Cerca

Under 17 Femminile

L'Inter sa solo vincere: doppietta di Fadda e capolavoro di Tironi, Milan ribaltato

Come all'andata, le nerazzurre rimontano il Diavolo: l'approdo alle fasi finali è matematico

Inter-Milan Under 17 Femminile

Paola Fadda, centravanti con il gol nel sangue: prima aggancia il Milan con un colpo da cobra, poi gli dà il colpo di grazia segnando il 3-1

Amale. Chi? Le ragazze dell'Inter Under 17. Perché? Perché hanno colorato Milano di nerazzurro, un'altra volta. Come? In rimonta, come all'andata, rendendo tutto ancora più magico. Quando si vince un derby, del resto, è sempre una goduria immensa: farlo ribaltando lo svantaggio iniziale poi dà ancora più soddisfazione. E anche se in ballo non c'era la qualificazione alle fasi finali, già praticamente certe per entrambe - e ora matematiche per le nerazzurre - la stracittadina consegna virtualmente il dominio e le chiavi della città: e il 3-1 nel recupero della 19ª giornata incorona le ragazze di Stefano Torriani, che centrano pure la vittoria numero 17 in altrettante partite (CLICCA QUI per vedere la classifica). Primo passo per un cammino che ora entra nel vivo: con le chiavi di Milano, capitan Silvia Bufano e tutte le sue compagne cercheranno di aprire le porte che portano allo Scudetto.

Amale! Le ragazze dell'Under 17 dell'Inter festeggiano la vittoria nel derby: dopo la rimonta dell'andata, un altro capolavoro nerazzurro

UNDICI METRI DI DIFFERENZA

Quelli che nel primo tempo certificano l'1-0 con cui il Milan arriva in vantaggio all'intervallo. Un risultato pure meritato, con le rossonere brave a tenere bene il campo e a sfruttare la freddezza dal dischetto di Sofia Sperduto che al 13' porta avanti il Diavolo. Un rigore concesso per un rimpallo sulla mano di un difensore dopo il rinvio di Castelli, episodio solo successivo all'altro penalty, concesso all'Inter pochi minuti prima: Fornara sfonda e crossa dalla destra, Cappa tocca col braccio e per Corrado è calcio di rigore. A incaricarsi della battuta è Tironi, ma Alberti fa il miracolo distendendosi sulla propria destra e respingendo. L'uno-due premia dunque il Milan che, forte di un centrocampo in cui Renzotti e Donolato tengono botta rispetto alla dirompenza nerazzurra, riesce poi a tenere distante l'Inter dalla propria area creando pure qualche occasione per raddoppiare: Castelli para su Cappa dopo il contropiede di Renzotti (34'), poi esce bene su Pecce innescata in profondità da Sperduto (39'), guarda sfilare a lato le conclusioni di Donolato e Sperduto (40') e infine vola alla sua destra mettendo in angolo il gran tiro da fuori di Cappa (45'). Però attenzione: le occasioni rossonere non sono testimonial di un primo tempo dominato dal Milan. L'Inter c'è e anche se non crea vere e proprie palle gol dà l'impressione di poter sfondare in qualsiasi momento: Torriani a metà tempo inverte le posizioni di Fadda e Di Cataldo, e nel recupero arriva il primo vero pericolo (rigore escluso) per Alberti quando Truncali crossa dalla sinistra, Fadda va in cielo a deviare da testa ma la palla sfila fuori non di molto.

L'esultanza delle ragazze del Milan dopo il rigore del vantaggio trasformato da Sofia Sperduto

INTERISMI

Il Milan - memore di quando successo all'andata (rimonta interista da 20 a 3-2) - sa bene che il gol di vantaggio non può bastare, e così De Martino dopo 5 minuti della ripresa cerca di dare più solidità allo scacchiere rossonero inserendo Orsenigo a metà campo arretrando Donolato e dando il cambio a Porta, al suo posto Carotenuto. Le avvisaglie che l'Inter sarebbe stata arrembante c'erano già state al 2' con un tiro a lato di Di Cataldo, la conferma è arrivata al 5' con una gran punizione di Mutti messa in angolo da Alberti. Sono chiaramente le prove generali del pareggio che arriva al 14' con Fadda, che ritrova il suo istinto da bomber insaccando con un perfetto diagonale rasoterra l'1-1. Da questo momento in poi, è solo Inter: le nerazzurre alzano ritmi e baricentro, mettono il Milan nella propria metà campo e non lo fanno più uscire nemmeno in contropiede. Le rossonere vanno un po' in apnea e le ragazze di Torriani ne approfittano piazzando il sorpasso e poi chiudendo definitivamente i conti: il gol del 2-1 è un capolavoro assoluto di Carolina Tironi che recupera palla sulla trequarti e indovina un tiro dai 20 metri che si insacca all'incrocio dei pali (16'), il 3-1 finale lo firma ancora Paola Fadda che coma un cobra si avventa sulla corta respinta di Alberti dopo la grande azione a sinistra di Benedetta Santoro, classe 2007 nonché capitana dell'Under 15. Al Milan - che in tutto il campionato ha preso 12 gol e la metà li ha subiti nei derby - manca l'ultima reazione, l'Inter mette in ghiaccio il risultato e si crogiola nella sua classifica perfetta (216 gol fatti e solo 5 subiti): consapevole che il bello deve ancora venire, ma anche che giocando così si può arrivare fino in fondo

IL TABELLINO

INTER-MILAN 3-1
RETI (0-1, 3-1): 13' rig. Sperduto (M), 14' st Fadda (I), 16' st Tironi (I), 32' st Fadda (I).
INTER (4-4-2): Castelli 7, Bonsi 7, Bufano 7.5, Truncali 7 (34' st Marini 7), Boccardo 7.5, Mutti 7.5, Fornara 7, Razza 8, Fadda 8.5, Tironi 7.5, Di Cataldo 7.5 (26' st Santoro 7.5). A disp. Tornaghi, Caccia, Trandafir, Fabbruzzo, Compiani, Tagliabue. All. Torriani 7.5.
MILAN (4-3-1-2): Alberti 7.5, Cappa A. 7, Gemmi 7 (5' st Orsenigo 6), Renzotti 7, Zanini 7 (31' st Paglia 6), Porta 6.5 (5' st Carotenuto 6), Adelfio 6.5, Donolato 7, Pecce 6.5, Cappa M. 7 (40' st Zanisi sv), Sperduto 7.5. A disp. Marcomini, D'Agostino, Pengo. All. De Martino 6.5.
ARBITRO: Corrado di Cinisello Balsamo 6.5.
AMMONITI: Cappa M. (M), Donolato (M), Gemmi (M), Cappa A. (M), Razza (I), Boccardo (I).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400