Cerca

News

Emergenza Arbitri: A poche ore dalla scomparsa della mamma scende ugualmente in campo a dirigere la sua gara

Matteo Scopelliti aveva promesso di dedicarle la sua partita del weekend e così ha deciso di scendere in campo per onorare la sua memoria

Matteo Scopelliti

Matteo Scopelliti, arbitro appartenente alla sezione AIA di Milano

In questo surreale weekend appena trascorso, falcidiato da un’emergenza nuova per il mondo del calcio cittadino, il volto dell’AIA che non molla è quello di Matteo Scopelliti. Nonostante avesse perso la mamma soltanto da pochi momenti, infatti, il giovane direttore milanese non ha rinunciato ad arbitrare Nuova Bolgiano-Pro Novate di Under 18, partita a lui designata in settimana, ed è regolarmente sceso in campo con la volontà di non aggiungere un altro rinvio ai numerosi già registrati per insufficienza di copertura. Al campo, prima del fischio d'inizio, su indicazione del delegato Adriano Girotto è stato osservato un minuto di silenzio in segno di cordoglio.

A precisazione e integrazione della notizia pubblicata sul numero di Sprint e Sport in edicola, è importante specificare come la decisione di arbitrare a poche ore da una gravissima perdita sia stata del tutto intima e personale. Matteo aveva promesso di dedicarle la sua partita del weekend, e così ha deciso di scendere in campo per onorare la sua memoria. Benché l'indicazione a tutti gli arbitri milanesi fosse stata quella di fare il possibile affinché fossero gestite il maggior numero di partite, infatti, è evidente che in un momento così difficile Matteo sarebbe stato dispensato da qualsiasi responsabilità nei confronti del suo ruolo e dell'associazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400