Cerca

Under 19

Spalle al muro e vittoria decisiva: il punto in comune delle finaliste della Coppa Lombardia

Un solo risultato avrebbe portato Franco Scarioni e Altabrianza all'atto conclusivo, scopriamo come le due formazioni hanno passato il girone delle semifinali all'ultima giornata

Anania, Franco Scarioni Under 19

Nicolò Anania ha silgato ben 11 gol nelle 6 partite giocate in Coppa Lombardia

Ci siamo! La Coppa Lombardia Under 19 provinciale ha svelato le due formazioni che si giocheranno il trofeo, da stabilire data e luogo dell'ultimo atto. A fronteggiarsi saranno la milanese Franco Scarioni e la comasca Altabrianza. Entrambe hanno superato il girone delle semifinali con una sola vittoria, decisiva, ottenuta alla terza e ultima giornata.

FRONTE FRANCO SCARIONI

Un punto in comune, ma che arriva dopo due gare diverse, anche se tute e quattro le contendenti avevano chances di ottenere il pass per la finale. Gli arancioneri di Quintini hanno superato per 5-1 la Vidardese con una prestazione solida, all'interno di una partita comunque combattuta: «All'inizio della gara - analizza a mente fredda il tecnico della Franco Scarioni - si respirava un'aria tesa da tutte e due le parti. Specialmente noi, avendo un solo risultato a favore (alla Vidardese bastava un pareggio con gol dal 2-2 in poi, ndr) abbiamo sentito all'inizio questa assoluta necessità di vincere. I ragazzi sono stati bravissimi e hanno affrontato una partita nel migliore dei modi, nonostante una stagione difficile e giocata costantemente sui due fronti. Dopo due anni di stop forzato, non è semplice mantenere un rendimento alto, soprattutto con il rischio infortuni, cosa che abbiamo avuto noi, come tutti gli altri. La partita contro la Vidardese è stata in bilico fino al nostro gol del 4-1 che ha chiuso virtualmente la gara. Siamo stati bravi a mantenere il possesso del pallone e a essere pazienti per trovare il varco giusto. Escluso il primo gol su azione di calcio d'angolo (siglato da Bucci, ndr), gli altri sono arrivati attraverso la manovra, sia per liberare un ragazzo al tiro da fuori». Gli altri quattro gol siglati dalla Franco Scarioni sono state due doppiette, firmate una da Anania e una di Domeniconi. Il gol della bandiera della Vidardese è stata segnata sul parziale di 3-0 da Ed Dari.

IL PERCORSO DEGLI ARANCIONERI

  • Girone eliminatorio chiuso con tre vittorie su tre su Real Crescenzago, Orpas e Frog Milano
  • Agli ottavi 6-2 sulla Medigliese, doppietta di Parapini e Anania e gol di Bucci e Cucciniello
  • I rigori, dopo il 2-2 nei 90 minuti regolamentari, le permettono di superare il Cassina Calcio
  • Il girone delle semifinali inizia male con il 4-3 in casa del Sempione, ma la vittoria per 5-1 della Vidardese vale la finale


FRONTE ALTABRIANZA

Se la Franco Scarioni è in lotta anche per il primo posto nel proprio girone, la Coppa Lombardia è l'ultima spiaggia per l'Altabrianza per provare ad accedere ai Regionali dell'anno prossimo, anche se al momento non c'è certezza che la vincitrice della Coppa venga promossa. È sempre stato così, ma non è stato confermato, al contrario del numero di posti per le categorie inferiori. Tornando alla formazione di Simone Capuano, la sfida con il Parabiago è terminata 4-3 con un gol in pieno recupero firmato da Filippo Pellegatta con un colpo di testa su assist di Locatelli. Insieme a Pellegatta, sono andati a segno Fumagalli, autore di una doppietta, e Davide Crotti. «Questo traguardo ci riempie d'orgoglio - dichiara soddisfatto il tecnico Capuano - e conferma la qualità di questa squadra. Il campionato ha dimostrato, nonostante un buonissimo percorso, che non siamo riusciti a competere per la vittoria finale del girone (primo posto in condivisione fra Menaggio e Pro Olgiate a una gara dalla fine, ndr)». Sulla gara, la visione del tecnico della formazione finalista è chiara: «Fin da subito è stata una gara combattuta che ci vedeva costretti a vincere. Devo fare semplicemente i complimenti al Parabiago che ha risposto colpo su colpo a ogni nostro vantaggio e ci ha costretto a vincere in pieno recupero». L'Altabrianza ha dovuto portarsi in vantaggio per ben quattro volte per riuscire a strappare il pass per la finale e ogni volta che ci riusciva, il Parabiago arrivava al pareggio e per ben due volte con due punizioni magistrali battute da Nicolò Abbruzzese, l'ultima poco prima che iniziasse il recupero. Ma i ragazzi di Capuano, dalla battuta del calcio di inizio, con un pallone lungo sulla destra per Locatelli che ha disegnato un cross perfetto per la testa di Pellegatta, che non ha fallito all'altezza del dischetto del rigore.

IL PERCORSO DEI BIANCOBLÚ

  • Girone eliminatorio passato con due vittorie su Albavilla e Valbasca Lipomo e il pareggio con la Pontelambrese, e una migliore differenza reti rispetto a quest'ultimi
  • Agli ottavi ecco il Real Cinisello, superato con un rotondo 5-0 con tripletta di Locatelli e i sigilli di Brunati e Crotti
  • Il più grande ostacolo arriva ai quarti con l'Esperia Lomazzo, vincitrice del girone A della Delegazione di Como, ma il 2-1 firmato da Locatelli e Baccega vale le semifinali
  • Prima giornata del girone, valevole per le semifinali, che consegna un 1-1 con l'Olimpic Trezzanese. Poi il 4-3 decisivo con il Parabiago vale la qualificazione alla finale
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400