Cerca

Buccinasco, nuovo campo in arrivo. Il ds Franchina: «È il coronamento di tanto lavoro»

campovecchio-buccinasco
Il Buccinasco si rinnova e lo fa in grande stile: nuovo terreno di gioco per affermarsi come una realtà sportiva di primo livello. Il direttore sportivo Paolo Franchina illustra il progetto con parole entusiastiche: «Finalmente il nostro sogno è diventato realtà. È un progetto che era in ballo da qualche anno e ora finalmente è stato approvato. Andremo a ristrutturare il campo principale sostituendo l’attuale terreno in erba naturale con un manto sintetico di ultima generazione, mantenendo le dimensioni ideali di 110x65 metri. Si sa che la burocrazia è lunga e farraginosa, ma con tutta probabilità inizieremo i lavori tra giugno e luglio o al più tardi a settembre. Sicuramente a gennaio del prossimo anno potremo inaugurare il nostro nuovo campo e speriamo di poterlo festeggiarlo tutti insieme. È una grande soddisfazione per tutto l’ambiente e per la società». Il rinnovo del Campo 1 non è però l’unico intervento che il Buccinasco ha in mente, come spiega Franchina: «Prima dell’inizio della prossima stagione vogliamo riqualificare il campo di allenamento provvedendo a rizollarlo e riseminarlo. Questa ristrutturazione ci permetterebbe di avere un campo su cui far giocare la scuola calcio fino agli Esordienti in attesa del completamento del Campo 1, mentre per le giovanili e prima squadra ci appoggeremo all’altro campo disponibile qua a Buccinasco. In un secondo momento abbiamo intenzione di ristrutturare anche la tribuna e gli spogliatoi, sia quelli sotto gli spalti sia quelli di allenamento. Insomma, le idee non mancano e noi ce la metteremo tutta per realizzarle». [caption id="attachment_264546" align="aligncenter" width="295"] Progetto-Buccinasco Il progetto di ristrutturazione del Campo 1, approvato dal comune di Buccinasco.[/caption] Questo rinnovamento strutturale è la ciliegina sulla torta del percorso di crescita che la realtà Buccinasco sta vivendo, come il ds racconta: «Da quattro anni a questa parte abbiamo cambiato rotta, ora c’è un piglio diverso. La realtà calcistica che ci circonda è molto competitiva, per questo è fondamentale migliorarsi sempre per poter emergere e io e il direttore sportivo del Sgs, Alessandro Peruffo, coadiuvati dal supporto di tutta la società abbiamo lavorato e stiamo lavorando per alzare l’asticella. Puntiamo molto su allenatori patentati UEFA C e che abbiano voglia di fare e di mettersi in gioco. I primi frutti del duro lavoro si vedono già: la nostra prima squadra, al momento in Seconda Categoria, punta a salire di almeno due categorie nel prossimo futuro mentre la nostra squadra Juniores è di grandissimo livello. Il prossimo passo è portare avanti un progetto di crescita e sviluppo del settore giovanile che ci permetterebbe rafforzare la società dalle fondamenta. In conclusione, si può dire che questo rinnovamento "strutturale" è la facciata di una rifondazione societaria profonda che ci porterà lontano».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400