Cerca

L'intervista

De Laurentiis annuncia il georgiano Kvaratskhelia, idolo di un attaccante da 25 gol in Under 16

Connazionale del futuro attaccante del Napoli, Gigi Goletiani veste la maglia del Real Crescenzago da settembre ed è uno dei centravanti più prolifici del girone H

Gigi Goletiani Real Crescenzago Under 16

Gigi Goletiani è il capocannoniere del Real Crescenza Under 16 con 25 gol in campionato

Nel giorno in cui Aurelio De Laurentiis annuncia l'acquisto e il tesseramento per il suo Napoli di Khvicha Kvaratskhelia, ai nostri lettori non può che venire in mente l'intervista, pubblicata lo scorso 7 febbraio, a Gigi Goletiani, autore di 25 reti nel girone H di Under 16. Riproponiamo, in versione integrale, le parole dell'attaccante che prende esempio dal suo connazionale che è prossimo all'approdo nella società partenopea. E proprio in quella terra, Goletiani ha mosso i primi passi...

Gigi Goletiani, classe 2006 georgiano e assoluto mattatore dell'attacco del Real Crescenzago Under 16, alla sua prima stagione in biancorosso: «Da piccolo non sono mai stato un grande appassionato di calcio, ma crescendo in Georgia con una famiglia dedita alla passione per questo sport, e con un padre calciatore nel campionato georgiano, ho avuto modo di cambiare la mia idea riguardo al mondo del pallone e ho iniziato a praticarlo sporadicamente con i miei amici. La mia prima vera esperienza in una squadra di calcio è avvenuta al mio arrivo in Italia, più precisamente nei pressi di Napoli, alla Scuola Calcio dello Sporting Club Picentia. È stata un'avventura molto importante per me, perché mi ha consentito di approcciarmi ad una realtà fin lì estranea ai miei occhi. Poi sono arrivate le esperienze con Franco Scarioni e, dallo scorso settembre, con il Real Crescenzago, il cui primo impatto è stato straordinario».

L'undici allenato da Ernesto Bizzarri gioca con un intercambiabile 4-3-3 e fa di Goletiani il proprio punto di riferimento per la fase offensiva: «Sono un centravanti molto fisico e, infatti, il mio stile di gioco consiste nel prendere palla, difenderla e far salire la squadra, per poi scaricare il pallone per l'inserimento dei miei compagni, oppure buttarmi in avanti alla ricerca del giusto movimento per poter colpire. Talvolta mi rendo pericoloso colpendo da calcio d'angolo, dove sfrutto tutti i miei centimetri per poter spizzare il pallone verso al porta avversaria, o in funzione di assist».

Tra i modelli di ispirazione, oltre all'intramontabile Cristiano Ronaldo, c'è anche un talento che gli ricorda casa: «Uno dei giocatori che più mi piacciono e da cui traggo ispirazione è Khvicha Kvaratskhelia, attaccante classe 2001 del Rubin Kazan che ammiro per la sua intraprendenza e per la sua tecnica sopraffina, sono convinto che lo vedremo presto in una grande squadra».

Goletiani è a quota 25 gol nel girone: «Non mi aspettavo di segnare con questa costanza vista la discontinuità degli ultimi anni, e per questo mi sento di ringraziare tutti i miei compagni, l'allenatore e la società, che hanno fatto di tutto per mettermi a mio agio. Devo dire però che ero perfettamente consapevole delle mie qualità e, quindi, sapevo che avrei fatto bene. Ovviamente avrei scambiato senza pensarci la vittoria del campionato con alcuni dei mie gol, perché per me viene sempre prima il collettivo del singolo. Penso che il segreto della nostra stagione stia nel lavoro e nella dedizione che mettiamo in ogni singolo allenamento, e che poi in partita risultano spesso essere gli elementi determinanti per il successo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400