Cerca

L'intervista

Città di Vigevano Under 18, conferma per Paolo Torazza: «I ragazzi dovrebbero sempre giocare a calcio divertendosi, con vigore e concentrazione»

Il tecnico segue ancora una volta i suoi classe 2004: ecco gli obiettivi tecnici, tattici e mentali per affrontare coesi e fiduciosi al meglio la nuova stagione, dimostrando un bel gioco

Paolo Torazza

Paolo Torazza, il tecnico alla guida del Città di Vigevano Under 18

Paolo Torazza, 53 anni, è da quattro stagioni alla guida del Città di Vigevano seguendo in particolare il gruppo dei ragazzi nati nel 2004. L'allenatore racconta la sua interessante esperienza nel club biancazzurro poco dopo la conferma e il passaggio sulla panchina dell'Under 18: «L'impatto con i miei giocatori è stato fin da subito molto buono: il gruppo è sempre stato valido, e io ho cercato di lavorare al meglio per renderlo ancora più coeso, consolidandone il gioco collettivo. Ora ci attende questa nuova avventura in Under 18: intendiamo disputare un buon campionato regionale, dimostrando una precisa identità ludica e una corretta mobilità in campo. In generale dovremmo affrontare le gare con maggiore temerarietà, ed essere più consapevoli delle nostre potenzialità. Purtroppo la pandemia globale ha interrotto in parte il percorso calcistico e psicologico dei ragazzi, ma non ci abbattiamo e non vediamo l'ora di ricominciare».

Torazza ricorda con molta soddisfazione, ma allo stesso tempo con molto senso critico, la sua prima stagione al timone di questi 2004 - ormai un quadriennio fa - e soprattutto quella sconfitta casalinga per 2-1 contro il Mortara: «Giocammo un campionato memorabile, che purtroppo perdemmo solo di un punto in classifica. Il nostro approccio a quella gara decisiva fu errato, la nostra prestazione fu sottotono perché sottovalutammo i nostri avversari. Ma credo che da tutte le partite sia sempre possibile cogliere anche degli aspetti positivi. Quel ko ci aiutò sicuramente a crescere». La fascia di capitano del Città di Vigevano è spesso assegnata al solido centrale difensivo Lorenzo Dessi, o al difensore Filippo Baldi, molto bravo nel duello e nel gioco aereo. Torazza spiega: «In base alle caratteristiche dei ragazzi, adotto il 4-2-3-1. La difesa a quattro ci permette di coprire più efficacemente gli spazi in campo. Questo sistema di gioco consente ai due esterni di collaborare meglio fra loro, e di supportare più facilmente sia i difensori che i centrocampisti, rendendo più uniti tutti i reparti. Intendo impiegarlo anche nella prossima stagione. Penso che per ottenere futuri risultati soddisfacenti, occorrano anche delle buone condizioni psicologiche da parte della squadra». Il trequartista molto rapido, in grado di ricevere al meglio i palloni Leonardo Pompa, è adattato a prima punta. Tra i pali, il veloce e reattivo Riccardo Pampuri, bravo nel parare i palloni bassi, è preparato in allenamento da Fabrizio Zulian. Il tecnico è supportato dai due collaboratori, Leandro De Paola e Federico Bertolini. Torazza: «Con Leandro e Federico mi divido i compiti sia in allenamento che durante i match, e mi consulto soprattutto in merito alla lettura e alla visione delle partite. Sono due pedine molto preziose».

L'esterno alto Davide Scarano, il centrocampista fisicamente prestante dal buon tiro Lorenzo Marino e il trequartista Bryan Baratti, che offre maggiore qualità alla fase conclusiva, contribuiscono a rendere la formazione di Torazza ancora più competitiva, pur essendo già molto valida sul piano tecnico. Torazza osserva: «Sono soddisfatto del percorso di maturazione compiuto dai miei giocatori fino ad oggi, ai quali prima delle partite, chiedo sempre di giocare con divertimento, gioia, concentrazione, vigore ed agonismo. In campo, dovrebbero sempre comportarsi al meglio, in base alle diverse situazioni che dovranno affrontare». La squadra è pronta, l'allenatore anche. Ora non resta che aspettare il fischio d'inizio della stagione 2021/2022: il Città di Vigevano sarà in prima fila.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400