Cerca

In Edicola

Ultimo numero di questa stagione, appuntamento al 23 agosto

Ci prendiamo qualche giorno di vacanza, in realtà solo per quanto riguarda l'edicola perché saremo al lavoro per preparare già il primo numero

Ultimo numero di questa stagione, appuntamento al 23 agosto

Una anticipazione della prima pagina

Ultimo numero della stagione trasmesso in tipografia. Andiamo in vacanza per due settimane, torneremo in edicola lunedì 23 agosto. In realtà le vacanze di quest'anno sono ridotte al lumicino perché stiamo già lavorando per il prossimo numero. Molte le novità che troverete e non solo per quanto riguarda la grafica. Malgrado la pandemia, le chiusure che ne hanno condizionato le vendite, abbiamo progettato un nuovo modo di fare informazione. E non vi nascondiamo che un po' di preoccupazione dentro di noi c'è.

Riusciremo a trasmettere ai nostri lettori la bontà del percorso introdotto? Saremo in grado di comunicare che ci prepariamo a dare molti contenuti in più, e contemporaneamente a confermare la notevole varietà ed esclusività dei nostri dati che tuttavia andranno visualizzati in maniera diversa? Saremo in grado di far capire a coloro che rifiutano la tecnologia che va vista come una opportunità e non impedimento alla lettura? Siamo fiduciosi.

Dal 23 di agosto torneranno le pagine dei campionati locali (non che in questi numeri siano state messe da parte) ma siamo consapevoli che chi segue il calcio giovanile vuole avere uno spazio tutto suo e trovare insieme le pagine di entrambe le regioni lo disturba. Non è un caso che anche la nuova piattaforma digitale che ha sostituito il vecchio sito internet sia di fatto stata concepita con questo principio. E i risultati in termine di pagine viste ce lo confermano giorno per giorno.

Non perdetevi comunque la lettura di questo ultimo numero. Oltre alle pagine di mercato abbiamo trattato diversi argomenti trasversali. A partire da quanto chiesto dalla Federcalcio, per bocca del presidente Gabriele Gravina, che chiede il Green Pass obbligatorio anche nei Dilettanti. Comunque la si pensi ci sembra una scelta obbligata. Siamo Dilettanti, il lavoro e lo studio vengono prima di ogni cosa e non possiamo mettere a rischio la nostra salute, e magari perdere il posto di lavoro, per la leggerezza altrui.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400