Cerca

News

Organici Regionali, il Villa Cassano tuona contro il CRL: «Delusi per ciò che vi state inventando»

Il vice presidente dei rossoblù ha espresso la propria opinione circa la scelta del Comitato di aumentare le squadre per la prossima stagione

Organici Regionali, il Villa Cassano tuona contro il CRL: «Delusi per ciò che vi state inventando»

Uno scatto della finale Regionale di Under 16 tra Ausonia e Brusaporto

Il comunicato ufficiale del CRL, atteso tra la giornata di domani e quella di martedì, metterà nero su bianco quello che sarà l'ampliamento degli organici Regionali. Partiamo dai numeri: 42 squadre nelle due Élite, 98 in Under 17 e Under 15, 112 in Under 16. Questo è quanto deliberato dal Comitato, la cui decisione è arrivata nell'ottica di permettere l'accesso ai Regionali tutte le vincitrici dei gironi Provinciali. Una scelta anche condivisibile, ma che ha scatenato alcune reazioni. L'ampliamento degli organici è stato comunicato in data 24 giugno attraverso una news sul portale web, a una sola settimana dall'inizio ufficiale della stagione sportiva e ben oltre la fine dei campionati. Sotto accusa ci sono le modalità di completamento dell'organico scelte dal CRL visto che andrebbero contro ai criteri nazionali, come successo peraltro già tre stagioni fa.

CLICCA PER LA NEWS DEL CRL

IDEA DEL CRL

Come detto, tra domani e martedì dovrebbero uscire gli organici completi per tutte le categorie Regionali. Ma secondo quale modalità il CRL li ha completati? Semplice: sono state promosse tutte le vincitrici dei rispettivi gironi Provinciali. Anche coloro che, come accaduto per esempio nella Delegazione di Milano, non hanno ottenuto l'accesso ai Regionali dopo lo spareggio tra le prime di ogni girone. Un principio corretto ma con tempistiche che hanno fatto storcere la bocca a qualcuno in quanto non si prenderebbe in esame la graduatoria di ripescaggio che andrebbe stilata non solo secondo la posizione in classifica di una squadra ma anche con altri fattori. Nella stagione 2019 la vicenda si concluse con poche proteste, stavolta ad alzare la voce è Luigi Buraschi, vice presidente dell'Union Villa Cassano, società di Varese.

LA LETTERA

«Ho deciso di scrivere a lei e ad i componenti del CRL, per esternare il mio grande disappunto e la mia grande delusione per ciò che vi state inventando a campionati regolarmente finiti.

Ritengo sia profondamente scorretto cambiare i regolamenti dopo la fine dei campionati e comunicare sulle news del 24 giugno 2022 in un trafiletto a fine pagine, che state cercando di organizzare i campionati regionali per fare in modo che tutte le squadre di Allievi e Giovanissimi che hanno vinto il girone possano iscriversi nella stagione 22/23 al campionato regionali, peggio ancora è assicurare personalmente le società che hanno vinto i gironi dei campionati sopracitati di poter disputare il campionato regionale.

Se noi dobbiamo insegnare ai nostri ragazzi il rispetto delle regole e ad avere un comportamento corretto con tutti, questa vostra decisione mi lascia con l'amaro in bocca, inutile insegnare i valori dello sport quando chi ci comanda è il primo a non rispettare e cambiare a proprio piacimento regole da sé stesso sottoscritte ad inizio campionato.

Tutto ciò desta in me molti dubbi e perplessità sulla corretta gestione che avete del CRL, spero vivamente che questa condotta non sia frutto di qualche favore a qualche "amico". Ritengo inoltre che stiate dimostrando che esistono, per voi, società di gruppo A e di gruppo B. 

Guarda caso, sono anni che i posti disponibili al campionato regionale sono limitati, sono anni che si giocano gli spareggi per poter accedere ai campionati regionali, sicuramente sempre i vincitori dei gironi, non vincenti gli spareggi, si lamentavano per non potere avere accesso ai campionati regionali, ma queste erano le regole scritte ad inizio stagione.

La domanda è: Come mai avete preso questa decisione al termine della stagione sportiva di cambiare le carte in tavola?

Volete rivoluzionare i regolamenti che ci sono stati fino ad ora?

Ok, sono d'accordo, ma solo se emanati ad inizio stagione e non a stagione terminata.

I miei dubbi rimangono tanti, l'unica certezza è quella di aver sbagliato ad aver dato il mio voto a voi.

P.S. Inoltrerò questo mia lettera ad alcuni organi di stampa, pregandoli di pubblicarla per intero.

Inviare cordiali saluti mi sembra inappropriato»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ayrton

    08 Luglio 2022 - 16:01

    Concordo totalmente, la violazione dei principi sportivi e di merito lo si può vedere anche nella gestione del fallimentare campionato U18 o nei campionati juniores provinciali, senza regolamenti pubblicati, senza playoff e con sistema premiante deciso da "usi e costumi interni" pubblicati a posteriori. Una immensa pagliacciata ! E smettano di dare la colpa a Roma, in altre regioni non accade.

    Report

    Rispondi