibile, ma il tempo è tiranno e i biancorossi, guidati da una rinnovata volontà, riescono a tenere il pallino del gioco fino al triplice fischio.

La formazione casalinga del Villapizzone sul campo di Via Perin del Vaga

IL TABELLINO

VILLAPIZZONE - REAL CRESCENZAGO 0-2

RETI (0-0, 0-0, 0-2): 2' tt Mastrandrea (R), 9' tt Mastrandrea (R).

VILLAPIZZONE: Miele, Zingarelli, Ghezzi, Strignano, Giorcelli, Simeone, Valenti, Raimondi, Cozzi, Valera, Minelli, Mascheroni, Traoré, Ambroggio. All. Mariani. Dir. Strignano.

REAL CRESCENZAGO: Zoppi, Cogoli, Di Pace, Pecin, Ago, Mastrandrea, De Michele, Marcello, Pagliarulo, Mazzoni, Sevilla. All. Garofalo. Dir. Pecin.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400