Cerca

Mercato

Juventus, è partita la rivoluzione in panchina e in campo

Salutano tanti allenatori storici del Settore Giovanile bianconero. Tra i giocatori 'storici' addio Omic, rebus Chibozo

Andrea Bonatti

Andrea Bonatti, il tecnico è arrivato ai saluti con la Juventus

La stagione della Juventus giovanile si è conclusa con l'eliminazione dell'Under 16 di Piero Panzanaro, ultima formazione bianconera ancora in gioco prima del doppio 2-1 inflitto dalla Roma. Ora la società si può concentrare unicamente sul mercato e ancor prima di dirlo, la Vecchia Signora ha già iniziato a smantellare parte dell'organico cominciando dalle panchine.

A far rumore è stata la notizia della separazione tra la Juventus e Andrea Bonatti. Arrivato nella stagione 2019/2020 sulla panchina dell'Under 16 dopo l'esperienza nella Primavera della Lazio, Bonatti si è fatto spazio nel palcoscenico italiano ed europeo grazie al suo lavoro nell'Under 19 bianconera per due stagioni che ha visto due edizioni su due concluse con l'eliminazione ai playoff, prima con l'Empoli futuro campione e successivamente la Roma, arrivata in finale contro l'Inter. Da non dimenticare, anzi, sottolineare il grande lavoro fatto in Youth League con una finale sfuggita solo nella lotteria dei rigori contro il Benfica, qualche giorno dopo incoronata campione d'Europa contro il Salisburgo. Sono tanti i momenti felici seppur senza vittorie di Bonatti alla Juventus oltre a molti giocatori che si sono imposti poco prima del salto nei Professionisti come Miretti e Soulé tra gli altri.

Un altro addio è stato quello di Francesco Pedone, cinque anni di duro lavoro coronata dalla vittoria della Future Cup ad Amsterdam nel 2018/2019. Quest'anno il tecnico poteva arrivare addirittura a giocarsi lo Scudetto con l'Under 17, ma uno sfortunato doppio confronto con il Bologna è costato caro. Un quinquennio comunque in generale molto positivo per un allenatore come Pedone, da sempre vicino alla crescita dei singoli e molto bravo a creare un gruppo coeso in ognuna delle sue stagioni bianconere.

Anche in Under 23 ci sarà un cambiamento con Zauli, anch'esso arrivato al capolinea con la sua esperienza a Torino, e il molto quotato Massimo Brambilla, storico allenatore della Primavera dell'Atalanta oltre ad aver giocato nel Torino, pronto probabilmente a subentrare nel club bianconero di Lega Pro per un piano di crescita sia personale che societario. 

A proposito di saluti, questa volta però dal campo, Ervin Omic ritorna in Austria a titolo definitivo firmando per il Wolfsberger. Il capitano della Primavera oltre che dell'Austria Under 19 impegnata insieme all'Italia negli Europei di categoria, lascia i bianconeri dopo oltre 70 presenze tra Under 16, Under 17, Primavera e Lega Pro, quest'ultima per tre minuti contro il Lecco del 16 marzo 2022 con la maglia della Juventus Under 23. Squadra che fino a ieri sembrava essere nel suo immediato futuro mentre ora è ormai un lontano ricordo. 

Sembrerebbe aperta la trattativa che vede Jose Ange Chibozo all'Al Ain FC. La squadra degli Emirati Arabi Uniti ha messo nel mirino uno dei talenti più cristallini del Settore Giovanile bianconero con il suo picco avuto proprio quest'anno con 20 reti totali in stagione con la Primavera di Andrea Bonatti. Il giocatore potrebbe comunque rimanere in Europa in caso di partenza visto che alcuni club spagnoli e francesi stanno seguendo da vicino la situazione sebbene non abbiano ancora intavolato nulla a differenza dell'Al Ain.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400