Cerca

Carugate Under 15, Piero Gumina racconta la sua carriera e l'approdo nella storica società brianzola

a0b1357c-f2b3-4868-a46f-b845aa6485b8
Piero Gumina è il tecnico sportivo della storica squadra ASD Carugate, fondata nel lontano 1946. La guida dell'under 15 ha un passato come portiere nelle giovanili con il GS Bornago, ma a causa di un sfortunato evento, un infortunio sul lavoro, l'allenatore ha dovuto interrompere la carriera come calciatore. A non spegnersi per Piero  Gumina è l'amore per il calcio. Questa grande passione, come ci racconta lui stesso, nel tempo ha assunto nuove forme. « All'età di 20 anni ho dovuto concludere la mia attività sportiva agonistica per la rottura di due vertebre; lo stop è continuato per un pò di tempo, finché non ho ricominciato a giocare a livello amatoriale con gli amici del paese. In me l'entusiasmo per il mondo calcistico continuava ad aumentare e così un giorno accompagnai un mio amico, il quale faceva l'allenatore dei bambini dell'oratorio. Da quel momento non mi sono più fermato, avevo capito che questo lavoro mi piaceva molto, e che ero anche bravo nel farlo. Sono passato successivamente nella squadra di Pessano dove sono rimasto per un altro anno. Il dirigente sportivo dell'Olimpic Trezzanese, Trematore, dopo aver visto i buoni risultati ottenuti con il campionato, mi propose di allenare la squadra degli esordienti, decisi così di accettare e vi rimasi per due anni. Con piena fiducia l'anno seguente seguii Trematore in un'altra società e per i tre anni consecutivi allenai nell'AC Brugherio.». Piero  Gumina è un tecnico preparato, e come mi spiega, l'aggiornamento è davvero importante come lo è lo studio costante:«La voglia di rivestire al meglio questo ruolo mi ha spinto nel corso degli anni a voler rimanere sempre al passo con i tempi, ho deciso così di incrementare le mie conoscenze calcistiche attraverso l'apprendimento di nuove metodologie. Nel 2018 ho conseguito la qualifica di tecnico sportivo ottenendo il patentino UEFA». Nel percorso calcistico dell'allenatore, la chiamata del dirigente Grignani della società ASD Carugate segna un nuovo inizio per la carriera del tecnico. Infatti è nel club calcistico brianzolo che la guida mette le radici e lavora ormai da anni con impegno. Piero  Gumina racconta così l'ingresso nella società:«Questo è il quarto anno nell' ASD Carugate; ho la fortuna di lavorare in una realtà in cui mi trovo molto bene. Il club è solido, con al suo interno uno staff competente. Mi trovo in totale aderenza con le proposte, le metodologie e le novità della società e del nuovo direttore sportivo Jacopo Marafante. Negli ultimi due anni mi sono specializzato nell'allenamento con il biennio dei giovanissimi. Dall'anno scorso seguo i ragazzi del 2006 e posso affermare con serenità che la rosa è formata da un gruppo di giovani competenti con un grande potenziale. La squadra ha portato a casa vittorie e buoni risultati, purtroppo la pandemia ha bloccato ogni progetto, ma anche questa stagione era iniziata con ottimi propositi. I calciatori hanno dimostrato le proprie qualità e i propri pregi, durante l'anno alcuni di loro sono cresciuti notevolmente raggiungendo dei traguardi importanti come la partecipazione ai regionali élite». Il momento di stallo che tutte le società dilettantistiche si trovano ad affrontare non ha lasciato impreparata la realtà dell' ASD Carugate e nemmeno il tecnico. Piero Gumina non crede nell'allenamento virtuale singolo, poiché il calcio è un gioco di squadra, ma grazie all'ingegno e alla fantasia di tutto lo staff è stato ideato un modo per non far sentire soli i ragazzi. Il tecnico mi descrive l'iniziativa controcorrente e alternativa alle classi virtuali di preparazione atletica:« Durante lo scorso look-down avevamo lanciato delle challenges su diverse piattaforme online, piccole sfide come i palleggi affinché i giovani continuassero a divertirsi. Quest'anno abbiamo deciso di stimolarli attraverso dei quiz teorici di cultura generale sul calcio. Anche la mente va allenata, e i test a risposte multiple possono essere un buon modo per trascorrere questo tempo così dilatato. Abbiamo avviato l'iniziativa per creare un momento di condivisone e socialità nonostante la distanza, e nel frattempo pensiamo a progettare il futuro e ad organizzare gli aspetti tecnici e pratici a cui un giorno andremo incontro con la ripresa del campionato. La società gestisce anche una scuola calcio élite e periodicamente facciamo degli incontri con la Federazione per comprendere di volta in volta le linee guida da adottare e seguire, dall'attività di base all'agonistica». Auguriamo all' ASD Carugate di tornare quanto prima sui campi sportivi per giocare e stupire.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400