Cerca

Chi è pagato e chi no

chi-e-pagato-e-chi-no

Un allenatore si chiede se si può comportare allo stesso modo con chi è o non è pagato. È convinto che sia più difficile pretendere da un dilettante, che richiederebbe spiegazioni e atteggiamenti diversi per quanto riguarda decisioni tecniche, comportamentali e disciplinari. Il quesito sembra mal posto. La professionalità dovrebbe essere uguale per tutti, sia che si giochi per piacere o anche per denaro, gli schemi e gli obblighi sono gli stessi e l’allenatore è chi pensa a tutti nello stesso modo. Questa distinzione, quindi, non dovrebbe essere necessaria giacché, per gestire una squadra, è meglio trattare tutti in modo che ognuno si senta apprezzato per quello che fa. Se, infatti, siamo convinti che le spiegazioni, la comprensione reciproca, la collaborazione, la gradevolezza del lavoro, il cercare di essere sempre costruttivi e il rispetto di precise regole costituiscano il modo più efficace per condurre un atleta o una squadra, perché adottarlo solo con quelli che hanno meno privilegi e niente da perdere, e che potrebbero ribellarsi, e non anche con quelli che dovrebbero già essere soddisfatti perché hanno un ingaggio? È anche possibile che avvenga il contrario, che il giocatore più pagato abbia un passato di riguardo e pretenda che gli sia riconosciuto, e allora occorre fare alcune distinzioni che lo riguardano. Se merita il riconoscimento economico per l’utilità per la squadra e la professionalità che profonde, è più probabile che gli altri gliela riconoscano, anche se la regola dovrebbe valere per tutti. Se pretende ossequio per il suo nome, può creare qualche problema in più anche se s’impegna come gli altri, perché non tutti sono disposti a concederlo. Se, invece, è venuto per godersi un tranquillo prepensionamento, è meglio non averci a che fare. In sintesi, chi mette in piedi una squadra ci impegna del suo, e in ogni caso ha dei meriti nei confronti dei giovani, ma se non si cede troppo alle ambizioni e si fanno squadre dove tutti sono alla pari, si vive più tranquilli.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400