Cerca

News

Allenatori, in Lombardia il "deroghificio" è chiuso. Trema anche chi allena in categorie diverse per le quali è abilitato

Due anni fa furono circa 300 le deroghe concesse dal CRL agli allenatori senza abilitazione. Per il 2021/22 si seguirà la strada del Piemonte: nessuna deroga

patentini allenatori panchina

Prima i corsi e poi sedersi in panchina

Allenatori abilitati in tutte le categorie per le quali è prevista l'abilitazione (tutte tranne la Terza Categoria): il regolamento del Settore Tecnico emanato lo scorso luglio è chiaro e dal Comitato Regionale Lombardia sembrano aver preso tutto alla lettera "cancellando" le deroghe. Chi va in panchina dovrà necessariamente essere in possesso dell'abilitazione per la categoria che allena, quindi se si è in possesso dell'abilitazione per il Settore Giovanile (UEFA C) non si potranno allenare le prime squadre, così come chi è in possesso della licenza Allenatore Dilettanti (UEFA D) non potrà sedersi in panchina nelle squadre di settore giovanile. Le regole del Settore Tecnico sono chiare e sono serviti tre anni per arrivare alla completa applicazione, anche da parte del Comitato Regionale Lombardia che - per chi non lo ricorda - in passato aveva concesso deroghe a tutti. Due estati fa, quando "esplose" il problema dei tecnici non abilitati per gli Allievi Provinciali vennero concesse circa trecento deroghe a tecnici sprovvisti di qualunque abilitazione. Trecento deroghe a fronte di cinque concesse dal Piemonte come abbiamo avuto di approfondire e documentare nell'agosto 2019. 

"Si concedono deroghe perché mancano gli allenatori" era la risposta che arrivava: ebbene, in questi due anni il Settore Tecnico ha organizzato una considerevole quantità di corsi per allenatori (basta pensare che solo in Lombardia nel corso on line UEFA C dell'aprile 2020 sono arrivate 1200 domande: i corsisti, in quest'anno e mezzo, sono stati tutti abilitati) e quindi la decisione di chiudere il "deroghificio" è legittima. Ad alcuni potrebbe non piacere ma è la via giusta, considerato l'abuso avvenuto in passato. Deroghe che il CRL concedeva sia per chi non era abilitato che a coloro che avevano un'abilitazione differente per la categoria allenata. In questo caso si chiudeva un occhio (e non due come il precedente) perché - ci era stato risposto ai tempi - «Comunque un patentino ce l'hanno». Da quest'anno non sarà più possibile: chi ha il patentino UEFA C allenerà solo nel settore giovanile fino all'Under 19 e non le prime squadre. E a seguire le squadre dietro la rete alla domenica saranno in tanti nel Settore Giovanile, a meno che le società dopo il «no» ricevuto alla richiesta di deroga non decidano per la sostituzione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400