Cerca

News

Under 18: adesioni, rinunce e tante società in stand-by, ecco il quadro provvisorio

Diverse le società che hanno scelto di allestire gruppi formati solo da classe 2004, tra chi non dispone dell'Under 19 e chi arriverebbe ad avere una filiera completa

Parabiago 2004

I classe 2004 del Parabiago in una gara contro lo Sporting Cesate

La questione Under 18 sta tenendo tutti sulle spine, tra chi vede la categoria come un qualcosa di buono per permettere ai propri 2004 di “farsi ancora più le ossa” e chi invece vede l'istituzione di una nuova annata come un qualcosa che servirebbe a poco e sarebbe destinato poi a sparire.

Proprio per quelli che non vedono di “buon occhio” la nuova categoria Under 18 la scelta delle società è stata quella di far salire tutti, o buona parte, dei 2004 direttamente in Under 19. Una scelta spostata dal Mazzo, dall'Antoniana, dall'Arconatese, dal Casorezzo ma anche dall'Accademia Bustese. Il Direttore Sportivo della società granata Roberto Raimondi ha avuto pochi dubbi: «La nostra scelta è stata quella di portare i 2004 direttamente in Under 19, creandone una per così dire pura, formata solo da 2003 e ragazzi che hanno fatto il salto dall'Under 17». Certo, perché poi i 2004 hanno avuto modo di interfacciarsi con il mondo dei Regionali Elite, anche se per poco tempo, ma le qualità di alcuni giocatori erano indiscutibili e hanno portato buona parte del gruppo ad approdare direttamente in Juniores (n.d.r. che è stata affidata a Michele Valletta, proprio l'ex tecnico dell'Under 17 granata). «Abbiamo la fortuna di disporre dell'Under 19 – continua Raimondi - e quindi era abbastanza ovvio scegliere di inserire i 2004 nella categoria superiore. Ovviamente nella Delegazione di Legnano ci sono anche situazioni diverse, come chi non dispone della Juniores, normale che queste società abbiano visto nell'Under 18 una possibilità per tenersi stretti i classe 2004».

Punto Soccer Boys – La società di Turbigo non dispone di una Under 19, praticamente trasparente il motivo che ha portato il direttivo ad allestire una Under 18 e di affidarla ad un allenatore esperto come Giuliano Bergantin.

Punto Canegrate – Qui la situazione è diversa, la società con l'Under 18 andrebbe ad aumentare le proprie categorie giovanili, completando di fatto il vivaio. Anche qui già scelto il nome del tecnico: si tratta di Enrico Villa, che in questo modo seguirebbe i 2004 per la terza stagione consecutiva.

Punto Parabiago – Ancora in fase di definizione il quadro degli allenatori, ma la società ha espresso la volontà di allestire l'Under 18. Il nome caldo è quello di Roberto Refraschini, che continuerebbe il cammino con il proprio gruppo (con cui si è già tolto diverse soddisfazioni).

C'è poi il caso dell'Osl Garbagnate, dove si sta ancora cercando di capire se mettere in piedi una Under 18; quel che è certo è che la realtà milanese non esclude alcuna possibilità.

Casi analoghi a quelli dell'Osl Garbagnate ce ne sono parecchi...E se poi si pensa a una realtà come il Valle Olona (Delegazione di Varese, ma assolutamente al confine con quella di Legnano) che hanno già ufficializzato la costruzione della categoria interamente dedicata ai 2004 e hanno già individuato l'allenatore – ovvero l'ex Mazzo Marco Siciliano – sembra decisamente concretizzarsi l'idea di avere quanto meno un girone di Under 18, magari andando a mixare fra le Delegazioni di Legnano e di Varese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400