Cerca

Under 16

Club Milano-Real Vanzaghese: ai neroverdi non basta De Carlo, i biancorossi di Rufo riescono a splendere anche con la pioggia

De Giosa, Ismail, Meroni e Gallo la firmano e la chiudono. Il Club Milano continua a volare alto.

Ismail Said Mohamed

Ismail Said Mohamed, il bomber del Club Milano Under 16

Piove su Pero, ma il Club Milano di Rufo splende come ogni weekend: termina 7-3 contro la Real Vanzaghese. Il ritmo della partita è subito alto, con troppe occasioni sprecate per i padroni di casa. La sbloccano dopo 15 minuti e farlo è nientemeno che De Giosa, con un destro che bacia il palo e accarezza la rete. I bianco crociati continuano a tenere l’asticella alta, e dopo ottime palle interessanti raddoppiano (e triplicano) la dose con Ismail. La Vanzaghese ci mette il cuore e la grinta, e riesce a segnare tre gol: due con De Carlo, una con il capitano Luraschi. Ma le reti di IsmailGalloMeroni chiudono i conti e regalano altri 3 punti al bottino di Rufo.

Tris di gol. I primi minuti di gara sono un assedio firmato dai padroni di casa, che si impongono con il loro 4-4-2 sui neroverdi. La palla gira benissimo, i passaggi sono centellinati ma precisi, e dopo pochissimi minuti arriva la sfortunata traversa con un’azione corale di De Giosa. Il Club Milano continua a creare ottime azioni, sfiorando sempre di poco la rete (soprattutto sui calci d’angolo). Dal canto suo, i neroverdi fanno un po’ fatica ad ingranare e non trovano lo spazio per potersi insediare. Dopo le innumerevoli azioni, i biancorossi si portano in vantaggio dopo 15 minuti di gara: la palla è tra i piedi di De Giosa, che imbambola per due volte il difensore e calcia di potenza dal limite bucando la rete. Gli ospiti subiscono il primo colpo, ma non mollano e si sforzano cercando di buttarsi su ogni pallone, ma oggi non è semplice – complice anche un campo grande e scivoloso. Quasi alla mezz’ora arriva l’ennesima incredibile parata di Alessandria – oggi migliore in campo per i suoi - sulla potente conclusione a spiovente di Losa. Ma i padroni di casa non ci mettono un secondo, e raddoppiano la dose con un’azione orchestrata al meglio. Il cross sulla fascia destra cade preciso sulla testa di Ismail, che senza alcun’esitazione la gira sul secondo palo, imprendibile per il portiere. È ancora lo stesso numero 9 a trovare la rete dopo solo 3 minuti, aiutato anche da un’uscita in ritardo di Alessandra, che lascia completamente scoperta la porta e rende tutto più semplice. Gli ultimi minuti della prima frazione di gioco sono una battaglia a senso unico, e il Club Milano si avvicina più di una volta al quarto gol.

Non basta De Carlo, Gallo la chiude. La seconda frazione di gioco si apre senza alcuna sostituzione per i 22 schierati in campo, ma solo con una pioggia torrenziale. Entrambe le squadre hanno ancora un sacco da vendere, e anche gli ospiti ci provano di più. Ma dopo 4 minuti di gara il Club Milano riesce a sfornare un’azione corale da applausi: il contropiede è sulla fascia sinistra, la palla filtra perfettamente in area per Ismail che di piatto la butta dentro. La primissima occasione per i neroverdi arriva al 10’, quando a centrocampo Galasso sbaglia il controllo, spalancando le porte del campo a Giudici, ma il numero 11 non riesce a buttarla dentro. Entrambe le squadre si assestano con opportuni cambi, e i neroverdi finalmente si sbloccano. Su una punizione battuta dalla fascia destra, Krunic esce a vuoto e lascia completamente sguarnita la porta: De Carlo salta più in alto di tutti e la butta dentro. Altra corsa, altra svista del portiere Krunic che la blocca di mano al posto che usare i piedi: il fischietto del direttore di gara non ha dubbi, e De Carlo raddoppia la dose. Ma le speranze dei neroverdi vengono presto silenziate dal fallo di Giudici in area sul numero 11 avversario, regalando il calcio di rigore al Club Milano. Sulla zolla è Gallo, che sbaglia il tiro, ma la butta dentro sulla respinta: 5-2. Sulla conclusione di gara arriva un contatto troppo forte e doloroso tra Krunic e Riva, con il primo che esce senza riuscire a camminare. Ma torna il sorriso per il Club Milano quando al 45’ arriva la siesta con Meroni. I neroverdi sono conosciuti per la loro tenacia, e lo dimostrano infatti sul termine di gara con un’azione personale di capitan Luraschi che la butta dentro. Risponde il Club Milano con un altro calcio di rigore – questa volta causato da Alessandria – che viene realizzato da Gallo: 7-3. Triplice fischio finale: il Club Milano continua a volare in alto.

IL TABELLINO

CLUB MILANO-REAL VANZAGHESE 7-3

RETI: 14' De Giosa (C), 31' Ismail (C), 34' Ismail (C), 4'st Ismail (C), 16'st De Carlo (R), 33'st De Carlo (R), 35'st Gallo (C), 45'st Meroni (C), 48'st Luraschi (R), 49' st rig. Gallo (C).
CLUB MILANO (4-4-2): Krunic 6.5 (40'st Brefaro sv), Merlotti 7, Casagrande 7.5, Galasso 6.5, Meroni 6.5, Losa 8 (14'st Bertani sv), De Giosa 7 (6'st Bazzoni sv), Gallo 7.5, Ismail 8 (14'st Bambaren sv), Vivaldi 6.5 (6'st Casera sv), Solazzo 6.5. A disp. Romeo, Mattacola, Signani, Bellomo. All. Rufo 8.
R.VANZAGHESE (3-4-3): Alessandria 6.5, Gallinari 6.5, Baldi 6 (32'st Guarna sv), Tomasi 6 (16'st Bonasso sv), Ilardo 5.5, Luraschi 7, Scalise 6, De Carlo 6.5, Rigoni D. 6.5, Riva 6, Giudici 6. All. Romano 6.5.
AMMONITI: Krunic (C), De Carlo (R).

ARBITRO: Bassirou Fall di Busto Arsizio 6.5

LE PAGELLE


CLUB MILANO (4-4-2)

Krunic 6.5 Ha la fisicità che manca ad Alessandria, ma durante il primo tempo non è mai chiamato all’appello. Nel secondo tempo si prende qualche rischio, e i primi due gol gli pesano sicuramente sulla coscienza. Esce causa infortunio al ginocchio (40'st Brefaro sv).

Merlotti 7 Iper attento, non prende alcun rischio. I suoi interventi sono precisi e puliti, mai in ritardo. Ottima prestazione.

Casagrande 7.5 Sulla fascia sinistra amministra benissimo palla, dando spinta e sicurezza ai suoi. Guarda sempre in alto senza problemi, l’intesa con Losa è micidiale.

Galasso 6.5 Conclusione ottima dopo 10 minuti di gara, ci mette la marcia là dietro. Non prende mai rischi, peccato per l'errore nella seconda frazione che regala quasi il primo gol agli ospiti.

Meroni 6.5 Stesso discorso di Galasso, ma dal canto suo ha la fisicità che l'aiuta. Ottime chiusure e ottime palle in avanti, qualche volta è lui stesso a portare palla su.

Losa 8 Stile ed eleganza, a centrocampo salterebbe anche gli ostacoli oltre che gli avversari. Il regista della squadra senza alcun dubbio, parte tutto da lui. Man of the match (14'st Bertani sv).

De Giosa 7 Nei primi minuti è quello che entra meglio in partita e che la tenta di più. Segna uno splendido gol con un dribbling azzeccatissimo. Si spegne un po' col tempo (6'st Bazzoni sv).

Gallo 7.5 La tenta da fuori area in più di un’occasione, ma la palla non scende abbastanza. Nel secondo tempo si sblocca e segna due gol. Prestazione in crescita.

Ismail 8 Ottimo di piedi, e il tabellino lo dimostra, ma anche di testa non scherza. Sicuramente il più pericoloso in avanti, gioca una partita magistrale senza alcun errore (14'st Bambaren sv).

Vivaldi 6.5 Piccolo, ma veloce di piedi e sveglio di testa. La tenta dalla lunga distanza con una bellissima punizione ma troppo alta. Buona gara (6'st Casera sv).

Solazzo 6.5 Ha quasi sempre la meglio su Tomasi, trovando anche palle interessanti in area. Procura lui il primo calcio di rigore, si sacrifica molto e recupera.

All. Rufo 8 Che cosa si potrebbe dire di una squadra del genere? Non manca niente né in campo né in panchina, e i risultati lo dimostrano. I ragazzi hanno tecnica e giocano un calcio da manuale, con un giro palla micidiale. L'importante è non calare a tratti, come dimostrano i 3 gol subiti. Ma che squadra!

REAL VANZAGHESE (3-4-3)
Alessandria 6.5 Il migliore in campo nella prima frazione di gioco, dopo 10 minuti fa una parata incredibile che salva la squadra con la mano di richiamo. Sui primi due gol può poco e niente, ma il terzo gol gli pesa sicuramente sulla coscienza. Peccato anche per il fallo sul calcio di rigore che potrebbe risolvere meglio, ma tra i pali c'è.
Gallinari 6.5 Forse il più attento in difesa, con grinta e tenacia da vendere. Subisce anche tanti falli in difesa, ma è un mastino che non molla.
Baldi 6 Stesso discorso di Gallinari, anche il giocatore è molto attento e dimostra la sua qualità là dietro. Durante il secondo tempo forse si spegne un po' (32'st Guarna sv).
Tomasi 6 Troppi rischi e troppa insicurezza nel reparto difensivo, viene superato più di una volta da Solazzo e fa fatica a starci dietro (16'st Bonasso sv).
Ilardo 5.5 Ha la fisicità dalla sua parte, ma forse non la sfrutta abbastanza bene. Sui contrasti aerei meglio.
Luraschi 7 Il capitano si prende qualche rischio in difesa durante la prima frazione di gioco, ma nel secondo tempo cresce e il gol siglato dimostra tutta la sua grinta.
Scalise 6 Sulla fascia destra ci prova a sfondare, ma l’esperto terzino lo chiude sempre. Ha poche colpe, non è oggi la giornata migliore.
De Carlo 6.5 Pecca di precisione e fa troppi falli durante l'intera gara, la sua fisicità dovrebbe aiutarlo invece la usa a suo sfavore. Meglio nella seconda frazione di gioco in cui segna la sua doppietta.
Rigoni 6.5 L’unico che sembra crederci qualcosa lì in avanti, soprattutto durante la prima frazione di gioco. Nel secondo tempo si spegne.
Riva 6 Oggi fa parecchia fatica ad entrare in partita, venendo sempre chiuso e placcato in fase di costruzione. Meglio nel secondo tempo quando corre dietro ogni palla.
Giudici 6 In sottotono nel primo tempo, nella seconda frazione si rende più visibile ma si mangia un gol che potrebbe riportare in carreggiata la squadra.

LE INTERVISTE

Subito dopo il match, Bellomo (dirigente del Club Milano) dichiara: «Bella partita abbastanza combattuta ma il Club Milano ha fatto praticamente l'intera partita. Nonostante i tanti sbagli, soprattutto in fase di finalizzazione alla fine, sono soddisfatto, bravi tutti i ragazzi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400