Cerca

Esordienti B

Club Milanese: il gruppo di Baccaro termina il girone di andata con grande soddisfazione, nelle due ultime sfide reti segnate da Nunez e Milanesi

Vittoria 3-1 contro il Frog Milano, qualche incertezza nell'ultima partita contro la Franco Scarioni: «La loro squadra è un passo avanti. Molto bravi Fragola e Bellavita che murano nei due tempi finali la porta»

Esordienti B

Il tecnico Maurizio Baccaro con il dirigente Dario Crocetti e il collaboratore Francesco Mastrototaro, in posa per una foto con la squadra

Le ultime due partite autunnali del campionato hanno rappresentato per la squadra del sandonatese una bella sfida. Sabato 4 dicembre è stata giocata con successo quella contro il Frog Milano, 3-1 secondo i tempi FIGC: 1-0, 1-1, 1-0. Mentre sabato 11 i ragazzi hanno affrontato un'importante società la Franco Scarioni subendo sei reti nel totale.
Il tecnico Maurizio Baccaro racconta entrambi i match: «In poche parole la partita disputata contro la Frog Milano è stata vissuta in maniera positiva e non solo per la vittoria. I ragazzi hanno davvero dato il 100% di quello che potevano dare in tutti i ruoli. Anzi, forse hanno dato anche di più se guardiamo a ritroso concentrandosi sullo sviluppo dei vari incontri. Il primo gol lo ha realizzato Alessio Nunez su calcio d'angolo che insacca la palla con un colpo di testa. Mentre il secondo è stato tirato in porta da Alessandro Milanesi approfittando dell'errore del portiere avversario. In questo campionato, sono partiti un po' a testa bassa e questa è stata la dimostrazione che con fiducia e pazienza di procedere un passo alla volta si migliora. Il gioco diventa sempre più collettivo ed è questo l'obbiettivo a cui personalmente punto. Ciò su cui ancora bisogna lavorare tanto è quello di correggere tutti gli errori spesso si rivelano fatali, quelli su cui gli avversari creano le loro occasioni. I ragazzi davanti alla porta avversaria sbagliano molte tiri da gol. Quando riusciremo a superare questa imprecisione ed anche paura, sicuramente ci avvicineremo ad una completezza. Nell'incontro del 4 Dicembre abbiamo ricevuto anche i complimenti dell'allenatore avversario, cosa che ha reso orgogliosi i ragazzi tutti, ma se posso essere sincero, anche me perché mi motivano a fare sempre meglio». 

L'ultima partita dell'anno 2021, disputata contro la Scarioni è stata molto complessa, persa con un punteggio totale di 6-0 suddivisi nei tre tempi FIGC in: 4-0; 1-0; 1-0. Baccaro con sincerità commenta: «Sarebbe inutile non ammettere che gli avversari erano superiori a noi sia tecnicamente come gruppo che individualmente come singoli giocatori. Quella della Franco Scarioni è una squadra già ben amalgamata, un passo avanti a molte altre realtà, che sa già come muoversi. Non per niente hanno segnato quattro gol nel solo primo tempo. I miei ragazzi hanno tolto tutta la loro grinta per cercare di contrastarli durante i due tempi successivi, dove abbiamo anche rischiato di pareggiare. Questo perché probabilmente durante le pause cerco in tutti i modi di rassicurarli, spiegare che non devono abbattersi quando subiscono gol, ci sta. L'importante è non mollare mai, mettercela tutta, indipendentemente dal risultato. Durante tutta la partita loro non ci hanno mai dato realmente l'opportunità di creare un'azione concreta. Credo che in tutta la durata siamo riusciti a tirare in porta una sola volta, ma nonostante tutto pur avendo giocato sulla difensiva, nei due tempi finali siamo riusciti in un modo o nell'altro a difenderci bene. Un ottimo lavoro è stato svolto dai due portieri Leonardo Fragola e Gabriele Bellavita. Gabriele in particolare ha sbalordito tutti, non lo avevamo mai visto così reattivo, è stato in grado di bloccare certe palle veramente difficili, bravo!»

Il tecnico Baccaro è sicuramente un uomo che ha un buon approccio didattico, riesce sempre a trovare il lato positivo in ogni cosa, con onestà e sportività nei confronti degli avversari più forti e senza mai demoralizzare o sminuire i suoi ragazzi. Si reputa soddisfatto di questo prima parte di campionato: «Questo è il primo anno che mi occupo di questi ragazzi, posso dire che abbiamo fatto un buon lavoro. Se penso nella totalità l'andamento del girone, mi sento abbastanza soddisfatto, alcuni degli obbiettivi che ci eravamo prefissati sono stati raggiunti e visto che siamo capitati contro squadre un passo avanti, che ci hanno insegnato molto, spero che al ritorno potremo essere migliori dando di più».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400