Cerca

Women's Champions League

Le pagelle di Juventus-St Polten: Caruso fondamentale nel creare superiorità, giusta la mossa Hyyrynen

Il voto più alto va ovviamente a Bonansea, bene anche tutte le subentrate e Boattin come al solito è ovunque

Barbara Bonansea

L'esultanza di Barbara Bonansea dopo il primo gol (foto Valletta)

L'entusiasmante vittoria per 4-1 contro le campionesse d'Austria del Sankt Polten sono state il primo vero scoglio stagionale della Juventus di Montemurro. Serata perfetta per Barbara Bonansea che con due gol e un assist si è presa la scena. Benissimo anche Arianna Caruso che a centrocampo ha fatto la differenza e le esterne Boattin e Hyyrynen. Importantissimo il ritorno in campo di Lina Hurtig che ha segnato il quarto gol. Ora le bianconere sono attese al secondo turno dove affronteranno le campionesse d'Albania del Vllaznia.

Peyraud-Magnin 5.5 Unica nota leggermente negativa della serata. L'indecisione nell'uscita la fa rimanere a metà strada e permette a Enzinger di staccare di testa e scavalcarla con facilità. Però sta prendendo confidenza con la difesa e le sue indiscusse qualità verranno fuori.
Gama 6.5 Partita come al solito di grande generosità per il capitano che difende sempre con ordine per quasi tutti i 90 minuti e non si fa tanti complimenti nel mandare la palla il più lontano possibile quando il cronometro comincia a sorridere. Vicina anche al gol di testa, peccato per la conclusione troppo centrale.
Salvai 6.5 Molto bene in copertura all'inizio del match, sembra una cosa da poco ma spegnere le velleità delle austriache partite aggressive nei primi 5 minuti è stato fondamentale.
Hyyrynen 7 Montemurro ha scelto la sua esperienza al posto di Lundorf anche perché la finlandese ha una predisposizione più difensiva. Ha illuminato la notte vinovese con il lancio per Caruso che ha portato al fondamentale vantaggio di Bonansea. Per lei un primo tempo da protagonista assoluta.
28' st Lundorf 6.5 Entra sul 3-1 nel momento dell'arrembaggio disordinato delle austriache. La sua è una buona prestazione soprattutto in fase difensiva dove risulta molto ordinata.
Boattin 7 Centesima presenza con la maglia della Juventus festeggiata nel migliore dei modi. Come al solito sulla sua fascia lei è ovunque, a fermare le azioni di Zver prima e Enzinger poi, così come al solito si propone anche in fase avanzata.
Rosucci 7 Inizio di stagione importante per la numero 8, dopo la rete al Kamenica Sasa arriva un'altra prestazione maiuscola incorniciata dal salvataggio sul possibile tiro da posizione pericolosissima di Mikolajova. Una partita dominata dalla Juve poteva essere riaperta (sarebbe stato il gol del 3-2), ma ci ha pensato lei.
Caruso 8 La tripletta alle macedoni è stata pazzesca, ma il blasone dell'avversario poteva far pensare che fosse stato tutto sommato semplice. Ma contro le austriache fa ancora meglio, non segna ma è la costante spina nel fianco per le ragazze di Tanja Schulte. Suo l'assist per il vantaggio di Bonansea. Come ha sottolineato anche Montemurro a fine partita i suoi movimenti sono stati fondamentali perché o portava via una centrocampista o metteva costantemente pressione alla difesa.
Zamanian 6.5 Dopo un primo tempo al di sotto delle ultime prestazioni, nella ripresa si prende la scena con un lancio millimetrico a pescare Bonansea per il raddoppio. La mezz'ora che gioca nel secondo tempo è di grande livello.
28' st Pedersen 6 Minutaggio per riprendere la gamba e che serve alla Juve a mettere le cose in ordine nell'unico momento (appena dopo il 3-1) in cui le austriache sembravano essere tornate a crederci.
Cernoia 6.5 Quando non fa l'assist o non trova il gol non significa che sia meno incisiva. Non trova l'acuto ma come sempre mette in campo la sua personalità e le sue geometrie che sono sempre difficilmente decifrabili per le avversarie.
43' st Bonfantini 6.5 Poco più di cinque minuti per mettere in campo voglia e generosità. Ci crede su una palla che sembrava lunghissima tanto che per poco non la prende facendosi anticipare per un soffio dall'uscita di Kresche. Non fa salire le austriache concedendo una rimessa dal fondo piuttosto che far partire un primo passaggio.
Bonansea 9 La Juventus gioca benissimo, ma ancora una volta lei ci mette quella dose di estro che rende tutto magico. Il secondo gol è un pallonetto che contiene in sé genio e spregiudicatezza delle grandi campionesse. Due gol e un assist che mandano le bianconere a giocarsi almeno altre due partite di Champions.
28' st Hurtig 7 Il suo apporto a questa squadra sarà fondamentale. Lei non si è dimenticata come segnare (tanto lo ha continuato a fare per tutta l'estate), il gol del 4-1 è cosa fin troppo facile per una giocatrice della sua caratura.
Girelli 6.5 Non è stata una partita semplicissima per la numero 10, sono altre le zone del campo dove la Juve ha potuto fare la differenza. Però, quando le austriache erano ancora tutto sommato in partita, si è fatta trovare al posto giusto nel momento giusto e ha chiuso il match.
43' st Staskova 6.5 Pochi minuti per confermare la sua importanza nella rosa di quest'anno. Suo l'assist per Lina Hurtig che porta al 4-1 finale.
All. Montemurro 7.5 Cambia solo Hyyrynen per Lundorf rispetto alla partita contro le macedoni ed ha ragione perché la finlandese è maggiormente portata alla fase difensiva ed era ciò che serviva contro un attacco importante come quello delle austriache. Questo è stato il primo vero passaggio della stagione e la squadra lo sta seguendo: la Juventus ha avuto il dominio del gioco

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400