Cerca

Under 14

Ci sono due gemelli Derrick e sono nati nel 2008

Protagonisti assoluti nell'ultimo mese, hanno trascinato la propria squadra nei piani altissimi della classifica

Lorenzo e Tommaso Corti Romano Banco Under 14

I gemelli Corti, Lorenzo e Tommaso, hanno siglato ben 7 reti in due nell'ultimo mese e per due volte hanno segnato entrambi nella stessa partita

La sintonia tra gli elementi è un aspetto più che importante per il buon rendimento di una squadra. Ne ha tanta il Romano Banco, che prima nella partita vinta per 6-0 in casa dei Devils e poi in quella giocata e portata a casa per 7-0 con il Barona Sporting, ha mandato in gol per due weekend consecutivi una coppia di calciatori di grande affinità.

Si tratta di Lorenzo e Tommaso Corti, rispettivamente 4 e 3 gol segnati nelle ultime quattro partite disputate, da sempre in forza ai biancoverdi: «Siamo qui a Buccinasco da sempre, stiamo veramente bene e ci sentiamo come se fossimo a casa. Vogliamo ancora una volta ringraziare la società per la maniera straordinaria in cui ci ha accolto».

Gemelli nella vita, i classe 2008 condividono anche una buona fetta di terreno di gioco: «Giochiamo entrambi sulle corsie esterne del campo - dice Tommaso - ma in direzioni opposte. Personalmente mi trovo più a mio agio nel ruolo di esterno sinistro nel 4-4-2. Io invece - risponde Lorenzo - gioco prevalentemente sulla fascia destra, a volte anche come mezz'ala di centrocampo».

Due ruoli tanto uguali quanto diversi, ma con identiche indicazioni tattiche: «L'allenatore ci dice sempre di rimanere larghi quanto più possibile per poter così vedere meglio i movimenti delle due punte, in modo da servirli sia sul corto che sul lungo. Per quanto mi riguarda - continua Lorenzo - devo cercare di tenere di meno il pallone, e quando subisco un contrasto rialzarmi subito per riconquistare il possesso, sfruttando maggiormente il fisico».

Tanta emozione ma contenuta in occasione delle reti messe a segno nel corso delle ultime settimane, come conferma Tommaso: «Solitamente non ci parliamo molto in occasione dei gol, anche perché lui segna molto più spesso di me, quest'anno sembra che si stiano ribaltando i ruoli (ride ndr). In ogni caso, quando esultiamo lo facciamo sempre insieme a tutta la squadra, ci facciamo i complimenti e scherziamo tra di noi».

Entrambi filano perfettamente all'unisono quando si parla di obiettivi finali: «Nella fase invernale potevamo fare di più, poi abbiamo perso lo scontro diretto con l'Atletico Alcione all'ultima giornata e siamo finiti terzi. In questa seconda parte di stagione dobbiamo dare il massimo per arrivare almeno ai play-off per i campionati regionali, andando ad affrontare gli avversari senza paura. Quando avremo superato questo step che ancora ci manca, saremo in grado di affrontare chiunque».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400