Cerca

Under 19

Maledizione Quincitava, Piscitelli allo scadere nega lo storico accesso ai playoff

L'ex Amir Ferrari per la storia, ma la Dea bendata volta le spalle agli orostellati proprio ad un passo dall'impresa

Maledizione Quincitava, Piscitelli allo scadere nega lo storico accesso ai playoff

Nicola Piscitelli pareggia allo scadere e condanna il Quincitava ad un finale di stagione anticipato

Ha del clamoroso l'epilogo del big match del Cipriano tra Quincitava e Volpiano. La compagine di Gianluca Vallomy, fino a pochi istanti dalla fine della sfida contro la capolista, aveva virtualmente un piede nei playoff grazie alla rete del subentrato nonché grande ex Amir Ferrari; ma il gol in extremis del classe 2005 Nicola Piscitelli, valso l'1-1 finale, condanna al terzo posto gli orostellati e soprattutto all'addio al sogno chiamato final-eight. A lasciare ancora di più con l'amaro in bocca gli eporediesi è il clamoroso flipper nell'area Foxes all'ultimo minuto di recupero, in cui per quattro volte consecutive la palla é stata letteralmente murata sulla linea di porta dalla strenua difesa biancoblù.
Se finisce nel peggiore dei modi la favola Quincitava, dall'altro lato il Volpiano si conferma squadra di grandi qualità anche con molte seconde linee in campo e si appresta così ad affrontare i playoff della post-season come una delle favorite. All'orizzonte c'è il Venaria e il fattore campo potrebbe essere d'aiuto per la formazione di Davide Santoro.

LA PARTITA

Il Quincitava si schiera con un solido 4-3-3 con Borea tra i pali, Verteramo e Micheletto sulle corsie esterne e Scala e Mattioli al centro della difesa. Scaglia Rat inizialmente mediano, con Vergano e Thiebat a supporto del tridente offensivo formato da Lago, Yon e Perino.
Il Volpiano che a sua volta si schiera a specchio, con Longo a difendere la porta, Iovene e Szasz Spataru in mezzo alla difesa e  Savva e Guzzo esterni bassi; Santoro si affida poi a Cimenti in mediana, con Grandini e Cavalla a supporto, mentre in avanti spazio al trio inedito formato da Gagliano, Sponzilli e il puntero Bussolo.

Ancora attimi di spavento. Prima di parlare del match, é giusto sottolineare la sportività dei padroni di casa, che accolgono l'ingesso in campo del Volpiano vincitore con un splendida e sportiva passerella. Andando in cronaca, la prima frazione di gioco regala subito i brividi, ma non quelli belli ed emozionanti che piacciono agli spettatori, bensì il contrario. Perché dopo una ventina di minuti, esattamente come all'andata, il gioco si deve fermare per 5 minuti per un durissimo scontro aereo tra Scala e Grandini. Fortunatamente però, a differenza dell'andata (in cui Lago fu costretto ad abbandonare il campo in ambulanza), il duro impatto avvenuto non compromette la partita di entrambi i giocatori. Il match rimane sui binari dell'equilibrio, anche complice l'alta tensione che si respira per quello che effettivamente è lo scontro al vertice tra prima e seconda della classe, con entrambe le compagini che preferiscono non scoprirsi troppo, attendendo con pazienza il momento ed il varco giusto per colpire. Due magre occasioni sono da segnalare: al 33' sull'imbucata millimetrica di Cavalla, Bussolo a tu per tu con Borea conclude in porta, ma l'estremo di casa salva con una miracolosa uscita bassa, prima che intervenga Scala allontanando in corner. Sul capovolgimento di fronte arriva la risposta degli orostellati, ma la punizione dal limite dell'area pennellata da Vergano termina alta di mezzo metro sopra la porta di Vultaggio (subentrato a Longo al 20'). Dopo questo botta e risposta, la prima frazione di gioco vola via con il vento, senza regalare ulteriori emozioni.

Sostituzioni decisive. Dopo una prima frazione di gioco abbastanza bloccata, Vallomy getta nella mischia Amir Ferrari e Ferrando con il fine di spaccare il match. Passano a malapena 3 minuti e il nuovo Quincitava fa subito visita dalle parti di Vultaggio: sul corner di Scaglia Rat, Mattioli inzucca bene, ma la palla termina a lato di pochissimo. Quest'azione é solo il preludio del gol, perché 2 minuti dopo i cambi di Vallomy danno i suoi frutti. Ferrando é bravissimo a stoppare con una scivolata una ripartenza ospite e a lanciare la sfera per i propri attaccanti; la palla arriva in zona Lago, che dal limite dell'area é bravo ad imbucare la sfera per il taglio del neo-entrato Ferrari, con quest'ultimo che ubriaca prima Guzzo e Szasz Spataru prima di infilare il portiere con il gol dell'1-0, che manda tifosi e panchina di casa in brodo di giuggiole. Sull'onda dell'entusiasmo, al 15'st i ragazzi di Vallomy vanno addirittura vicini al raddoppi con l'insidiosa punizione dalla destra di Scaglia Rat, alzata in corner dall'attento Vultaggio. Passata la paura, il Volpiano si ricompatta e torna a farsi avanti intorno al 30'st. Angolo per i ragazzi di Santoro, cross di Erriquez e inzuccata di Piscitelli ben disinnescata da Borea. Tre minuti dopo il Quincitava sfiora di nuovo il raddoppio: questa volta sugli sviluppi di un calcio d'angolo per i locali, è Yon bravo a recuperare la palla vagante dopo un flipper e dal cuore dell'area a concludere in porta, ma il suo siluro si infrange sul montante a portiere battuto.
In un match in cui più passano i minuti e più aumenta la tensione, nel bel mezzo del recupero, durante il primo minuto di recupero arriva il beffardo pari del Volpiano. Guzzo batte una rimessa con le mani lunghissima direttamente dentro l'area, Ferrando sbaglia a leggere la traiettoria della palla lisciando la sfera e sulla palla vagante da due passi é bravo Piscitelli a scaraventare in rete il gol dell'1-1. Ma non è ancora finita: appena prima del triplice fischio, il Quincitava va letteralmente a sbattere contro la dea bendata, perché sugli sviluppi di un corner un incredibile flipper nel cuore dell'area volpianese sembra premiare l'assalto dei padroni di casa, ma in tutti e quattro gli affondi tentati la difesa ospite ribatte caparbiamente la palla sulla linea, chiudendo automaticamente la porta dei playoff al Quincitava.

IL TABELLINO

QUINCITAVA-VOLPIANO: 1-1
RETI(1-0,1-1): 15' st Ferrari (Q), 46' st Piscitelli (V).
QUINCITAVA(4-3-3): Borea 6.5, Verteramo 6.5, Micheletto 6.5, Thiebat 6.5, Scala 7(1' st Ferrando 6), Mattioli 7.5, Perino 6(1' st Ferrari 8), Scaglia Rat 6.5, Lago 6.5(30' st Rolfini 6.5), Vergano 6.5(40' st Macinato sv), Yon 6.5(43' st Ghina sv). A disp Faccio, Gnorra, Alberto, Pitti. All Vallomy 7.5. 
VOLPIANO(4-3-3): Vultaggio 6(20' pt Longo 6.5), Savva 7, Guzzo 6.5, Grandini 7, Szasz Spataru 7, Iovene 7(20' st Ceschin 7), Cavalla 6.5(8' st Borin 7), Limenti 6.5, Bussolo 6.5, Gagliano 7(12' st Erriquez 7), Sponzilli 7(30' st Piscitelli 8). A disp Anastasio, Braghette, Laurenti. All Santoro 8.
AMMONITI: Vergano (Q), Ferrari (Q), Scaglia Rat (Q), Cavalla (V), Bussolo (V), Szasz Spataru (V), Longo (V).
ARBITRO: Di Carlo della sezione di Ivrea 7.

LE PAGELLE

QUINCITAVA
Borea 6.5 Assolutamente incolpevole nel gol subito, per il resto é bravo a tenere a galla i suoi con una bella uscita bassa nel primo tempo e con un bel riflesso sugli sviluppi di un corner nella ripresa. 
Verteramo 6.5 Sponzilli lo mette veramente a dura prova, però tutto sommato disputa una gara solida in cui riesce a non lasciare occasioni al numero 11 ospite.
Micheletto 6.5 Ad inizio partita Gagliano gli fa sudare le proverbiali 7 camicie, ma con il passare del tempo riesce a prendere le misure limitando sempre di più l'attaccante ospite.  
Thiebat 6.5 Anche se lui riesce ad incidere maggiormente quando gioca da mezz'ala rispetto ad oggi che era mediano, nel big match riesce a svolgere la sua partita solida in cui svolge una buona fase difensiva.
Scala 7 Gioca una prima frazione di gioco solida, in cui fa prendere un grosso spavento a tutti quando nel primo tempo si scontra con Grandini; per il resto stringe i denti chiudendo bene tutti i varchi a Bussolo.
1'st Ferrando 6 Entra e gioca veramente un'ottimo secondo tempo, quasi perfetto; quasi perché proprio nel momento clou sbaglia una lettura ed il suo liscio causa il gol del pari, e purtroppo per lui, questo errore pesa come un macigno sul match.
Mattioli 7.5 Gioca veramente un'ottima partita in cui riesce a limitare completamente Bussolo per tutti i novanta minuti, va anche vicino al gol sugli sviluppi di un corner per tempo.
Perino 6 Terzino adattato come esterno d'attacco, riesce a svolgere molto bene la fase difensiva quando dà una mano a Verteramo nelle coperture, ma gli manca il guizzo nella fase offensiva, chiaramente per la sua indola difensiva.
1'st Ferrari 8 Entra e spacca la partita con un gol da urlo, con uno splendido gioco di gambe che ubriaca prima Guzzo e poi Szasz Spataru e con grande freddezza davanti a Vultaggio. Tiene acceso il sogno playoff.
Scaglia Rat 6.5 Gioca una partita di sostanza, partendo come mediano e poi spostandosi sul centro-sinistra a gara in corso; nella ripresa sfiora il gol del 2-0 con un'insidiosa punizione. 
Lago 6.5 Riesce ad essere molto utile alla squadra quando si abbassa per farla uscire dal pressing, in fase offensiva é bravo a pazientare con calma il momento per colpire, servendo a Ferrari la palla che il 20 orostellato trasforma in gol.
30' st Rolfini 6.5 Entra e fa a sportellate con la difesa ospite nel tenere palloni in attacco fino al triplice fischio.
Vergano 6.5 Nella prima frazione di gioco va vicino al gol del vantaggio con una punizione con il contagiri, per il resto é quello che guida il centrocampo cercando spingere non appena ha campo(40' st Macinato sv).
Yon 6.5 Savva lo mette veramente alle strette nella prima frazione di gioco, ma lui é bravo e paziente nell'attendere con calma il momento giusto per colpire; al 38'st gela tifosi e panchina ospite colpendo il palo, sfortunato (43' st Ghina sv).
All Vallomy 7.5 Ad inizio stagione l'obiettivo prefissato era la salvezza: dire che ha fatto una stagione sopra le righe é riduttivo perché ha sfiorato i playoff e anche oggi la fortuna non gli ha sorriso sul palo di Yon e sul flipper finale in area. Alla fine della fiera paga il pareggio in casa del CNH e la forse immeritata sconfitta casalinga contro l'Alicese Orizzonti.

Quincitava Under 19

VOLPIANO
Vultaggio 6 Gioca soltanto una ventina di minuti perché poi é costretto ad abbandonare il campo per infortunio, fino a quel momento non é quasi mai chiamato in causa.  
20'pt Longo 6.5 Assolutamente incolpevole sul gol subito, bravo ad alzare in corner la punizione di Scaglia Rat a metà secondo tempo, fortunato sul palo di Yon e sul flipper finale. 
Savva 7 Sulla destra aveva Yon, uno dei pericoli più grandi che potesse trovare, ma gioca 85 minuti una buona partita a livello difensivo; quando l'11 avversario colpisce il palo suda freddo.
Guzzo 6.5 Nella prima frazione di gioco sulla corsia di sinistra riesce a tenere molto bene Perino, senza concedergli un'occasione; nella ripresa, invece, Ferrari gli fa sudare le proverbiali 7 camicie.
Grandini 7 Cerca di essere di supporto a Cavalla in fase di impostazione, cercando di dare il suo contributo alla squadra sia in fase difensiva, sia in fase offensiva, non appena si apre un varco.
Szasz Spataru 7 In difesa gioca un'ottima gara in cui, tolta l'occasione del gol, riesce a tenere molto bene il lavoro con Iovene nella marcatura di Lago. 
Iovene 7 Per lui bisogna fare sostanzialmente lo stesso discorso fatto per Szasz-Spataru: gioca una buona gara in cui riesce sempre a dividersi bene bene il lavoro con il partner difensivo nella marcatura di Lago.  
20'st Ceschin 7 Entra e riesce a dare freschezza e vivacità al gioco della squadra, ricoprendo molto bene tutte le zone del prato che calpesta, svolgendo bene entrambe le fasi.
Cavalla 6.5 In mediana é chiamato a svolgere una partita solida, in cui, oltre ad abbassarsi molto per impostare il gioco, é bravo a stoppare sul nascere le azioni da gol avversarie.
8'st Borin 7 Entra e molto spesso si abbassa per andare a prendere palla al limite della propria area per impostare il gioco, a volte riesce ad allargarlo mentre in altre é costretto a lanciare la palla lunga alla ricerca delle punte.
Cimenti 6.5 Per lui bisogna fare sostanzialmente lo stesso discorso fatto per Grandini: aiuta Cavalla in fase di impostazione, ricoprendo bene gli spazi sia in fase offensiva, sia in quella difensiva.
Bussolo 6.5 Oggi mastica abbastanza amaro con l'impeccabile marcatura di Mattioli, riesce ad essere molto d'aiuto alla squadra nel tenere palla, ma in fase offensiva il centrale di casa lo marca veramente molto bene.
Gagliano 7 Sulla corsia di destra, specialmente nella prima frazione di gioco, mette veramente alle strette Micheletto; poi con il passare dei minuti il terzino di casa prende le misure, ma nonostante ciò lui gioca una buona gara.
12' st Erriquez 7 Nella seconda frazione di gioco, gioca molto largo per dare ampiezza al gioco della squadra e per allargare la difesa ospite, anche se non riesce a trovare l'occasione in cui colpire.
Sponzilli 7 Sulla corsia di sinistra riesce a giocare una buona partita, in cui anche lui gioca molto largo per dare ampiezza al gioco della squadra e per allargare la difesa ospite.
30' st Piscitelli 8 Entra nell'ultimo quarto d'ora ed é bravissimo ad attendere con pazienza il momento giusto per colpire: attimo propizio che arriva al 46'st, quando manda in rete il pesantissimo gol che toglie il Quincitava dai playoff.
All Santoro 8 Nonostante abbia già vinto un campionato con una squadra che si vede lontano un chilometro che sia una spanna sopra tutte, anche oggi i suoi non fanno sconti. Fortunati sul palo di Yon e sul flipper impazzito all'ultimo minuto, ma la prestazione è ottima. Adesso testa ai playoff perché la sua squadra ha tutti i numeri per andare avanti.

Volpiano Under 19

ARBITRO: Di Carlo della sezione di Ivrea 7 Nonostante sia uno scontro diretto tra prima e seconda della classe riesce a dirigere il match in modo impeccabile senza sbagliare una decisione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400