Cerca

News

Marco Rossi, il neo premiato Responsabile del Settore Giovanile dell'Arconatese

Tra i nomi spuntati nella serata organizzata dall'Aldini, che ha dato il via al Torneo "Amici dei Bambini", c'era anche il suo: «È un bel riconoscimento per il lavoro svolto»

Marco Rossi Arconatese

Marco Rossi, Responsabile del Settore Giovanile dell'Arconatese

Il 3 marzo scorso è stata presentata la 17esima edizione del Torneo "Amici dei Bambini", una competizione ormai storica organizzata dalla società milanese Aldini. La serata, svoltasi a Milano, come ogni anno ha ospitato molte personalità diverse, mescolando così insieme celebrità del mondo calcistico e dello spettacolo, a persone legate a società dilettantistiche lombarde, alle quali sono state consegnate dei riconoscimenti per il lavoro svolto.

Tra i premiati, è spuntato il nome di Marco Rossi, una figura ormai intrinsecamente legata all'Arconatese, società di cui è il Responsabile del Settore Giovanile, ruolo per il quale ha ricevuto il premio. «È stato inaspettato, mi hanno chiamato e comunicato che avrei ricevuto questo riconoscimento», racconta Rossi «È stata sicuramente una soddisfazione incredibile, non solo per me, ovviamente, ma anche per tutta la società Arconatese; è un premio che va a gratificare il lavoro svolto in questi tre anni da tutto lo staff, nessuno escluso. Ci sprona anche a fare sempre meglio: da settembre, creeremo una squadra di 2013 e 2014. Abbiamo già individuato anche chi allenerà questo gruppo – che stiamo allestendo da zero – con la speranza che nel tempo possano diventare tutti competitivi e portare avanti quello che abbiamo iniziato. Per far capire come pensiamo di poter proseguire, ci tengo a dire che già da adesso tutto il nostro staff, il responsabile dell'area tecnica Fabio Sala ed allenatori compresi, hanno dato la disponibilità a proseguire con noi anche la stagione 2022/23».

Per quanto riguarda le squadre già formate, tutte stanno dando il meglio di loro, mostrandosi competitive e con una grande voglia di fare: «Si sa che stiamo facendo bene – prosegue ancora il responsabile – siamo passati da avere 58 iscritti a 153, con due anni di pandemia nel mezzo. In questo momento, almeno due categorie, i 2007 e i 2006, si stanno giocando il posto nei Regionali. Un altro obiettivo è quello di ottenere il riconoscimento di Scuola Calcio. Insomma, abbiamo le idee chiare su come vogliamo proseguire e siamo davvero soddisfatti di quello che abbiamo creato», conclude Rossi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400