Cerca

Under 17

Scheggia Motteran, infallibile Bordigoni, spietato Leinì

I gialloblù piegano il Castellamonte con un rigore a pochi secondi dalla fine

Simone Bordigoni ed Edoardo Oria

L'attaccante numero 10 e il capitano dopo la sfida con il Castellamonte

Il Leinì di Matteo Toscano vince in casa contro il Castellamonte per 2-1 ed ottiene più tre punti in classifica ma, non solo, raggiunge anche la seconda vittoria consecutiva dopo un girone d'andata piuttosto altalenante; proprio con gli sfidanti di oggi era uscito sconfitto. Una gara ricca di tensioni e colpi di scena, fino allo scoccare del novantesimo minuto. Il risultato ne è la prova schiacciante, il match andato in scena in questa domenica mattina è rimasto fermo sul pari fino al quarantaquattresimo della seconda frazione: decisivo il rigore segnato dall'attaccante di casa Simone Bordigoni. «Mi dispiace per com'è finita, a fare la differenza è stata l'assenza di elementi fondamentali della nostra... tante assenze, ci hanno dato una mano i 2006 e 2007 che abbiamo portato con noi ma tanti altri rientravano oggi dopo un lungo periodo in cui non si sono potuti allenare. L'arbitraggio di questa giornata è stato decisamente scandaloso e deleterio per entrambe le sfidanti, almeno da questo punto di vista possiamo dire che è stato abbastanza equo. L'obiettivo rimane il primo posto, purtroppo cosi siamo finiti sotto di tre punti dalla prima che è solo in vetta ma ci rifaremo. Il primo tempo tra i miei c'è stata tanta confusione, non giocavano con abbastanza concentrazione e hanno lasciato troppo spazio agli avversari, il secondo ci siamo ripresi alla grande: abbiamo dominato, tenuto bene anche in fase difensiva e siamo stati bravi a concretizzare quando abbiamo avuto occasione... per come stava girando, avremmo anche potuto vincere. Rimane un po' di malumore oggi, ma ormai va bene così» commenta il tecnico Simone Ducoli che per nove volte ha guidato il Castellamonte alla vittoria.

Motteran al primo minuto Il consueto triplice fischio del direttore di gara Tommaso Zito dà il via al match: i padroni di casa giocano sin da subito in offensiva, il cronometro rintocca appena il primo minuto quando Fabrizio Motteran segna il primo ed inaspettato gol a tu per tu con il portiere avversario Federico Mancuso, portando già i suoi in vantaggio. Provano non farsi abbattere i gialloblu avversari ma un leggero malumore inizia ad aleggiare intorno al campo: il dominio dei padroni di casa perdura per tutto il primo quarto, qualche slancio fantasioso in attacco di Alex Iacob porta speranza ai suoi. Le tante occasioni sfumate sono le indubbie protagoniste della gara, Mancuso è deciso a non concedere alcuna possibilità di allungo agli avversari: Antonio Mascolo ci prova al dodicesimo, Daniele Nocera al sedicesimo ma le strepitose parate neutralizzano ogni tentativo. Risale in attacco il Castellamonte dopo una punizione battuta da Sebastian De Luca, intercetta il compagno Gabriele Tinnirello che prova ad affondare, l'intervento del capitano di casa Edoardo Oria è fatale, la barriera che ha creato non si oltrepassa. Il gioco continua con un rapido botta e risposta, la decisione del tecnico Ducoli di far entrare in campo Matteo Braida riporta ordine e organizzazione a centrocampo. Negli ultimi minuti della frazione: cartellino giallo per Giovanni Formicola che trattiene la maglietta di Luca Prinetto impedendogli di continuare l'azione verso la porta nemica ed una miracolosa parata di Gabriele di Giovanni che intercetta il pallone laterale tirato da Iacob verso la sua porta.

Rimonta Catellamonte Un secondo tempo decisamente equilibrato, il Castellamonte torna in campo deciso a non arrendersi e pronto a ribaltare il momentaneo risultato del match. Gli ospiti smettono di giocare in difensiva ed iniziano le innumerevoli incursioni nella metà campo avversaria, tanto da obbligare Mancuso, rimasto senza una difesa a proteggerlo, ad uscire dalla porta per impedire l'avanzata nemica quando i suoi perdono il possesso palla. I cambi portano una ventata d'aria fresca: continua il pressing dei gialloblu, Luca Prinetto batte al tredicesimo un calcio d'angolo, intercetta con velocità il compagna Albi Lato che colpisce la palla di testa e la manda in rete. Inizia ad innervosirsi il Leinì che ha lasciato troppo spazio agli avversari nel primo quarto, sfuma clamorosamente l'azione di Stefano Germano che riesce a superare la linea di difesa guidata da Andrea Benedetto ma non ha compagni a cui appoggiarsi per concretizzare. I padroni di casa continuano a giocare con poca lucidità, dubbio l'intervento del portiere Di Giovanni che lascia scoperta la porta per andare in supporto alla difesa. Negli ultimi dieci minuti un continuo botta e risposta, decisivo il rigore assegnato al Leinì: Simoni Bordigoni tira e decide il match.

IL TABELLINO

LEINÌ-CASTELLAMONTE 2-1

RETI (1-0, 1-1, 2-1): 1' Motteran (L), 13' st Lato (C), 44' st rig. Bordigoni (L).

LEINÌ: Di Giovanni 7.5, Saouir 7 (25' st Di Bello sv), Serafino 6.5 (10' st Fiore 6.5), Oria 8, Lacitignola 6.5, Formicola 6 (6' st Germano 7), Motteran 7, Nocera 7, Mascolo 6.5 (30' st Lacitignola sv), Bordigoni 7.5, Tinnirello 7. A disp. Bertocco, Piccolo, Di Battista. All. Toscano 7. Dir. Bordigoni.

CASTELLAMONTE: Mancuso 7.5, Iacob 7.5, Benedetto 7, Beruatto 6.5, Ducoli 6.5, Lugli 6.5 (35' Braida 6), Lato 7.5, Prinetto 7.5, Gigliotti 6.5, De Luca 6.5, Benetti 6.5. A disp. Boscolo, Ghiglietti, Crotto, Natoli. All. Ducoli 7.5. Dir. Braida.

ARBITRO: Tommaso Zito di Torino 6.

AMMONITI: 39' Formicola (L), 20' st Mancuso (C), 25' st Braida (C), 27' st Lacitignola (L), 27' st Iacob (C).

ESPULSI: 45' st Ducoli (C).

LE PAGELLE

LEINI'

Di Giovanni 7.5 Nella primo quarto è perlopiù inoperoso ma si riscatta quando la palla arriva verso la sua porta che tenta di mantenere inviolata, protagonista di tante belle parate ed incolpevole sulla rete segnata da Lato. Buona visione del gioco, più bravo con le mani che con i piedi.

Saouir 7 Tanta intensità sia in fase offensiva che difensiva, sulla sua fascia sinistra sa quel che fa: nonostante a volte faccia un po' di fatica a tenere Gigliotti, si riscatta per tutte le azioni avversarie che riesce a neutralizzare.

Serafino 6.5 Non riesce ad emergere troppo ma il salvataggio sulla fascia che evita una rimessa potenzialmente pericolosa del Castellamonte nella prima frazione gli permette di raggiungere la piena sufficienza e anche qualcosina in più.

10' st Fiore 6.5 Buona prospettiva di gioco, sostituisce all'altezza il compagno, fondamentale nei minuti finali per impedire agli avversari di affondare in attacco.

Oria 8 Il migliore dei suoi, è il cuore della squadra. Rende solida la difesa, dove c'è lui non si passa. Impedisce innumerevoli volte agli avversari di ritrovarsi a tu per tu con il suo portiere.

Lacitignola 6.5 Bravino in difesa: segue con attenzioni le indicazioni del capitano compagno di reparto, quando gli si affida non sbaglia mai; alla fine del primo tempo impedisce a Luca Benetti di stabilire il 2-0.

Formicola 6 Sciocca l'azione di trattenere Prinetto che gli costa un'ammonizione, una partita iniziata bene ma che non riesce a concludere.

6' st Germano 7 Entra in campo a supporto dei compagni intenzionato a ristabilire il vantaggio. Tanta tecnica e rapidità, Beruatto spesso fatica a stare al suo passo.

Motteran 7 Entra in campo con tanta grinta ed intensità: il gol del primo minuto che apre il match lo ripaga per la costante lucidità che dimostra nei successivi novanta minuti di gioco.

Nocera 7 Nonostante il ruolo non riesce a segnare ma prova più volte ad arrivare alla conclusione, impiega tante sue energie per supportare i compagni.

Mascolo 6.5 Innumerevoli incursioni in attacco fino al quarto del primo tempo; dalla seconda frazione una leggera difficoltà a svolgere il ruolo che gli è stato assegnato, difficilmente si rende troppo pericoloso.

Bordigoni 7.5 Tra le migliori prestazioni della giornata, sembra un giocatore di Serie A! Non solo il rigore segnato al penultimo minuto ma anche assist, tanto impegno e spirito di sacrificio.

Tinnirello 7 Difficilmente si tira indietro in un duello con gli avversari, tira poco ma si propone spesso ai compagni per contribuire alla vittoria.

All. Toscano 7 Buona prestazione dei suoi, tanta dedizione per la squadra che allena.

CASTELLAMONTE

Mancuso 7.5 Trasmette tanta sicurezza ai suoi, è una certezza grazie ai grandi riflessi e alla tanta agilità. Si rende protagonista impedendo più volte il gol avversario, incolpevole sulle due reti segnati, la prima lo ha preso alla sprovvista.

Iacob 7.5 Buona gestione della fascia destra, tra i protagonisti dei suoi: nonostante sia rientrato da poco in campo, si spende tanto sia in fase offensiva sia in fase difensiva. 

Benedetto 7 Mantiene solida la linea difensiva, una spina nel fianco per Mascolo che non riesce a superare la barriera che crea.

Beruatto 6.5 Bene a centrocampo, smista tanti palloni e si propone sempre ai compagni. Sottotono nella prima frazione, merita più della sufficienza per la concentrazione e l'impegno con cui gioca nella seconda. 

Ducoli 6.5 Salva innumerevoli palloni sulla fascia, una buona tecnica macchiata da qualche sbavatura di troppo.

Lugli 6.5 Completa la linea difensiva, una partita in cui non riesce ad entrare con la giusta mentalità e questo gli costa una sostituzione.

35' Braida 6 Entra a partita già avviata, prova a mettere in difficoltà e pressare maggiormente gli avversari.

Lato 7.5 Un vero uragano con grandi doti tecniche, spettacolare il gol di testa che stabilisce l'uno pari e porta speranza ai suoi.

Prinetto 7.5 Man of the match per i suoi, l'assist a Lato è solo il di più di una performance degna della serie A. I compagni contano su di lui che prova a non deluderli mai.

Gigliotti 6.5 Corre cercando di coprire al meglio la sua fascia di competenza, prova a difenderla come può quando viene attaccata.

De Luca 6.5 Prova più volte a smarcarsi alla ricerca della porta avversaria.

Benetti 6.5 Il maggior contributo alla squadra l'ha dato con la sua velocità, quando attacca costringe più e più volte Sertafino all'errore

All. Ducoli 7.5  La squadra non smette mai di seguire i tanti insegnamenti e le indicazioni che gli fornisce in allenamento e durante il match, i suoi 2005 perdono ma non sfigurano.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400