Cerca

Under 17 Femminile

Sedriano-Pro Sesto: accade tutto nel primo tempo, Melioli e Giordano protagoniste all'interno di una gara tutt'altro che scritta

La formazione biancazzurra perde l'occasione di avvicinare il Como in quarta posizione, grande prova d'orgoglio delle ragazze di Rivolta

Sara Melioli Sedriano Under 17

Sara Melioli, migliore in campo nella pareggiata con la Pro Sesto

La Pro Sesto pareggia 1-1 in casa del Sedriano e non riesce nel tentativo di centrare la seconda vittoria consecutiva. Una gara che ha visto gli ospiti passare in svantaggio ad inizio gara con il gol ad opera di Melioli, per poi riprendere la situazione in mano alla mezz'ora del primo tempo, con Giordano a timbrare il cartellino grazie ad una stupenda traiettoria. Sorridono invece le gialloblù, che dopo il pesante ko rimediato sul campo del Como, conquista un punto che dà morale dopo aver giocato i primi trenta minuti in maniera pressochè perfetta.

Melioli la sblocca, Giordano la livella. l Sedriano inizia subito schiacciando il piede sull'acceleratore e nel giro di due minuti riesce a rendersi pericoloso e lo schema è ricorrente: palla alle centrocampiste che poi hanno il compito di girare la sfera per l'inserimento delle attaccanti  e in particolare per i movimenti fulminei di Melioli, che più volte tiene impegnata la retroguardia difensiva della Pro Sesto. Al 4' minuto Miotto va a battere una punizione da centrocampo, che scodella perfettamente per l'inserimento proprio di Melioli che anticipa Saronni in uscita e con un tocco al volo deposita il pallone in fondo al sacco, per il gol che vale il vantaggio delle padrone di casa. Con la sicurezza acquisita dalla rete realizzata in apertura di gara le giocatrici gialloblù prendono in mano il pallino del gioco, chiudendo nella propria metà campo la formazione ospite. A rendersi pericolosa è sempre Melioli, che più volte scatta in profondità trovando si davanti al portiere, ma senza mai concretizzare definitivamente le tante occasioni raccolte, merito anche di Saronni che, eccetto in occasione del gol subito, si mostra pressochè perfetta nei tempi di uscita, anticipando più volte le intenzioni della 9 gialloblù. La Pro Sesto, pressata con grande veemenza in ogni zona del campo, fatica a metter fuori la testa dalla propria metà campo, ma al 27' sfrutta il piazzamento non eccellente della difesa avversaria lanciando a tutto campo Giordano, che arrivata al limite dell'area scorge con lo sguardo la posizione di Donati e col destro disegna una grande traiettoria che sorprende tutti e termina in porta per la rete del pareggio in quella che di fatto è la prima occasione utile per la formazione di Massera. Il Sedriano però non sta a guardare e al 34' ha una grande occasione con Catello che servita in profondità da Tabita si presenta davanti a Saronni che però è come al solito bravissima nell'opporsi con il corpo e a salvare la situazione. Nel finale di primo tempo entrambe le squadre hanno l'occasione di passare avanti nel punteggio e l'occasione più pericolosa è per il Sedriano, sempre con Melioli, che se ne va sulla sinistra e mette in mezo un pallone insidioso che Pannullo per poco non devia nella propria porta.

 Sara Melioli, ha segnato il gol del vantaggio per il Sedriano

Qui non si passa. Nel secondo tempo le squadre scendono in campo più accorte in fase difensiva, decidendo di rinunciare ad un pò di imprevedibilità in favore di più compattezza, e infatti i rispettivi attacchi si trovano a più riprese a sbattere contro i muri eretti dalle difese. Ad avere la prima chance ad inizio ripresa è la Pro Sesto, con Boldrini che viene servita al limite dell'area, salta Catello e poi va a conclusione col destro, palla che però non si abbassa e termina oltre la traversa. La formazione ospite sembra scesa in campo con più convinzione rispetto a quella mostrata nei primi quarantacinque minuti e riesce ad arrivare con più costanza nei pressi dell'area del Sedriano. Al 15' Rispoli vince un contrasto con Tranchida nei pressi della tre quarti campo avversaria e poi va subito al cross per Boldrini che tutta sola al centro dell'area calcia di piatto al volo, mandando il pallone alto da ottima posizione. È un quasi completo assolo delle biancazzurre, che arrivano prima su quasi tutte le seconde palle. Al 23' Boldrini fugge sulla destra e calcia da posizione defilata, Donati non trattiene generando così un batti e ribatti furibondo che viene faticosamente allontanato dai difensori della squadra di casa. Sette minuti più tardi l'undici gestito da Rivolta e Campetti ha l'opportunità di segnare il gol del sorpasso: al 30' Berzan sfrutta un disimpegno errato dei centrali, si presenta davanti a Saronni ma il suo rasoterra è debole e centrale. Nell'ultimo quarto d'ora le occasioni faticano a fioccare, Sedriano e Pro Sesto rinforzano la propria fisicità cambiandosi ad un assetto più contenitivo e  chiudendo gli spazi. La gara termine in parità e con un gol per parte, che di fatto lasciano invariata la situazione di entrambe le formazioni, salde al centro della classifica.   

IL TABELLINO

Sedriano-Pro Sesto 1-1
RETI (1-0, 1-1):
4' Melioli (S), 27' Giordano (P)
SEDRIANO (4-2-3-1):
Donati 6, Di Salvo 6.5 (21' st Faimali), Raimondi 6, Miotto 7, Rampinelli 6.5, Macchia 6, Tranchida 6.5, Catello 6.5, Melioli 7 (26' st Marcioni sv), Tabita 6 (14' st Berzan 6), Patuano 6.5.  A disp: Pennisi.  All. Rivolta, Campetti 6.5.
PRO SESTO (4-3-3):
Saronni 6, Tarantino 6, Rispoli 6.5 (26' Temri 6), Pannullo 6.5, Iacono 6, Pica 6, Orlandi 6, Coppola 6 (26' Mammolotti 6), Boldrini 6.5, Giordano 7, Buzzi 6.5 (12' st Ferraro 6).  A disp: Ancora, Adami, Merlo, Bresci, Borgonovo, Gisondi.  All. Massera 6.5.
ARBITRO: Trasacco di Busto Arsizio 6.5 
AMMONITI: Ferraro (P)

LE PAGELLE

SEDRIANO
Donati 6 In occasione del gol subito pecca di errato posizionamento sul trio effettuato da Boldrini e quando nel secondo tempo Boldrini va alla conclusione non trattiene un pallone non complicatissimo. Brava ad opporsi con il corpo quando si trova gli attaccanti davanti a sè.
Di Salvo 6.5 Punta e salta spesso la sua diretta avversaria sulla fascia destra, proponendosi sempre e con continuità in fase offensiva. Dalle sue parti non ci sono grossi pericoli e ciò le consente di tentare spesso di affondare.
Raimondi 6
Più contenuta rispetto a Di Salvo ma ugualmente efficace in fase di copertura, Boldrini e Buzzi sono due clienti difficili ma lei, seppur con qualche difficoltà riesce a tener botta.
Miotto 7
Una prestazione da autentica leader, da vero capitano prende per mano la squadra portando a lungo il pallone in cerca di soluzioni utili per le compagne, esce sempre vincitrice dai contrasti ed è dai suoi piedi che parte il lancio sfruttato da Melioli in occasione del gol del vantaggio.
Rampinelli 6.5
Praticamente perfetta nella prima mezz'ora di gioco, il reparto offensivo della Pro Sesto non la vede mai. Tiene egregiamente la linea anche nella ripresa, quando le due squadre aggiungono fisicità ai connotati dell'incontro.
Macchia 6
Distratta sul lancio che manda in porta Boldrini per la rete dell'1-1 ospite, dove non segue il movimento nella nove biancazzurra, attenta e diligente in fase di copertura.
Tranchida 6.5
Viene innescata spesso dalle aperture di Catello e Tabita e risponde urlando presente, mette in seria difficoltà Rispoli e Tarantino, che faticano a tenerla. Non calcia mai in porta ma il suo contributo alla fase offensiva non va denigrato.
Catello 6.5
Va ad un passo dal gol su uno splendido suggerimento di Tabita, ma Saronni è bravissima a sbarrarle la strada. Svolge un ottimo lavoro insieme a Miotto nel fornire apporto alla propria difesa, e quando va in avanti la qualità delle sue giocate è evidente.
Melioli 7
Una vera e propria tempesta abbattutasi contro il villaggio della Pro Sesto, svaria tra il centro e la fascia e le sue giocate non sono mai casuali. Di fino è il tocco con cui anticipa il portiere e segna la rete del vantaggio, esce dal campo tra gli applausi di entrambe le tifoserie. 
Tabita 6
Meno appariscente rispetto alle sue compagne, ma quando il pallone passa dai suoi piedi se ne intende subito la qualità. Prova a più riprese a sventagliare in avanti e ci riesce con discreti risultati, ottima nei tempi di gioco.
Patuano 6.5
Nella prima parte di gara ha discreta libertà di movimento e la sfrutta a dovere buttandosi spesso in profondità, nel tentativo di colpire la retroguardia avversaria, incapace almeno inizialmente di leggere i suoi movimenti.
All. Rivolta, Campetti 6.5
La squadra scende in campo con la giusta grinta ma dopo il gol segnato sembra accontentarsi eccessivamente, lasciando il pallino del gioco in mano alla Pro Sesto. Grazie alla sua difesa però riesce a reggere il colpo, conquistando un punto che lascia invariata la situazione di classifica.

 

PRO SESTO
Saronni 6 Non perfetta in occasione della rete dell'1-0 segnata da Melioli, in occasione della quale sbaglia nettamente i tempi di uscita per rimediare ad un movimento errato della propria retroguardia. Attentissima nell'uno contro uno, salva il risultato a fine primo tempo con un grande intervento su Catelli.
Tarantino 6 Si trova a fronteggiare Patuano e Melioli con più di qualche patema, non riesce a leggere i loro movimenti e fatica a sganciarsi in avanti per tentare sortite offensive. Costretta a ripiegare più spesso di quanto dovrebbe.
Rispoli 6.5 S
ulla fascia sinistra la situazione è ben diversa e riesce ad emergere più facilmente rispetto a Tarantino, servendo palloni interessanti che però i centrocampisti non sfruttano a dovere. Brava anche quando deve difendere.
Pannullo 6.5
In assoluto la migliore in campo della Pro Sesto, capitano di assoluto spessore. Guida l'intero reparto con grandissima leadership richiamando più volte all'attenzione le sue compagne. Dalle sue parti non passa niente.
Iacono 6
A centrocampo è battaglia dura e lei ha il compito di fare da raccordo tra i reparti, troppo schiacciata verso i difensori nel primo tempo rimedia parzialmente nella ripresa quando ha maggior tempo e spazio per impostare la manovra.
Pica 6 L
a guida di Panullo ha ottimi effetti sulla retroguardia e lei ne è l'esempio, distratta in occasione del gol tira fuori una solidisssima prestazione, che chiude la porta alle folate offensive del Sedriano.
Orlandi 6
La più pericolosa tra le centrocampiste, si butta in inserimento tagliando in modo vincente la difesa delle padrone di casa. Non riesce a concludere verso la porta come vorrebbe ma compensa tenendo alto il ritmo per tutta la durata dell'incontro.
Coppola 6
Da fisicità e quantità al centrocampo, in fase offensiva si vede di rado poichè impegnata in quella di copertura, vista la giornata straordinaria di Melioli. Non dà il giusto apporto agli attaccanti come chiestogli dal suo allenatore, è però da premiare per la sua determinazione nel non mollare mai la presa.
Boldrini 6.5
Impegna spesso Donati calciando sempre quando gli è possibile, fallisce una grande occasione nella ripresa che avrebbe potuto significare tre punti, ma il suo piatto termina alto da buonissima posizione. Non è però da criticare, è una delle principali e più importanti fonti dell'attacco della Pro Sesto.
Giordano 7 
É suo il lampo di classe che consente alla formazione di Massera di pareggiare l'incontro. Dispensa qualità in ogni zona del campo, gioca al centro dell'attacco ma agisce in una posizione singolare da falso nueve, mandando in bambola la difesa del Sedriano.
Buzzi 6.5
Va in uno contro uno con Di Salvo ma la giocatrice gialloblù è bravissima nell'intercettare i suoi tentativi di dribbling, meglio nei secondi quarantacinque minuti in cui la Pro Sesto assume il comando delle operazioni, repentina nei movimenti ed efficace nelle giocate.
All. Massera 6.5
Le sue ragazze non scendono in campo con il giusto atteggiamento e ne pagano le conseguenze, si rimettono in carreggiata grazie ad una magia di Giordano, che le consente di giocare con la testa più sgombra e i risultati, seppur non supportati dal punteggio finale, si vedono nel secondo tempo.

 

ARBITRO
Trasacco di Busto Arsizio 6.5
L'incontro si svolge senza troppe difficoltà e ciò lo agevola nella direzione, quando gli animi si scaldano è bravo nel raffreddare la situazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400