Cerca

FotoCarriera

Dai Giovanissimi alla Serie A con la Cremonese: la scalata di Nicolò Fagioli

Il passaggio alla Juve e quel ruolo di uomo-derby cucito sulla pelle. La carriera del 2001 più in vista attraverso le foto

Dai Giovanissimi alla Serie A, la foto-carriera di Nicolò Fagioli

Nicolò Fagioli con la maglia della Juventus Under 17. In campo contro la sua futura e passata Cremonese [Foto Carzaniga]

Triplice fischio, uno sguardo ancora al telefono per accertarsi che il finale del Renato Curi sia 1-0 per il Perugia e via con la festa perché dopo 26 anni la Cremonese è tornata in Serie A. La città esplode e si riversa immediatamente in Piazza del Comune a festeggiare sotto il Torrazzo e a prenotare i posti migliori tra i portici sotto il Municipio e la facciata del Duomo per aspettare che la squadra si affacci dal balcone del Palazzo del Comune.

Gli eroi della stagione non sono pochi, ma uno forse ha un posto speciale nel Pantheon di Cremona. Magari perché la Juventus lo ha girato in prestito e lo tiene bene d’occhio per rinforzare il proprio centrocampo nella prossima stagione, ma anche e soprattutto perché a Cremona ci è cresciuto.

Nonostante la carta d’identità dica che Nicolò Fagioli sia nato a Piacenza (luogo non propriamente gradito al popolo grigiorosso) sul campo si è guadagnato una cittadinanza onoraria a Cremona e al Giovanni Zini.

Lo ha fatto non solo per essere stato un punto cardine della formazione di Fabio Pecchia, ma anche perché alla Cremonese è tornato dopo averci mosso i primi passi calcistici prima di finire nel mirino di Gigi Milani e della Juventus che lo portò a Vinovo in età di Giovanissimi Nazionali. Un giro che si è chiuso e che lascia anche aperta una porta per una possibile permanenza in grigiorosso per giocarsi quella Serie A annunciata nel famoso Whatsapp e conquistata sul campo.

LA FOTO-CARRIERA DI NICOLO’ FAGIOLI

2013-14 UNDER 13 NAZIONALI

La prima stagione di Nicolò Fagioli sul palcoscenico nazionale è un successo. La prima giornata di campionato contro la Pergolettese viene rinviata, quindi per attendere l'esordio bisogna attendere il secondo turno. Trasferta a Varese e dopo 13' Fagioli sigla il primo gol stagionale personale e della squadra andando a pareggiare il vantaggio bosino firmato da Mattia Deodato. La partita finirà 2-2 e sarà un buon inizio di campionato seguito poi dalle vittorie con Renate, Pro Patria e Pavia, alle quali va aggiunta poi la vittoria del recupero della prima giornata. Cremonese 6-1 Pergolettese. Doppietta di Fagioli, ancora. 

Un inizio prepotente che fa da preludio di un'ottima stagione: i grigiorossi finirono settimi su 16, il miglior marcatore della squadra fu proprio Fagioli con 17 centri in stagione spalmati su 23 partite e 1890 minuti. 

Nicolò fagioli Cremonese Under 13 contro il Renate

09/02/2014 Under 13 Nazionali: 18ª giornata.

Dopo un avvio ottimo i grigiorossi iniziano a patire un po' l'arrivo dell'inverno. Dal 13 ottobre al 2 febbraio i grigiorossi ottengono 9 punti in 12 gare. Ovvero 4 punti in meno rispetto alle prime 5 uscite. Ad attendere la Cremo c'è il Renate con cui all'andata è finita 4-2 per i ragazzi di Vittorio Vona. Dopo 10' la nuvola non sembra scomparire e Mirko Zappa segna una doppietta per le pantere. Nella ripresa Nicolò Scarpelli e Nicolò Fagioli la riacciuffano, accarezzando anche il sorpasso con la rete di Matteo Zanola nel terzo tempo. La gara finirà poi 3-3, ma un punto non è da buttare perché dà continuità ai due pareggi precedenti e servirà per uscire dal fango e disputare un ottimo finale di stagione.

Renate 3-3 Cremonese
RETI: 5' Zappa (R), 10' Zappa (R), 5' st Scarpelli (C), 18' st Fagioli (C), 5'tt Zanola (C), 10'tt Panzeri (R).

2014-15 UNDER 14 NAZIONALI

Ripetere una stagione come quella passata è difficile, ma non impossibile. E se non è impossibile allora perché non farlo a cominciare dalla prima giornata? Cremonese 4-2 Atalanta: Alessandro Salami e Jekun Boateng per i grigiorossi in risposta ad una doppietta di Alessandro Cortinovis. A condire il tutto l'ormai tradizionale doppietta alla prima giornata di Nicolò Fagioli che fa subito capire di voler essere di nuovo protagonista sin da subito. La stagione termina poi con la Cremo sesta in classifica e per Fagioli 15 centri stagionali. 

2015-16 UNDER 15 NAZIONALI

I 32 gol in 52 presenze nelle due passati stagioni non passano inosservati e a Cremona si presenta la Juventus per portarlo a Vinovo. Valigia in mano e si parte per unirsi all'Under 15 di Davide Cei. Il campionato è più tosto rispetto ai due precedenti e la maglia pesa comunque un po' di più.

L'inizio di campionato è tosto per i bianconeri: 5 punti in 6 gare. Nonostante l'inversione di rotta arrivi dall'ottava partita in poi, la Juventus terminerà quinta la sua stagione, dietro Genoa, Sampdoria, Torino e Novara. Non un buon risultato per la squadra, ma discreto per il numero 10 di Davide Cei che, in 1383' realizza 7 reti la cui maggior parte nel finale di stagione, con qualche convocazione non seguita da minutaggio con l'Under 16. 

2016-17 UNDER 16 NAZIONALI A-B

Nicolò fagioli Juventus

Il gruppo 2001 finisce tra le mani di Edoardo Sacchini e l'Under 16 comincia subito al meglio per Fagioli che dà continuità all'ottimo finale di stagione 2015-16. Sempre con la maglia numero 10 sulle spalle, Fagioli comincia la stagione segnando la prima rete stagionale della squadra nella rimonta in casa della Sampdoria: 11 settembre 2016, Sampdoria-Juventus 2-3 RETI: 9' Canovi (S), 20' Orlando (S), 21' Fagioli (J), 32' st Francofonte (J), 37' st De Panfilis (J).

PAGINA

la pagina di Sprint e Sport del 19 settembre 2016 (A60N35): l'articolo della vittoria della Juve nel derby con il Torino. 

Un buon "La" per una melodia che risulta pienamente armonica alla seconda giornata, quando da giocare c'è un derby in casa contro il Toro. I granata l'anno scorso hanno chiuso la stagione sopra la Juve, ma dopo neanche 20' si trovano a inseguire per la rete di Ibrahima Diallo. Poi sale in cattedra "el diez" che in soli 2' (dal 32' del primo tempo al 34') chiude i conti con una doppietta che non ammette diritto di replica. 3-0 finale per una Juve che vuole tornare grande grazie al suo Fagioli. 

Fagioli derby

Ancora grandissima la Juve non torna, ma chiude ugualmente quarta migliorando lo score della passata stagione e chiudendo davanti ai cugini granata. Nicolò Fagioli nel mentre torna a riassaporare il gusto della doppia cifra raggiungendo quota 10 gol grazie anche alle sue 3 doppiette stagionali tra cui quella al Toro. Nel mentre, il centrocampista con abilissimo spirito offensivo trova anche la gioia del gol con l'Under 17 di Michele Cavalli nella 23ª giornata contro l'Empoli, subentrando dalla panchina a Gregorio Morachioli (oggi al Renate in Serie C). 

Nel post season entrambe le formazioni bianconere, Under 16 e Under 17, vanno ai playoff uscendo però al primo turno. I 2001 escono male contro il Milan che vince 5-0 con il gol di Daniel Maldini, Siaka Haidara e una tripletta di Riccardo Tonin (ora al Cesena in Serie C), mentre i 2000 escono con lo Spezia. In entrambe Fagioli è titolare e tra i migliori in campo. Altri minuti, altra esperienza accumulata sulla gambe. 

2017-18 UNDER 17 NAZIONALI A-B

Qui il "pronti, partenza, via" a cui Fagioli ha abituato tutti i suoi tecnici cambia forma. Francesco Pedone deve rinunciare al suo gioiello per le prime due partite di campionato. La prima soprattutto, avrebbe potuto rappresentare una favola non da poco perché il calendario ha sorteggiato la Cremonese. Una sfida al passato e al futuro, a cui però Fagioli non riesce a partecipare. Così come non compare in distinta anche nella trasferta di Carpi. 

Fagioli derby

L'esordio in stagione, sempre con i giri del motore altissimi, arriva alla terza giornata e anche questo ha un valore importantissimo: di nuovo il derby. Il derby di quest'anno però è sentito di più, perché le due squadre della Mole sono forti. Tanto forti da arrivare a fine stagioni appaiate in vetta alla classifica con 60 punti. 

L'aria è tesa, ogni giocata è importante e la più importante la tira fuori lo stesso Nicolò Fagioli. Calcio di rigore al 13', palla alle spalle di Luca Trombini. Juventus 1-0 Torino

esultanza

A Vinovo a decidere il derby è di nuovo Nicolò Fagioli. L'esultanza del gol realizzato dal dischetto per il definitivo 1-0 contro il Torino il 24 settembre 2017

Il 2017/18 è una stagione speciale, Fagioli si trova finalmente a trascinare una squadra che ha la consapevolezza di poter vincere un campionato e la strada è quella giusta. Gli ostacoli sono diversi: gestione del vantaggio, costanza, gioco... ostacoli emotivi. Uno di questo potrebbe essere il ritorno con la Cremonese.

NICOLò FAGIOLI CREMONESE

Sotto il Torrazzo il 14 gennaio c'è la prima gara di ritorno, ma a patire maggiormente la tensione sembra essere più la squadra che il prodotto del vivaio grigiorosso perché la gara terminerà 2-1 per la Cremonese, nonostante Fagioli porti in vantaggio la Juve. 

15gennaio2018 Anno 62 N2

La pagina di Under 17 Nazionale A-B del 15 gennaio 2018 Anno 62 N2. Con la sconfitta di Cremona la Juve perde la vetta a vantaggio del Toro. 

Il campionato va comunque per il meglio e arrivano i quarti di finale contro l'Inter. 2-4 per i bianconeri all'andata e 3-1 al ritorno dove Fagioli va anche in gol oltre alla doppietta di Elia Petrelli e l'unico gol dell'Inter a firma di Sebastiano Esposito. Alle semifinali però il sogno tricolore si spegne sul muro Atalanta, che grazie alla doppietta di Roberto Piccoli si guadagna il pass per una finale che verrà poi vinta dalla Roma. Il sogno è sbiadito, ma le 13 reti stagionali certificano che la crescita di Fagioli è costante, nonostante cambino le categorie e gli obiettivi. 

2018-19 e 2019-20 PRIMAVERA 1

Nonostante l'esordio nella Primavera bianconera Fagioli l'avesse già fatto da sotto-età nella precedente stagione, ora il centrocampista di Piacenza va a far parte in modo stabile dell'11 titolare di Francesco Baldini. L'annata non è delle migliori: nonostante un buon inizio, la posizione finale della Juventus sarà l'ottavo posto con un solo punto nei due derby e pochi momenti epici da ricordare.

PRIMAVERA

Quella successiva, dove ci sarà poi l'interruzione a febbraio per Covid vede un lieve miglioramento dei risultati di squadra. La Juve chiuderà quarta e Fagioli segnerà 3 gol in 14 uscite.

Nicolò Fagioli

Due stagioni non felicissime a livello di obiettivi di squadra, ma che sono servite a forgiare un calciatore che dalla ripartenza del 2020 in avanti non ha fatto altro raggiungere obiettivi e continuare una scalata fino alla Serie A. 

Pezzo fondamentale della Juve Under 23 in Serie C nel 2020-21. Esordio in Serie A con la Juve il 21 febbraio 2021 contro il Cagliari e infine il ritorno a Cremona per una consacrazione nel calcio professionistico.

Del suo futuro se ne parla quest'estate, ma la promozione in Serie A vissuta da protagonista in una piazza che è casa e che profuma di storia lo rendono uno dei prospetti migliori del calcio italiano. Il famoso messaggio whatsapp che prevedeva il suo protagonismo nel ritorno del grigiorosso in Serie A gli dà anche poteri di previsione del futuro. Oppure, più semplicemente, parlano di una decisione e consapevolezza che lo aiuteranno a continuare la scalata. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400