Cerca

L'intervista

Innovazioni da Serie A: benvenuti a bordo della nuova era granata

La squadra di Cassano d'Adda decide di fare un passo importante nel futuro, con l'obiettivo di migliorare l'esperienza dei ragazzi in allenamento e in partita

Sporting Valentino Mazzola

Camilla (2016) e Lucrezia (2008), due delle giovani atlete che potranno beneficiare della partnership tra Sporting Valentino Mazzola e Lumios

Alla costante ricerca di migliorarsi per ottenere risultati via via più importanti e, soprattutto, regalare ai ragazzi un'esperienza quanto più formativa e coinvolgente possibile, lo Sporting Valentino Mazzola ha avviato una collaborazione con Lumios, azienda che opera nel campo dell'innovazione sportiva. L'obiettivo? Far crescere il club sotto ogni punto di vista, in modo che tutti quanti i livelli della società possano beneficiarne. 

La rosa della squadra Femminile al gran completo, con staff e anche il presidente Sergio Biondini

«Abbiamo avviato questa collaborazione con l'intento di fare qualcosa di diverso e, soprattutto, qualcosa di positivo», spiega il Presidente Sergio Biondini, che poi continua così: «Il primo contatto con Lumios è arrivato lo scorso anno, durante un open day organizzato dall'Atletico Madrid nel nostro campo, sempre tramite quest'azienda. Abbiamo visto il loro modo di lavorare e abbiamo iniziato a intavolare i primi discorsi. Adesso eccoci qui, quasi un anno dopo, pronti a provare a fare la differenza. Mi sono confrontato con i mister, e loro hanno carta bianca e sanno di avere il mio appoggio». Lo Sporting Valentino Mazzola, insomma, come specificato anche dalla grafica che annuncia l'avvio della collaborazione, è pronto a salire a bordo di quella che potrà essere una nuova era, si spera rosea, per i granata.

Ha parlato nel dettaglio di questo progetto il tecnico Salvatore "Totò" Di Meo, allenatore della squadra Under 16 e della formazione Femminile«Ho proposto io questa partnership in società, perché conosco bene l'azienda Lumios e so di che pasta sono fatti. Ho combattuto in prima linea per far capire al club che questo step avrebbe potuto darci quel qualcosa in più che ci serviva - e ci serve - per migliorarci». Migliorare, però, mantenendo la propria identità: l'allenatore ha infatti sottolineato come questo nuovo piano ha l'obiettivo di rafforzare il club mantenendo salde e forti le proprie radici, senza andare a snaturarsi per integrare un metodo che non appartiene allo stile della società di Cassano d'Adda: «Questo è il punto di forza di Lumios: loro intervengono dopo aver studiato i loro clienti e ci daranno dei consigli per esprimere in maniera più accurata quelli che sono i nostri concetti, le nostre idee, le nostre volontà. Credo sia la più grande differenza rispetto alle affiliazioni più tradizionali. Qui le risorse saranno messe a nostra disposizione per farci portare avanti il nostro metodo».

Welcome on Board! S. Valentino Mazzola & Lumios per la nuova crescita. Dopo la settima appena trascorsa dove in società si è ricordata la ricorrenza del 103° compleanno del grande Valentino, arriva una nuova collaborazione con una grandissima azienda. Lumios inizierà a breve, la collaborazione con noi del Valentino Mazzola per permetterci di crescere e migliorare ancora.

Le risorse, nello specifico, si sostanzieranno in due macro-aree: la comunicazione e l'innovazione tecnologica. Per la prima si terranno dei corsi di aggiornamento per gli allenatori, oltre che alcuni interventi in maniera diretta e più immediata, per far capire ai tecnici come riuscire a trasmettere al meglio le proprie idee ai ragazzi. Di Meo evidenzia come questo sia un aspetto fondamentale non solo in ottica Sporting Valentino Mazzola ma in un mosaico ben più ampio«Penso a tutto quanto l'impianto calcistico giovanile come una catena. Se si va ad aggiungere qualcosa in più da una parte, a cascata tutti potenzialmente possono beneficiarne. Se io tecnico riesco a migliorare nell'allenare, ne verrà qualcosa in più ai ragazzi, che a loro volta potranno dare il massimo in campo - che sia in allenamento o in partita - e, di conseguenza, anche il club ne trarrà beneficio. Senza contare anche la soddisfazione dei genitori».

Se sul versante comunicazione il discorso è tanto importante quanto basilare, per il fronte tecnologico le novità non saranno di certo poche. Il centro sportivo di Cassano d'Adda verrà frequentato da un team giovane ed esperto che supervisionerà i momenti sportivi con dei droni, in modo tale da riprendere dall'alto i movimenti degli atleti e avere un punto di vista aggiuntivo per approfondire gli aspetti tecnici e tattici. L'utilizzo dei droni è ormai sempre più sdoganato, per esempio in Serie A, e Lumios, anche grazie alla collaborazioni con club del livello di Atletico Madrid, Bayern Monaco, Arsenal, Milan e Athletic Club, riesce a portare queste risorse anche nei dilettanti e nel mondo delle giovanili.

Oltre a tutto questo, inoltre, lo Sporting Valentino Mazzola organizzerà due eventi all'anno - sotto la denominazione Lumios - per far provare anche ad atleti non tesserati con i granata questo tipo di esperienze: «Questo è un modo per far conoscere a tutti quello che vorremmo diventi un nuovo modo di fare sport, in modo tale da riuscire a far capire che il calcio può essere interpretato in un modo diverso. Più innovativo, ma anche più passionale, in cui tutte le parti convergano su un unico obiettivo, dare il massimo»

La squadra Under 16 dei granata

Questa partnership tra lo Sporting e Lumios toccherà, ovviamente, tutte le squadre della società, dalla Prima Squadra alle Giovanili Maschili, passando anche per le formazioni della parte Femminile, al primo anno nel club e che già stanno ottenendo grandi risultati. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400