Cerca

Riuscire a rompere il fiato in fretta: è una questione fisica o mentale?

foosball-581426_1920_mod

Certi giocatori hanno bisogno di qualche minuto per ingranare. È questione fisica o mentale? Di solito si pensa a una questione fisica, ma la causa è soprattutto mentale.

La prima spiegazione è l’ansia. Sappiamo che crea contrazione vasale, tachicardia, spasmo dei bronchi e, di conseguenza, respirazione superficiale e minore ossigenazione. Poi, l’insicurezza. Quando non si è sicuri, si ha bisogno di rassicurarsi attraverso verifiche positive. I freni, quindi, derivano dal cercare di non sbagliare, che obbliga a rappresentasi l’errore per evitarlo. Sono procedimenti logici solo in apparenza, perché più si cerca di non sbagliare e più si diventa impacciati, finché, dopo alcune giocate favorevoli, s’inizia finalmente a giocare come si sa. Ben diverso, infatti, è l’avere presenti l’intenzione e l’esecuzione giuste e la certezza di saperle mettere in pratica.

Difficile da credere? Pensiamo alla nostra partita più bella: eravamo assatanati e pieni di paura di o lucidi e sereni, cioè sicuri? Non avevamo paura di sbagliare, quella che ci creiamo con le concentrazioni “forzate”, che evocano gli errori da evitare, e non le giocate belle, che vengono dalla consapevolezza di saperle eseguire. Non ci chiedevamo se eravamo pronti, perché non avevamo la testa impastata di dubbi e paure di non farcela o di commettere errori, che agiscono contro l’attenzione, la prontezza e la lucidità. Avevamo, invece, una sensazione chiara del nostro corpo, che è la condizione essenziale per eseguire al meglio il gesto tecnico. Giocare per evitare l’errore, infatti, costringe a pensare, un processo lento e che non offre la certezza di essere efficace fin dopo l’esecuzione. E frena gli automatismi, perché il gesto tecnico non è una costruzione del momento, ma la messa in atto istantanea, appunto automatica, del gesto ottimale già presente nella mente.

E allora, che cos’è la concentrazione? Ne parleremo un’altra volta. Intanto, consiglio di consultare il sito nuovosportgiovani, dove è spiegato tutto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400