Cerca

News

Under 18: nella Delegazione di Legnano aumentano le adesioni, non mancano però le rinunce

Da Saronno a Gorla Minore, ecco chi ha scelto di allestire i gruppi formati da soli classe 2004: crescono notevolmente le favorevoli alla nuova categoria

Parabiago 2004

I classe 2004 del Parabiago in una gara contro lo Sporting Cesate

Nella Delegazione Provinciale di Legnano è sempre più viva la questione Under 18, la nuova categoria sta dividendo in due blocchi ben distinti le società: fra chi è favorevole alla squadra formata solamente da 2004 e chi invece crede che i propri 2004 possano tranquillamente fare il salto in Under 19, o addirittura in prima squadra e di fatto vede la categoria Under 18 come un qualcosa di passeggero e destinato a sparire.

Fra chi pensa che tale categoria sia solo un “in più” troviamo Marco Nappi dell'Oratorio San Francesco, responsabile del settore giovanile e tecnico dell'Under 19 della realtà sportiva. «Come società – spiega Nappi – abbiamo preferito liberare alcuni 2004 e portarne altri in Under 19. Sarò onesto, capisco quelle società che non dispongono dell'Under 19 e quindi scelgono di allestire un gruppo di soli 2004, ma per il resto diciamo che non comprendo la vera utilità di un nuovo gruppo. È un discorso analogo a quello dei 2008, non è corretto pensare di farli giocare un po' a 9 e un po' a 11; è vero, non hanno potuto giocare per più di un anno, ma comunque a quell'età devono iniziare a giocare a 11».

Ma c'è anche chi invece la pensa diversamente, come Antonello D'Intino del San Giorgio su Legnano. Per il responsabile del settore giovanile arancioblù l'allestimento dell'Under 18 è fondamentale anche per ovviare quel discorso di abbandono; dopo sostanzialmente due anni fermi, il rischio è che i ragazzi – specialmente in età adolescenziale – siano portati a lasciare lo sport.


Punto Soccer Boys – La società di Turbigo non dispone di una Under 19, praticamente trasparente il motivo che ha portato il direttivo ad allestire una Under 18 e di affidarla a un allenatore esperto come Giuliano Bergantin.

Punto Canegrate – Qui la situazione è diversa, la società con l'Under 18 andrebbe ad aumentare le proprie categorie giovanili, completando di fatto il vivaio. Anche qui già scelto il nome del tecnico: si tratta di Enrico Villa, che in questo modo seguirebbe i 2004 per la quarta stagione consecutiva.

Punto Asd Marnate Gorla Calcio – Simone Giannazza e William Monteforte guideranno l'Under 18 della “nuova” società. I 2004 c'erano sia a Marnate che a Gorla Maggiore, quindi la scelta è stata quella di unirli e creare il gruppo.

Punto FBC Saronno – Se l'SC United non disporrà dell'Under 18, la avrà l'FBC Saronno (ricordiamo della collaborazione per le categorie giovanili fra FBC e Sporting Cesate); scelto anche l'allenatore che guiderà i 2004 Amaretti: sarà Fabio Poli.

Punto San Giorgio su Legnano – Alla società arancioblù preme il discorso dell'abbandono e per questo ha scelto di allestire una Under 18. Il gruppo dei 2004 proseguirà il percorso con Emanuele Negri.

Punto Gorla Minore – Ci sarà la categoria ed è già stato individuato il nome dell'allenatore, sarà Luca Bevilacqua. Qui il discorso riguarda anche il futuro, la società vuole continuare a visionare e riuscire a valutare complessivamente il gruppo 2004 (in ottica Under 19 e prima squadra).

Punto Parabiago – In via di definizione il quadro degli allenatori, ma la certezza è che l'Under 18 ci sarà.

Punto Magenta – La società vorrebbe provare ad avere anche l'Under 18, ma il tutto è in fase di sviluppo. La volontà dei canarini è comunque quella di cercare di avere un vivaio completo.

E poi ci sono ancora le “indecise”, insomma quelle società che stanno cercando di capire se riusciranno nell'allestimento di un gruppo Under 18, o se sceglieranno di mandare i propri 2004 in Under 19 (o di svincolarli).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400