Cerca

Primavera 3

Battilana e Russo: Renate e Novara tra cambi e conferme

Cominciano a delinearsi gli scenari tecnici per la prossima stagione: Robbiati in pole per le Pantere, ancora tutto da definire in casa salodiana

Matteo Battilana, Renate

Matteo Battilana, tecnico ex Gozzano, potrebbe cambiare categoria

Sarà per l’annata deludente dal punto di vista sportivo (penultimi, con soli 15 punti), sarà che il lavoro complessivo dell’allenatore non ha convinto abbastanza il club, ma le pantere hanno deciso di cambiare la guida tecnica della Primavera per la prossima stagione. Matteo Battilana, arrivato un anno fa dopo la biennale esperienza sulla panchina dell’Under 17 del Gozzano, non sederà sulla panchina brianzola nella stagione 2021/2022. Il Renate si sta muovendo da diverse settimane per il suo sostituto, sondando diversi profili. Tra le possibili soluzioni esterne ce n’è tuttavia una interna, che porta al nome di Giancarlo Robbiati (attuale tecnico dell’Under 17 e già con la Berretti due stagioni fa), già vicino alla panchina della Primavera già la scorsa estate (in bilico fino all’ultimo, in un testa a testa con Battilana). Ora sarà davvero la volta buona?

E a Novara… Tutta da decifrare la situazione Novara con Erminio Russo che attende notizie sul suo futuro. «È stata una grandissima stagione – racconta il tecnico – portata a termine tra mille difficoltà. Ho avuto la fortuna di lavorare con professionisti veri come Pavon, Micillo, Dellara, Dal Moro e Galbiati che ringrazio. Siamo in attesa di capire quello che succederà, spero che a breve la società ci chiami per incontrarci, per capire se c’è la possibilità da ambo le parti di continuare questo percorso. L’anno prossimo in Primavera 3 arriveranno i classe 2003 e i 2004, che io conosco bene perché ho iniziato i primi sei mesi in questa stagione proprio con loro». Negli scorsi giorni il tecnico ex Renate e Lugano ha già incontrato il nuovo direttore generale Roberto Civitarese il quale, assieme alla nuova proprietà, ha supportato nelle ultime due partite di campionato la squadra. Russo, nonostante il suo legame con il Novara, avrebbe già ricevuto qualche offerta da altre società: «È normale che stando in una piazza così importante che ti garantisce visibilità, complice anche la buona stagione che abbiamo fatto, la possibilità che tu venga chiamato da altre società è alta. Naturalmente non c’è nulla al momento, perché la mia priorità si chiama ovviamente Novara». Dipendesse da lui, Erminio Russo non avrebbe alcun dubbio: «Sì, mi riconfermerei, per dare continuità ad un percorso intrapreso lo scorso gennaio».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400