Cerca

Under 14

Tre sconfitte su tre e poi sbuca Tobia

Inizio difficile con nessun gol fatto, ma i due scontri con le squadre di altissima classifica hanno fatto scoprire un vero e proprio goleador

Giacomo Tobia Opera Under 14

Grandissimo protagonista delle ultime gare dell'Opera, Giacomo Tobia ha siglato due gol contro Ausonia Academy e Macallesi

L'avvio in campionato dell'Opera non è stato dei migliori: tre sconfitte nelle prime tre gare per i ragazzi allenati da Donghi, senza riuscire a trovare la via del gol. Una partenza che non faceva ben sperare per il proseguo della stagione.

I gialloblù hanno però saputo reagire e rialzarsi conquistando due vittore e due pareggi nelle ultime quattro partite, giocando anche contro squadre sulla carta più forti. Spiccano in particolare il pareggio con l'Ausonia Academy, che ha vinto tutte le altre gare fin qui disputate e la vittoria nella scorsa giornata con la Macallesi terza in classifica.

Uno dei protagonisti di questa rinascita è sicuramente Giacomo Tobia: l'attaccante gialloblù ha segnato due gol nelle ultime due gare contro Ausonia Academy e Macallesi: «Ho iniziato a giocare nell'Opera a 6 anni senza mai spostarmi, dato che qui mi trovo bene sia con il mister che con i miei compagni. Ho sempre giocato in posizioni offensive, il mio ruolo ora è quello di prima punta. In campo mi si chiede di giocare con la squadra e di aiutarla a salire, questo perchè sono molto forte fisicamente. Devo, invece, fare progressi dal punto di vista tecnico e soprattutto allenare il mio piede debole, il sinistro».

Per migliorarsi Tobia ha scelto degli ottimi punti di riferimentoIl mio giocatore preferito è Ronaldo il Fenomeno, mentre fra quelli ancora in attività adoro Lukaku. Di entrambi ammiro la loro velocità ed esplisività palla al piede. Quest'anno mi ha colpito molto Giroud per la sua capacità di mettere in rete le poche occasioni che gli capitano. Nel derby ha toccato pochissimi palloni eppure è riuscito a segnare due gol».

A proposito di gol, quelli segnati nelle ultime due giornate sono ancora ben impressi nella mente del ragazzo: «Contro l'Ausonia abbiamo recuperato palla in difesa con un nostro terzino ed è arrivato al cross dopo un uno-due, l'ha messa in mezzo e io ho segnato calciando di controbalzo. È stato il gol del momentaneo 2-1, loro sono riusciti a pareggiarla solamente all'ultimo secondo. Nella partita contro la Macallesi ho ricevuto il pallone al limite dell'area, ho vinto un contrasto contro il difensore e davanti al portiere ho tirato sul primo palo».

Tobia si è sbloccato proprio nella sfida contro l'Ausonia e non ha alcuna intenzione di fermarsi: «Il mio obiettivo è segnare ancora e aiutare la squadra a vincere. Come gruppo non ci siamo dati una posizione da raggiungere, vogliamo continuare la nostra crescita e diventare più forti, senza guardare alla classifica. Quella migliorà di conseguenza».

L'allenatore dell'Opera, Donghi, spiega come è arrivato questo cambio di passo: «I ragazzi hanno sofferto tanto le pause forzate che ci sono state in questi due anni. Per loro è stato molto difficile iniziare a giocare a undici e confrontarsi allo stesso tempo con la mentalità agonista di questo campionato. Dopo le prime giornate sono riusciti ad adattarsi e adesso siamo molto più concreti. Con i ragazzi insisto molto su concetti per me fondamentali che sono le distanze da mantenere tra i reparti, la copertura in difesa e il darsi sempre una mano in ogni zona del campo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • venturicarlo

    11 Aprile 2022 - 11:39

    Buongiorno, esiste copia cartacea di questo articolo? Graze in anticipo per la Vs gradita risposta.

    Report

    Rispondi