Cerca

Scuola Calcio Femminile

Tre bambine coinvolgono le amiche: nasce così la Besnatese Femminile

Il responsabile del settore giovanile allenerà una nuova squadra femminile formatasi recentemente dall'iniziativa di Celeste, Aurora e Alice

Le nuove biancoblù

In casa Besnatese si è da un mese formata una nuova squadra femminile di categoria mista, che comprende delle atlete nate nelle annate dal 2009 al 2016. La rosa biancazzurra ne annovera ben venti, allenate dal responsabile del settore giovanile maschile Fausto Zanesi. Le origini di questa formazione si devono all'iniziativa di tre giocatrici che militavano nei Pulcini biancoblù: Alessia Zanesi, Aurora Fontana e Celeste Maggio, che hanno coinvolto in campo anche delle amiche, intenzionate a praticare il gioco del calcio.

Zanesi spiega la sua metodologia: «Ho iniziato insegnando loro le tecniche basilari del calcio, spiegando anche i molteplici modi per poter tirare in porta, perché ho notato che in generale per ora tendono a calciare prevalentemente di punta, mentre occorrono delle abilità balistiche anche di collo, e anche l'esecuzione dei passaggi fra loro di piatto. Apprezzo molto che siano già rapide e fluide dal punto di vista coordinativo nelle fasi di non possesso di palla». Le ragazzine hanno giocato il Torneo dei Soccer Boys a Turbigo, nel milanese, affrontando anche l'Universal Solaro, l'Arsaghese e il Bareggio. Il tecnico evidenzia: «Sul campo a cinque hanno avuto delle difficoltà, ma mi ha fatto piacere che non si siano demoralizzate a causa delle reti che hanno subito. Queste atlete sono molto educate, volenterose, e hanno sempre il desiderio di essere coese». Zanesi focalizza alcuni aspetti da consolidare, ma sotto l'aspetto psicologico: «In gara dovrebbero essere più temerarie nell'eseguire le giocate, i duelli e i contrasti difensivi».

Le biancoblù hanno disputato delle amichevoli a sette contro i Pulcini del Busto Pink, entrambe perse. L'allenatore coglie tuttavia degli aspetti interessanti, e svela in seguito la sua tattica: «Nell'amichevole persa per 3-2 le mie giocatrici hanno effettuato molti tentativi a rete, ma devono ancora assimilare le dinamica del reparto difensivo. Adotto l'1-2-3-1, sistema al quale si sono ben abituate, ma in una categoria femminile di Pulcini, a differenza di una maschile, è ancora prematuro fare riferimento alle posizioni corrette da occupare in campo». L'unico portiere è Noemi Mengoli. Tra le difensore emergono anche Giorgia Filetti e Martina Bordoni, mentre a centrocampo si distinguono anche Flavia Ignelzi, le gemelle Alice e Giulia Battistella, Noemi Fuscaldo, e anche l'esterna Valentina Taurino. In squadra anche Aurora Gibilras, Alice Vibrante, Vittoria Sartori, Angelica Martins Santana, Alice Battistella, Paola Palma, Valentina Sartoni e Cloe Mastrogiovanni. Il tecnico ritiene: «Prima delle partite consiglio sempre loro di divertirsi e di non essere timorose. Personalmente ho fiducia in queste atlete, perché sono determinate, diligenti durante gli allenamenti, e hanno anche degli evidenti margini di miglioramento dal punto di vista calcistico. Ho un buon dialogo con loro, e per la prossima stagione intendo iscriverle ad un campionato nel comitato di Varese». In merito a questa nuova formazione, nello staff societario vi è un dibattito in merito al nome da attribuirle: il segretario Michele Crobu pensa di chiamarla “Snake Pink“, biscione rosa, come riporta il simbolo nel logo della Besnatese; Zanesi opta per “Besnapink“, mentre il presidente Rolando Pozzi preferirebbe "Besnatese Rosa", più immediatamente comprensibile, per via dei termini in lingua italiana.  

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400