Cerca

Under 19

Thiebat apre, Simone Pitti sigilla: il Quincitava batte lo Charva e resta in scia dell'Ivrea

Gara solida dei ragazzi di Vallomy che piegano 2-0 un ostico Charvensod; resta aperto uno spiraglio per la corsa verso i playoff

Thiebat apre, Simone Pitti sigilla: il Quincitava batte lo Charva e resta in scia dell'Ivrea

Simone Pitti e Thiebat, i due marcatori del match odierno.

Il Quincitava conquista il terzo successo consecutivo, piegando 2-0 con un goal per tempo lo Charvensod, dopo un match giocato su un campo reso molto molto pesante dalla pioggia. Vittoria fondamentale e meritata per i ragazzi di Vallomy perché, con i tre punti odierni, salgono in classifica a quota 49 punti, rimanendo in scia a -5 dall'Ivrea seconda in classifica (vincitrice per 5-2 dalla trasferta contro l'Aygreville ndr), in attesa del tesissimo derby di sabato prossimo proprio contro la compagine di Conta.
Valdostani che invece, dopo la battuta d'arresto odierna, rimangono fermi in classifica a 35 punti, facendosi sorpassare dalla Rivarolese e, visto il difficile trittico di partite all'orizzonte, dovendo ora fare attenzione alla risalita di Settimo e Ivrea Banchette in ottica playout.

Quincitava che per la sfida si schiera con un 4-3-3: Borea tra i pali, Ghina e Perino larghi sulle fasce con Scala e Micheletto al centro della difesa; Simone Pitti in mediana con Macinato e Thiebat a supporto, Edoardo Pitti largo a destra, Lago largo a sinistra, con Ferrari punta.
Charvensod che invece si schiera con un 4-4-2: Maruca con il numero uno, Pozza e Ciavorella sulle corsie esterne con Agostino e Cugnac al centro della difesa, Milani e Barletta al centro del centrocampo con Haddad e Cavallero larghi sulle fasce. Tandem offensivo formato da Gianluca Mammoliti e dal bomber del girone di ritorno Bianquin. 

LA PARTITA

Ferrari è il più pericoloso. Match, che senza ombra di dubbio, é condizionato dalle condizioni metereologiche avverse, visto che entrambe le compagini si vedono costrette a giocare su un campo reso molto pesante da una pioggia battente che ha accompagnato il match fino al triplice fischio finale. Terreno di gioco che ha condizionato entrambe le compagini, costrette a basare il proprio gioco su lanci lunghi alla ricerca dei propri attaccanti. Partita che però, dopo 9 giri d'orologio, regala la prima occasione degna di nota, ed é per il Quincitava. Cross millimetrico di Ghina dalla destra, che pesca Ferrari tutto solo in mezzo all'area di rigore, attaccante di casa che sale in cielo, ma da buona posizione incorna la palla a lato. Al 15', la compagine di Vallomy si fa di nuovo vedere dalle parti di Maruca: angolo per i canavesani, cross millimetrico di Macinato, Scala con una splendida volée conclude al volo in porta, ma Maruca é provvidenziale nel togliere la palla dalla porta con un miracolo, prima che la sfera che poi é allontanata dalla linea da un difensore ospite. Il Quincitava continua a premere sull'acceleratore, ed al 24' mette di nuovo Maruca alle strette. Thiebat é bravissimo a recuperare il pallone sulla trequarti, imbucando poi la sfera per Ferrari; l'attaccante di casa, una volta varcato il confine dell'area di rigore, lascia partire un siluro verso la porta, ma Maruca é di nuovo miracoloso nel dirottare in corner il bolide del numero 11. Quincitava che non patisce nulla grazie ad una fase difensiva senza fronzoli e che prima sfiora il gol con Lago e poi al 37' passa. Azione sulla sinistra dei ragazzi di Vallomy, con Macinato che in prossimità della bandierina é bravo a difendere bene palla tra i difensori ospiti, scaricando poi la sfera per Thiebat; il centrocampista giallonero dai 20 metri lascia partire un siluro di destro che non lascia scampo a Maruca, per il goal dell'1-0 in favore dei locali. Valdostani, che dopo lo schiaffo riescono a reagire, ma solo sul finale di tempo, con una punizione di Cavallero disinnescata agilmente da Borea. Dopo quest'occasione il signor Ghirone della sezione di Ivrea, fischia per due volte, mandando le squadre a bersi un tè caldo. 

Edoardo Pitti perdona, Simone no. Nella ripresa, il cronometro fa appena in tempo a compiere 4 giri che il Quincitava va ad un passo dal raddoppio. Contropiede sulla sinistra per i ragazzi di Vallomy, con Lago che é bravissimo a servire con un'imbucata millimetrica Edoardo Pitti davanti a Maruca, ma il 7 orostellato spara la sfera sul fondo nel modo più incredibile. Gol sbagliato e gol (quasi) subito. Sul capovolgimento di fronte, lo Charvensod va vicinissimo al pari: galoppata alla velocità della luce di Bianquin sull'out di destra, una volta esser giunto in prossimità della porta avversaria il numero 9 incrocia il tiro sul palo lontano, ma chiudendo troppo il suo destro e non capitalizzando una buona chance. I ragazzi di Farinella crescono a vista d'occhio e al 12'st vanno di nuovo vicini al goal del pari: la punizione dal limite dell'area di Bianquin viene respinta corta da Borea, con la palla che poi danza beffardamente sulla linea fino a svanire sul fondo. Dopo quest'occasione, il match entra in una fase di stallo, in cui entrambe le compagini sono vincolate a giocare "palla lunga e pedalare", vista la pioggia incessante che si abbatte da ore sul Cipriano di Quincinetto. Al 30' però, i ragazzi di Vallomy riemergono e riescono a trovare il raddoppio. Macinato scarica palla a Simone Pitti, il quale, dai 30 metri, lascia partire una pennellata millimetrica, che va a spegnersi sotto l'incrocio dei pali, lasciando immobile un incolpevole Maruca, per il goal del 2-0 che mette in cassaforte il match. Dopo il goal del raddoppio la partita scivola via, regalando solamente un'altra emozione prima del fischio finale. Occasione degna di nota, che arriva proprio sul gong: punizione dalla sinistra per gli ospiti, cross geometrico di Ciavorella su cui Catalano inzucca perfettamente, ma Borea é bravo a salvare blindando il successo odierno e il clean-sheet. Dopo quest'occasione, il direttore di gara fischia per tre volte, ponendo fine ad un match che ha regalato i 3 punti ai ragazzi di Vallomy.
Ora 7 giorni di pausa e sabato prossimo il derby Ivrea-Quincitava che può valere una stagione.

                                                                       IL TABELLINO

QUINCITAVA-CHARVENSOD: 2-0
RETI: 37' Thiebat (Q), 30' st Pitti S (Q). 
QUINCITAVA(4-3-3): Borea 6.5, Ghina 7, Perino 7(7' st Barbieri 7), Pitti S 7.5, Micheletto 7, Scala 7, Pitti E 6.5(33' st Gnorra 6.5), Thiebat 8(39' st Orlarey sv), Lago 7(37' st Serra sv), Macinato 7, Ferrari 6.5(26' st Rolfini 6.5). A disp Faccio. All Vallomy 8. 
CHARVENSOD(4-4-2): Maruca 7(33' st Distrotti 6.5), Pozza 6, Ciavorella 6, Milani 6.5, Agostino 6, Cugnach 6, Cavallero 6.5, Haddad 6(1' st Giuliano 6.5), Bianquin 7, Barletta 6.5(11' st Sirianni 6.5), Mammoliti 6(20' st Catalano 6). All Farinella 6.5. 
AMMONITI: Micheletto (Q), Pozza (C).
ESPULSI: Pitti S (Q).
ARBITRO: Ghirone della sezione di Ivrea 6 Nella prima frazione di gioco riesce ad avere sempre il match in mano, dirigendolo con disinvoltura, nella ripresa sbaglia diverse decisioni da ambo le parti.

                                                                   LE PAGELLE 

QUINCITAVA
Borea 6.5 Nella prima frazione di gioco, tolta una punizione ben disinnescata non é mai impegnato, ad inizio ripresa rischia qualcosa sulla punizione di Bianquin, però poi si riscatta nel finale blindando il clean sheet con due belle parate sul gong.
Ghina 7 Disputa una partita solida, sull'out di destra cerca di dare appoggio e sostegno a Pitti E, tutte le volte che si apre un varco galoppa sulla corsia di destra alla velocità della luce.
Perino 7 Per lui bisogna sostanzialmente fare lo stesso discorso fatto per Ghina, anche lui riesce a svolgere una buona fase difensiva dando contemporaneamente appoggio a Lago, non appena ha campo.
7' st Barbieri 7 Entra e si preoccupa maggiormente nello svolgere una buona fase difensiva, ma visti i risultai ha fatto la scelta giusta, in quanto dalla sua parte in valdostani non sono quasi mai pervenuti.
Pitti S 7.5 In mediana gioca un partita solida rischiando il meno possibile, pesca un jolly dai 30 metri che blinda lo strameritato successo dei suoi, mezzo punto in meno per l'espulsione perché anche se ha preso una gomitata, visto il 2-0, ed il poco tempo che mancava, non doveva reagire. 
Micheletto 7 Disputa un'ottima gara in cui riesce a fare delle ottime chiusure difensive, con Scala riesce a neutralizzare nel migliore dei modi le punte ospite, anche lui rischia il meno possibile visto un campo che non é in ottime condizioni.
Scala 7 Per lui bisogna sostanzialmente fare lo stesso discorso fatto per Micheletto, disputa un'ottima fase difensiva, e solo un grande intervento di Maruca gli nega la gioia del goal del possibile 1-0.
Pitti E 6.5 Gioca una partita di sacrificio cercando di dare una mano alla squadra sia in fase offensiva, sia in fase difensiva, attende con calma il momento giusto per colpire, che arriva ad inizio ripresa, ma getta il vento possibile raddoppio sparando la palla fuori.
33' st Gnorra 6.5 Entra e gioca 15 minuti cercando di dare una mano sia in fase offensiva sia in fase difensiva, non appena si apre un varco, sgasa sull'out di destra cercando di colpire in contropiede.
Thiebat 8 Senza ombra di dubbio é il migliore in campo del match di Quincinetto, gioca una partita solida a centrocampo dando supporto a Pitti e Macinato, a fine primo tempo riesce a scaraventare in rete il goal dell'1-0 che mette la partita in discesa per i suoi(39' st Orlarey sv).
Lago 7 Sull'out di sinistra gioca una partita di sacrificio cercando di dare una mano alla squadra sia in fase offensiva, sia in fase difensiva, ad inizio ripresa é bravo a mettere Pitti E di fronte a Maruca con un ottimo filtrante (37' st Serra sv).
Macinato 7 Anche lui gioca una buona gara, a volte é saltato perché la squadra verticalizza molto per i propri attaccanti, ma nel goal dell'1-0 svolge un ottima fase difensiva in zona bandierina, sfornando poi un ottimo assist per Thiebat.
Ferrari 6.5 Nella prima frazione di gioco é quello che crea più attaccanti alla difesa ospite, al 9' va vicinissimo al goal mettendo di poco a lato un cross di Ghina, poi mette Maruca alle strette, nella ripresa riesce ad essere di vitale importanza in fase difensiva riuscendo a far salire la squadra. 
26' st Rolfini 6.5 Entra e sgasa non appena gli si apre un varco tra i difensori ospiti, si procurerebbe un rigore non ravvisato dal direttore di gara.
All. Vallomy 8 Oggi aveva di fronte un avversario ostico su un campo reso insidioso dalla pioggia, senz'ombra di dubbio i suoi hanno meritato di vincere, rischiando niente nel primo tempo, e tre volte nella ripresa. Adesso ha una settimana per preparare un derby da dentro o fuori per la lotta per il secondo posto. 

Quincitava Under 19

CHARVENSOD
Maruca 7 Gioca un'ottima partita, nel primo tempo salva i suoi almeno tre volte con degli interventi capolavoro. Sui goal subiti non può farci niente e, anche nella ripresa, è sempre attento quando viene chiamato in causa.
33' st Distrotti 6.5 Entra e fino al triplice fischio risponde sempre presente tutte le volte in cui viene chiamato in causa.
Pozza 6 Dalla sua parte c'é Lago, il 9 giallonero lo mette un po' in difficoltà anche se tutto sommato non gli lascia creare delle nitidissime palle goal.
Ciavorella 6 Dalla sua parte c'é Pitti E, anche lui fa un po' fatica con l'attaccante esterno di casa, ad inizio ripresa se lo perde nell'occasione più pericolosa della partita, ma per sua fortuna tira largo.
Milani 6.5 Molte volte é saltato in mezzo al campo perché visto il campo pesante, la squadra cerca sempre di innescare gli attaccanti con dei lanci lunghi, ma per il resto gioca una discreta gara svolgendo il suo.
Agostino 6 Viste le condizioni del campo dal primo minuto fino all'ultimo cerca sempre i propri attaccanti, badando molto più al sodo che al bello.
Cugnach 6 Lui é quello che fa a sportellate con Ferrari, nel primo tempo se lo perde due volte, e per poco la punta locale segna, nella ripresa lo riesce a tenere un po' meglio.
Cavallero 6.5 Sulla corsia di sinistra gioca un po' più stretto nella prima frazione di gioco per creare densità in mezzo al campo, mentre nella ripresa gioca largo per dare ampiezza al gioco, tira una buona punizione sul finire del primo tempo.
Haddad 6 Gioca un tempo in cui é chiamato a dare una mano alla difesa quando il Quincitava spinge sull'acceleratore, non riesce a colpire in contropiede.
1' st Giuliano 6.5 Entra cercando di dare più profondità al gioca della squadra quando i valdostani provano a colpire in contropiede, molto pericoloso sulle palle inattive.
Bianquin 7 Tra tutto il reparto offensivo valdostano lui é il più pericoloso, nella prima frazione di gioco non riesce a pungere, ma nella ripresa gela al sangue ai tifosi di casa in almeno 2 occasioni. 
Barletta 6.5 Anche lui come Milani spesso é saltato dal gioco della squadra perché viste le condizioni del terreno di gioco, i valdostani si basano molto su dei lanci lunghi.
11' st Sirianni 6.5 Entra e cerca di dare appoggio alla difesa per poi innescare i propri attaccanti con dei lanci lunghi.
Mammoliti 6 Non riesce a pungere perché i difensori locali lo riescono a tenere abbastanza bene, in compenso riesce ad essere di supporto per la difesa.
20' st Catalano 6 Entra ma non riesce ad incidere sul gioco perché specialmente dopo il 2-0, saltano i piani di gioco e la partita si scalda.
All Farinella 6.5 Oggi si trovava di fronte un avversario ostico che é ancora in corsa per il secondo posto, senza ombra di dubbio i suoi hanno pagato dazio nel giocare su un campo pesante, anche se però, quest'oggi hanno meritato di perdere perché il Quincitava é stato più pericoloso dei valdostani.

Charvensod Under 19

Ghirone della sezione di Ivrea 6 Nella prima frazione di gioco riesce ad avere sempre il match in mano, dirigendolo con disinvoltura, nella ripresa sbaglia diverse decisioni da ambo le parti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400