Cerca

Club Milano, la società diventa Centro Tecnico Milan: «Siamo felici, vogliamo fare sempre meglio per il bene dei ragazzi»

Club Milan Centro Tecnico Milan
Svolta storica per il Club Milano. La società biancorossa, infatti, ha stipulato un accordo con l' AC Milan, diventando in questo modo Centro Tecnico Milan. L'accordo è stato stipulato il giorno 18 maggio presso il Centro Sportivo Vismara, in presenza del presidente del Club Milano Guido Marrone e di Angelo Carbone, responsabile del settore giovanile rossonero. Questo passo in avanti descrive chiaramente le grandi ambizioni del Club Milano, che con questo accordo assume uno status quo tutto nuovo e ben più importante nel panorama calcistico meneghino. Attraverso il comunicato ufficiale, il presidente Marrone ha rilasciato le prime dichiarazioni a riguardo: «Provo immensa soddisfazione e anche un senso di responsabilità verso l'AC Milan, ma anche verso tutte le famiglie e i ragazzi che sceglieranno di far parte del nostro progetto». Il presidente poi continua, spiegando come questo non sia un traguardo, ma l'inizio di un'era molto importante per la società: l'obiettivo, infatti, è quello di alzare l'asticella qualitativa del servizio offerto dal proprio settore giovanile, contando su entrambi i centri sportivi di Pero e Carassai. A beneficiarne, come si può continuare poi a leggere sul comunicato ufficiale, sono proprio i ragazzi, che non solo potranno godere dell'esperienza e degli strumenti messi a disposizione dal Milan attraverso i centri formativi, ma avranno anche una possibilità di accesso al mondo professionistico, trovandosi costantemente sotto la lente d'ingrandimento di una società importante come il Milan, sempre alla ricerca di giovani talenti. Ha parlato poi, direttamente a Sprint&Sport, il responsabile tecnico del Club Milano, Roberto Lorusso, che ha raccontato della genesi di questo progetto: «La svolta è arrivata direttamente dal Milan, che ci ha individuati come società giusta per questa nuova collaborazione, magari valutando anche il nostro percorso negli ultimi quattro anni. Chiaramente noi abbiamo accettato immediatamente e di buon grado, perché parliamo del Milan, una delle società più importanti in Italia e in Europa. L'esser stati scelti ci inorgoglisce e ora siamo estremamente determinati a far meglio di quanto già non facessimo, nel rispetto delle indicazioni che la società rossonera ci darà per migliorarci. Sarà un matrimonio dal quale dobbiamo uscire tutti più felici e con qualcosa di nuovo nel nostro bagaglio». Andando oltre l'aspetto istituzionale e concentrandosi sulle attività in sé, Lorusso ha detto: «Ora siamo a fine stagione e il margine di azione è chiaramente poco, ma abbiamo già avuto diversi contatti con lo staff del Milan, dopo la firma dell'accordo. Abbiamo parlato di come iniziare a muovere i primi passi, per iniziare a mettere in moto la macchina. Partiremo al 100% da settembre, contando su continui scambi di feedback e utilizzando le risorse che il Milan ci metterà a disposizione. Vogliamo alzare la qualità sotto tutti i punti di vista, andando a supportare nel migliore dei modi i nostri tesserati, non dimenticando che si tratta sempre di ragazzi e che il loro obiettivo primario è fare sport e divertirsi. La missione è, sostanzialmente, quella di instillare lo spirito giusto nei giovani che si affideranno a noi».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400