Cerca

La sudditanza psicologica

sudditanza_01

È da un po’ che non leggo più di sudditanza psicologica, ma so che se ne parla ancora. C’è chi cerca tutti i modi per condizionare gli arbitri. Usa finezze e stratagemmi di ogni tipo: autorizza gli allievi a simulare, lasciarsi andare a vittimismi o reclamare anche se hanno torto, alzare subito le braccia dopo un fallo per confondere l'arbitro o buttarsi per lucrare una punizione; oppure, a circondarlo per creargli dei dubbi e indurlo a cancellare una decisione contraria, o a compensarla, appena possibile, con una favorevole. Ci può essere l'arbitro che s'impressiona per modi reattivi ed esibizioni plateali di vittimismo o d’ingiustizia, e ne è influenzato. È più facile, però, che decidano con la propria testa e si aspettino squadre e giocatori corretti, rispetto per le loro decisioni e collaborazione per far andare bene la gara. Ed è anche facile che siano quelli più severi proprio nei confronti dei furbacchioni. Sono comportamenti sleali e anche infantili, perché essere adulti non significa piagnucolare o fingere, ma c’è di peggio. Primo, un comportamento da vittima non tutelata o ingiustamente punita dall’arbitro istiga i propri tifosi a vendicarsi, e si tratta di un pubblico che perde facilmente il controllo, come sono tutti i paurosi che, quando si scatenano senza troppi rischi, non hanno misure ragionevoli. Che vuol dire? Indovinate perché, a un incontro di pugilato, il pubblico non è violento. E perché un figlio con questo modello davanti rischia di avere lo stesso livello mentale del genitore. Secondo, ha senso, specie a livello giovanile, sostituire la ricerca di un gesto tecnico efficace, che significa anche continuare a imparare, con una scenetta che fa marpione, ma anche un po’ vigliacchetto? E, se parliamo di talento, non è ancora più grave bloccare l’ingegno, che fa trovare una soluzione originale e creativa, con una furbata che non dà nulla? In ogni caso, è meglio lasciar stare, perché è più facile vincere con la concentrazione sul gioco. E poi, sono già troppi i furbacchioni, a cominciare dall’alto, e ne abbiamo tutti le animelle piene.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400