Cerca

Presentazioni

Accademia Bustese: al "Battaglia" presentate tutte le categorie, dai 2016 alla prima squadra

Una serata dedicata a tutte le annate che vestiranno la maglia granata, il presidente Locatelli: «Attività di Base e agonistica sono le fondamenta della prima squadra»

Accademia Bustese

Uno scatto durante la presentazione di tutte le categorie granata

In un “Roberto Battaglia” vestito a festa, l'Accademia Bustese ha presentato tutte le proprie categorie, partendo dall'Attività di Base, passando per il Settore Giovanile, fino ad arrivare alla novità di questa stagione, ovvero la prima squadra che militerà nel campionato di Terza Categoria.

Il primo a prendere la parola è stato ovviamente il numero uno granata, Enzo Locatelli: «Questa presentazione vuole essere una festa per questa ripartenza, e speriamo che poi sia un continuum. L'Accademia Bustese quest'anno prosegue in quel progetto fissato 4 anni fa che è stato solamente rallentato negli ultimi due; abbiamo investito molto sia a livello di Attività di Base che di agonistica, perché sono le fondamenta per il futuro e per la nostra prima squadra. L'Accademia Bustese si basa su tre pilastri, ovvero insegnare ai nostri ragazzi a giocare a calcio, educarli nel segno del rispetto, ma soprattutto abbiamo il compito e il dovere di farli divertire e di divertirci noi con loro. L'affiliazione con la Pro Vercelli è avvenuta proprio perché volevamo dare un'impronta professionistica anche alla nostra realtà».

Parola poi a Massimiliano Esposito, responsabile e Direttore Sportivo dell'Attività di Base: «Anzitutto vorrei ringraziare la società per la fiducia, non vediamo l'ora di ricominciare. Ci aspetta un'annata piena di impegni e sicuramente anche di soddisfazioni».

Spazio poi a chi in Accademia Bustese c'è da 26 anni, il segretario, Roberto Vavassori: «Dopo 2 anni di onorata Bustese posso solamente dire che questa società è assolutamente nel mio cuore. La cosa più importante per me? Resta vedere i nostri ragazzi divertirsi giocando a pallone».

Dopo la “sfilata” delle squadre dell'Attività di Base – dai 2009 ai 2016 - è tempo di attività agonistica. La parola è subito passata a Roberto Raimondi, Direttore Sportivo di settore giovanile e prima squadra: «Un progetto a lungo termine che vede l'Accademia Bustese correre di nuovo con la maglia granata al “Roberto Battaglia”. In questi anni sono stati fatti passi da gigante con l'agonistica – Elite e Regionali. Abbiamo allestito squadre competitive, con l'obiettivo di riuscire a portare altre categorie nel panorama regionale».

Non potevano mancare le parole di chi la Bustese l'ha vista praticamente nascere, Luigi Porro: «La Bustese è la mia vita, sono 58 anni che sono qui, dopo averla rifondata nel lontano 1963. Speriamo che quest'anno sia un buon anno, abbiamo un ottimo settore giovanile e dei bravissimi allenatori. Un grazie al presidente, una persona da ammirare».


Spazio poi alla grande novità dell'annata sportiva 2021/22, ovvero il ritorno di una prima squadra a Busto Garolfo. Il tecnico Rocco Amendolara – uno che di calcio ne ha masticato parecchio – ha decisamente pochi dubbi: «Sono felice di essere qui, ho accettato subito l'incarico perché le ambizioni ci sono tutte. Approdare al primo anno in Seconda Categoria? Direi che le carte ci sono tutte e la squadra è competitiva». Una prima squadra formata anche da giocatori esperti che hanno sempre fatto altre categorie (tra Promozione e Prima Categoria) e che saranno chiamati a dare man forte anche ai più giovani; un gruppo formato da bustesi, da ragazzi che hanno giocato (e/o continuato a giocare) con la maglia granata.

LA ROSA DELLA PRIMA SQUADRA DELL'ACCADEMIA BUSTESE 2021/22

Mattia Balzarotti, Luca Battioli, Simone Bellusci, Gabriele Bruno, Gabriele Colacicco, Riccardo Colombo, Boubacar Drame, Renato Drekay, Fabio Ghezzi, Alessandro Gianello, Marco Locatelli, Mattia Mascellino, Alessio Morlacchi, Luca Nodari, Francesco Paladino, Giovanni Pansera, Marco Pasetto, Matteo Pisoni, Federico Primi, Christian Rallo, Dennis Josua Rubianes Torres, Domenico Scrugli, Manuel Simone, Francesco Stecchini, Gabriele Uperi. Dirigenti: Roberto Uperi, Pietro Crespi, Diego Rabbolini, Roberto Battistella.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400