Cerca

L'intervista

Pischedda stende il gigante Golia, con la benedizione del Giudice Sportivo

La seconda punta dell'Accademia Milanese ha portato la prima vittoria in campionato dei suoi, grazie al suo quinto gol in campionato, arrivato dopo oltre tre mesi di digiuno

Marco Pischedda Accademia Milanese Under 19

Marco Pischedda, con il gol contro lo Zibido, ha portato alla prima vittoria dell'Accademia Milanese in campionato

Tornare al gol, dopo ben 11 giornate, per un attaccante ha un senso di liberazione incredibile. Farlo come Marco Pischedda, seconda punta dell'Accademia Milanese, ha un significato ancora maggiore, visto che il classe 2002 ha siglato la rete della vittoria contro la capolista Zibido lo scorso 5 marzo. Il risultato però di 1-0 in favore dei gialloneri è stato ratificato ufficialmente solo dodici giorni dopo.

IL PRONUNCIAMENTO DEL GIUDICE SPORTIVO

Nella giornata di giovedì 17 marzo il Giudice Sportivo si è espresso nei confronti del reclamo presentato dallo Zibido riguardante i giocatori, cosiddetti fuori quota, utilizzati dall'Accademia Milanese durante la partita. Il tutto si risolve sul numero di 2002 utilizzabili in una gara: nel regolamento si fa riferimento a un numero totale di sei, che diventano otto fuori quota, con i due elementi nati nel 2001. L'Accademia Milanese, supportata anche da precedenti decisioni, ha precisato come il totale dei calciatori nati dal 2001 in poi sia stato sempre di otto, ma questi erano tutti nati nel 2002. Quindi ecco che il ricorso dello Zibido viene respinto e Marco Pischedda e la sua Accademia Milanese possono festeggiare una vittoria dopo ben nove sconfitte consecutive, e seguita anche dal successo della settimana successiva in casa della Frog.

PAROLA A PISCHEDDA

L'1-0 in casa contro lo Zibido, firmato proprio da Pischedda, è inoltre la prima vittoria in campionato per i ragazzi di Erlind Perja. «Abbiamo giocato una bella partita - commenta l'attaccante del 2002 - dove siamo riusciti a tenere testa a una squadra molto forte come lo Zibido e alla fine abbiamo portato a casa i tre punti». Inoltre, Pischedda ha un passato al Casorate, proprio la squadra che si sta giocando la vittoria del girone con lo Zibido: «Ho ricevuto diversi messaggi dai miei ex compagni. Diciamo che se non erano contenti quanto me, poco ci mancava (ride, ndr), visto che la sconfitta dello Zibido gli ha permesso di allungare in classifica e di potersi giocare lo scontro diretto con maggior tranquillità». Il gol contro i giallorossi di Castelli arriva dopo oltre tre mesi di digiuno per Pischedda: «È stato molto bello sbloccarmi contro lo Zibido e andare in gol subito dopo contro la Frog per la seconda vittoria consecutiva in campionato». La rete decisiva è arrivata in conclusione di una bellissima azione manovrata da parte dei ragazzi dell'Accademia Milanese, come racconta Pischedda: «Siamo riusciti a mantenere il possesso della palla con una bella manovra che è partita dalla nostra difesa. Poi una gran giocata di Roberto Detesan, autore di un bellissimo colpo di tacco, mi ha trovato nello spazio e sono riuscito a battere il portiere con un tiro secco sul primo palo». Due gol consecutivi che hanno portato il bottino personale di Pischedda a quota sei marcature in campionato, a pari merito, proprio con quel Detesan che lo ha innescato per la prima vittoria in campionato, che quasi sicuramente, sarà quella di maggior prestigio per l'Accademia Milanese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400