Cerca

News

Problema arbitri: la possibile soluzione del delegato Adriano Girotto

Per far fronte alla prossima stagione e alla necessità di fischietti, la delegazione di Milano propone la sua idea

ADRIANO GIROTTO DELEGAZIONE DI MILANO

Uno scatto del delegato Adriano Girotto sul palco durante la serata di premiazione della Delegazione di Milano

Questa stagione il problema arbitri è stato un leitmotiv per tutta l'annata. Dall'inizio alla fine, le designazioni sono state caratterizzate da una mancanza di fischietti che ha portato a trovare soluzioni alternative, in modo da fare, come si suol dire, con ciò che si aveva a disposizione. Nella delegazione di Milano, per esempio, la scorciatoia è stata una forzata alternanza tra Under 16 e Under 17; in zona Monza e Brianza, invece, si è deciso di spostare alcune partite al turno infrasettimanale nella prima parte di stagione e poi si è proceduto ad una rimodulazione dei calendari per la seconda. Insomma, provando a tappare i buchi il risultato è stato sempre lo stesso: tante partite, tutte molto ravvicinate, forse anche troppo.

Per questo motivo, per la prossima stagione c'è il desiderio di trovare una soluzione che possa essere in qualche modo definitiva, in modo tale da riuscire a fare di necessità virtù e, al tempo stesso, di non scontentare nessuno. Il bandolo della matassa potrebbe averlo trovato Adriano Girotto, delegato della Delegazione di Milano.

L'IDEA

La possibile soluzione paventata da Girotto sarebbe quella di spostare l'Under 16 dalla domenica al sabato, in modo da distribuire in maniera più equa e bilanciata i match nel corso del weekend e avere più possibilità di fare "economia" di fischietti, ma anche per permettere alle società di far giocare i ragazzi sottoetà e di non incorrere in spiacevoli multe per aver fatto giocare un atleta in due match nello stesso giorno. 

«Così facendo, prendendo i numeri di questa stagione appena conclusasi, invece di avere 80 partite al sabato e 130 alla domenica, ne avremmo 110 e 100. Per il momento è solo un'idea, ma credo che possa essere effettivamente una buona soluzione che va incontro alle esigenze di un po' tutte le parti coinvolte in questa spiacevole situazione»

LA POSIZIONE DELL'AIA

Idea, quella di Girotto, che ha trovato anche l'appoggio dell'AIA di Milano, nella figura del presidente Jacopo Ceccarelli, che ha sì spiegato come lo spostamento al sabato dell'Under 16 può essere la mossa giusta, ma ha anche voluto sottolineare come il vero problema sia un altro: «Gli organici sono comunque risicati e serve sensibilizzare i ragazzi a questo tema, anche da parte delle società. Noi ce la metteremo tutta per formare nel migliore dei modi i ragazzi che si rivolgeranno a noi, così da avere sempre più disponibilità. L'idea di spostare l'Under 16, comunque, può essere sicuramente una via praticabile».

È d'accordo anche Emilio Ostinelli, il presidente del CRA, che ha spiegato di sposare la soluzione paventata da Girotto «al 100%. In questo momento c'è troppa pressione e richiesta di arbitri per la giornata di domenica. L'obiettivo è dare continuità a livello di costanza di partite. Abbiamo anche abbassato il numero minimo di partite da assicurare per poter arbitrare nell'anno: siamo passati da 10 a 5. Quindi, ai ragazzi dico che anche se volete arbitrare solo quelle cinque partite, noi vi aspettiamo a braccia aperte».

IL DOPPIO TESSERAMENTO

Un'altra soluzione potrebbe essere la maggior diffusione del doppio tesseramento, pratica già avviata quest'anno e che prevede che un ragazzo possa essere tesserato sia come giocatore in una società FIGC che in una sezione AIA. Nella delegazione di Milano sono presenti 6 profili con doppio tesseramento e l'intenzione è quella di aumentare questi numeri per la prossima stagione, così da accrescere l'organico. 

Questa pratica, inoltre, si sposerebbe alla perfezione con l'idea di spostare l'Under 16 al sabato: così facendo un ragazzo avrebbe la possibilità di arbitrare di sabato e scendere in campo di domenica, o viceversa.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400