Cerca

Patentino Uefa C, abilitazione per 60 tecnici

Flavio Capelli

Flavio Capelli, tecnico del Kl Pertusa

Sono 60 i nuovi allenatori abilitati Uefa C, annunciati dalla FIGC il 23 febbraio scorso. Con l’abilitazione di Allenatore Giovani Calciatori Licenza C il tecnico può guidare squadre giovanili appartenenti alla Lega Nazionale Professionisti Serie A, alla Lega Nazionale Professionisti Serie B, alla Lega PRO, alla Lega Nazionale Dilettanti e al Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica. Dopo aver conseguito il Uefa C, il passo successivo è il patentino Allenatori dei Dilettanti Regionali, che permette di allenare anche Prime squadre fino all’Eccellenza. Solo il possesso di quest’ultimo, unito al Uefa C, permette l’accesso al Uefa B. Un primo passo, quindi, che può aprire le porte a tante panchine. L’esame ha previsto una parte teorica che verteva su materie come psicologia, medicina, regole di gioco, regolamenti federali e metodologia, e poi una parte pratica sul campo con Ruggiero Radice, figlio di Gigi. Tra i patentati Flavio Capelli, tecnico dei 2005 del Kl Pertusa da tre stagioni. «Il corso è durato tre mesi (21 settembre-5 dicembre, ndr) - spiega Capelli - ed è una soddisfazione aver superato 7 esami tra cui medicina e psicopedagogia. Le prove si sono svolte on-line, tranne quella sul campo del 9 gennaio a Grugliasco. Per quanto pesante, la lontananza dai campi e lo stop dei campionati ha permesso a noi allenatori di avere più tempo per dedicarci al corso e preparare le prove». Anche Paolo Borio, tecnico del Barracuda, figura tra i neopatentati: «Avevo il Uefa B ma non lo usavo dagli anni ’90. Il corso è stato fatto molto bene con argomenti interessanti. Aver trattato anche temi come portieri e calcio femminile, nonostante non fossero argomento d’esame è stato utile e stimolante. Devo dire che ho trovato spunti importanti nonostante non penso che allenerò più i piccoli. Lo svantaggio - continua Borio - è stato farlo on-line, tranne le prime due settimane. E’ vero che ha permesso di essere più comodi e non dover togliere troppo tempo al lavoro potendo seguire da casa, però la parte umana viene meno. Poi, la prova con Radice, persona splendida e preparatissima, è stato un valore aggiunto. In conclusione è un corso necessario per allenare ma è anche molto utile, una bella esperienza. Prossimo passo? Il Uefa B». Chi invece ha le giovanili nel sangue è Jonathan Pintos, tecnico dell’Under 16 dell’Atletico Mirafiori: «Io da questo corso esco arricchito - spiega Pintos - Certo l’on-line toglie, abbiamo fatto solo due sedute in campo ed è mancata un po’ di praticità. Pero, rispetto ad altri corsi abbiamo avuto la possibilità di fare l’esame pratico in campo. Poi abbiamo avuto la grande fortuna di avere Radice che ci ha insegnato molto. Per chi come me, e come tutti gli altri partecipanti, ha la passione per il calcio è stato davvero formativo». E proprio sulla passione insiste il tecnico: «E’ tosta lavorare e poi tornare a casa e dover ancora passare delle ore davanti al pc, ma se hai passione lo fai volentieri a prescindere da tutto. E’ un’esperienza che porterò sempre nel cuore. Per adesso il Uefa C mi soddisfa, ho 26 anni e ho iniziato ad allenare per gioco un po’ per caso. Poi però ho capito che era quello che volevo fare, stare con i ragazzi. Poi un domani non escludo la possibilità di poter allenare anche prime squadre quindi forse prenderò anche il Uefa B. Per adesso il mio sogno è vedere i ragazzi in campo a giugno, anche senza premi, punteggi, vittorie o sconfitte. Voglio solo vederli giocare di nuovo». Un caso di verso è quello di Walter Madaschi, tecnico della Rivarolese Under 14, a Rivarolo da 12 anni ma allenatore dal 1995. Il tecnico era già in possesso del patentino Coni FIGC e di quello “Allenatori Dilettanti”. Il Coni FIGC, però, non è più riconosciuto, così Madaschi ha preso il C che gli permette di allenare fino agli Allievi, ma se volesse allenare categorie superiori potrebbe, in quanto in possesso dell’”Allenatori Dilettanti”. NEOPATENTATI: Michael Adamo, Salvatore Altovino, Edoardo Ametis, Gabriele Assom, Walter Barbanello, Bruno Bartone, Christian Bisio, Paolo Borio, Federico Bosio, Giorgio Bottiero, Dario Campagna, Flavio Capelli, Alessio Coniglio, Stefano Cosentino, Giuseppe Cotroneo, Giorgio Cuoghi, Riccardo Dalla Mariga, Roberto De Filippo, Pietro De Fina, Ignazio Di Franco, Federico Di Marco, Gianfranco Dolce, Vito Fasciano, Paolo Filincieri, Carlo Foco, Vittorio Fraietta, Paolo Gambardello, Pietro Domenico Gaudino, Samuele Gentile, Stefano Gili, Antonio Giorgio, Lulim Hoxha, Alessio Iorio, Armando La Gamba, Vincenzo Lastella, Walter Madaschi, Marco Marchese, Francesco Mezzo, Marco Ortu, Luca Perotto, Ivan Petti, Davide Pianese, Jonathan Pintos, Alessandro Randazzo, Alessandro Rauli, Davide Rocchietti, Diego Rumbolo, Elia Salaro, Salvatore Sanna, Gaetano Sardone, Stefano Serra, Domenico Sidari, Franco Toce, Fabrizio Todarello, Carmelo Tauriano, Stefano Vanzini, Davide Veltri, Andrea Volpe, Giuseppe Volpe.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400