Cerca

Esordienti B

Ciano tinge i tre punti di arancionero, Monti chiude la scalata verso il successo

Ottimo lavoro per la Scarioni che porta a casa una vittoria preziosa; menzione speciale per il portiere orange Riccardo Quadu, classe 2011

Franco Scarioni 2010

La Scarioni classe 2010 al completo

In un lento ma costante sviluppo la Franco Scarioni si porta a casa la vittoria. Gli arancioneri, nella partita giocata contro la Vogherese, distribuiscono omogeneamente le reti nei tre tempi, trovando un ulteriore punto extra anche negli shoot-out pre-partita. Nonostante le difficoltà della formazione rossonera nel minacciare la porta una menzione speciale per il portierino classe 2011 Riccardo Quadu, già aggregato ai più grandi e dotato di una notevole capacità di lettura delle conclusioni.

ASSE MORONI-CIANO

Come un diesel vecchio stampo la Scarioni impiega metà prima frazione per far entrare in coppia il motore. Il modulo scelto da Facchinetti è una sorta di 2-4-2, con il duo Penna-Murolo in difesa, Radaelli e Puccio belli larghi sulle corsie e il capitano Moroni pronto a svariare a supporto di Ciano. Più tradizionale il 3-4-1 della Vogherese, con Sgarella, Nistor e Khouja a comporre il pacchetto arretrato, Pauletich e Dellaria sugli esterni e Morelli riferimento offensivo. Lo schieramento è volto a creare una manovra al tempo stesso avvolgente ed efficace. I pavesi, tuttavia, approcciano il match con tigna e si affidano alla velocità di Pauletich sulla destra, senza però trovare pertugi interessanti. Il gol del vantaggio Scarioni è tutto di squadra: Radaelli raccoglie un passaggio sbagliato di Grassia e lancia perfettamente lungolinea Ciano, il quale attende il momento giusto per calciare di sinistro sotto le gambe di Labbate. Di fatto la Vogherese si scompone, concedendo la seconda rete: Moroni crede a un pallone ormai perso e dalla linea di fondo centra per il solissimo Ciano che può così timbrare la doppietta.

ORDINE E LETTURE

Come da prassi spazio ai cambi nella ripresa. Marsili subentra a Quadu tra i pali arancioneri, in difesa spazio a Gotti mentre Bonfanti è il nuovo riferimento offensivo: rivoluzione a centrocampo con gli ingressi di Monti, Caruso e Panigalli. I mattatori del periodo sono proprio Monti e Caruso. Caruso segna il tris da calcio d'angolo, senza alcuna marcatura, poi Monti chiude un cross dalla sinistra sorprendendo alle spalle Sgarella e sigillando il tutto con una punizione a palombella. Niente da fare per i pavesi con il nuovo assetto, che prevede l'avanzamento di Dellaria come punta. Il gap fisico e tecnico è incolmabile, pur con tutta la buona volontà che i ragazzi in maglia nera ci possono mettere. Proprio Monti è il leader in campo della frazione in assenza di Moroni, si fa sempre sentire dettando le giocate ai compagni all'insegna della semplicità. Perché le cose semplici sono spesso la base per arrivare lontano.

PUNTO ESCLAMATIVO

La Scarioni onora l'impegno fino in fondo mandando a referto anche Horsey e Panigalli, il primo con una conclusione potente e abbastanza centrale mentre il secondo imbuca nel pertugio tra le gambe lo spunto di Bonfanti. Con il risultato al sicuro arriva l'occasione di guardare i dettagli ed è solo ora che si nota come Facchinetti segua solo con lo sguardo lo sviluppo della manovra dei suoi ragazzi. Mai un pallone sprecato, a cominciare dall'impostazione dal basso volta a creare superiorità grazie a Gotti e ad un possesso palla ritmato. Dall'altra parte del campo, i più meritevoli per abnegazione sono Grassia e Khouja, mai domi anche a risultato ormai compromesso. Al triplice fischio comunque grandi applausi per un gruppo che non molla mai, a dispetto di trasferte impegnative e avversari più quotati.

La Vogherese al completo

IL TABELLINO

FRANCO SCARIONI-VOGHERESE 7-0
RETI (2-0,3-0,2-0):
11' e 12' Ciano, 3' st Caruso, 9' st e 12' st Monti, 2' tt Horsey, 14' tt Panigalli.
FRANCO SCARIONI: 
Quadu, Horsey, Monti, Caruso, Penna, Murolo, Bonfanti, Moroni, Gotti, Marsili, Curcio, Ciano, Radaelli, Puccio Monica, Panigalli. All. Facchinetti.
VOGHERESE: Stella, Negruzzi, Grassia, Sgarella, Pauletich, Platini, Morelli, Dellaria, Labbate, Basile, Monegato, Nistor, Khouja. All. Stella.

L'INTERVISTA

Dopo le grandi cavalcate con i 2000 e i 2004, nuova sfida per Luca Facchinetti della Scarioni: «Siamo abbastanza bravi ad adattarci agli avversari, ma il nostro credo è quello di essere padroni del campo. La società è ormai da diverso tempo che vuole provare a fare il salto di qualità attraverso un'attenta pianificazione, per noi è importante creare un'amalgama di squadra sin dalla preagonistica per essere poi pronti quando sarà il momento».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400