Cerca

Europei Under 19

Ambrosino non basta, fenomenale Tchaouna: l'Italia in turn over si inchina alla Francia

Vittoria dei francesi per 4-1, rammarico azzurro per il palo di Coppola che sarebbe valso il 2-2

Carmine Nunziata, CT Italia Under 19

Carmine Nunziata, la sua Italia chiude al secondo posto

Niente da fare per l'Italia, la Francia vince 4-1 in rimonta e chiude a punteggio pieno il proprio girone. Tante differenze in campo rispetto alle precedenti gare che però non hanno risparmiato gol e spettacolo. Dunque i francesi si sono assicurati così la prima posizione del Gruppo A mentre agli azzurri toccherà affrontare la capolista del Gruppo B. Da sottolineare il riposo completo da parte di Desplanches, Ghilardi, Fabbian, Casadei, Nasti e Faticanti oltre allo squalificato Mulazzi.

Ambrosino illude. Come detto una gara che sin da subito mette in mostra ritmi alti vista la tranquillità delle due squadre, entrambe già qualificate per le semifinali e per questo ricche di cambiamenti rispetto alle precedenti uscite. Turn over che non mette in secondo piano la qualità delle due squadre che come detto rende subito la gara molto piacevole. Dopo un quarto d'ora una giocata strepitosa di Ambrosino, culminata con un colpo di tacco da applausi, che pesca Volpato bravo a piazzarla all'angolino beffano Lienard e a portare l'Italia di Nunziata in vantaggio. La risposta arriva dieci minuti dopo con una perla di Da Silva: servito fuori area, l'ex Lione e compagno di Kalulu carica il destro che impatta sul palo e termina in rete per il pareggio immediato dei francesi. Alla mezz'ora stacca il capitano Camara su un cross dalla destra sfruttando i suoi 197 centimetri, ma senza trovare la porta difesa da Zacchi, estremo difensore del Sassuolo alla prima presenza in questa manifestazione. Al 36' la Francia legittima il suo dominio iniziato subito dopo l'1-1 e trova il gol del vantaggio con Tcahouna. L'attaccante del Rennes riceve da Da Silva che serve il numero dieci francese che supera Zacchi nell'uno contro uno grazie ad una conclusione precisa alla destra del portiere, in parte colpevole di aver provato a far ripartire con un pallone nella zona centrale del campo regalandola però alla Francia. Verso il quarantesimo Turicchia evita guai peggiori salvando alla disperata un tiro a botta sicura di Cisse con Zacchi battuto da quello che poteva essere il secondo assist di Da Silva. Un giro d'orologio più tardi occasione per il 2-2, ancora protagonista Ambrosino che mette in porta Volpato che si dimostra però poco freddo dinanzi a Lienard, calciando col mancino addosso al portiere della seconda squadra del Monaco. Una marcatura che avrebbe rimesso tutto in parità nel miglior momento dei francesi, ma così non è stato e le squadre vanno a riposo sul 2-1 in favore dei ragazzi di Chauvin, abili a rimontare e tenere bene il campo. 

Dilagano i francesi. L'Italia non resta a guardare e dopo cinque minuti solo la fortuna salva la Francia con il palo di Coppola, bravo nel gioco aereo a colpire su punizione di Volpato. Occasione clamorosa per l'Italia che davvero per un soffio non pareggia le reti dei francesi, scesi in campo nella ripresa con troppa leziosità come si può notare dai palloni persi sebbene davanti continuano a rimanere molto pericolosi, in particolar modo quando si tratta delle fasce laterali o come capitato sui piedi di Semedo, fermato dal grande intervento di Zacchi da posizione ravvicinata. Al ventesimo dalla sinistra Ambrosino trova l'arrivo di Turicchia che mette tanta potenza ma poca precisione su una conclusione comunque molto difficile. Alla fine arriva il 3-1 francese, ancora una volta con Tchaouna che mette a referto la propria difesa personale prima superando Fontanarosa, poi mandando a vuoto Coppola e infine tirando una sassata imparabile per Zacchi. La Francia dilaga e al 33' cala il poker con il neo-entrato Arconte, servito perfettamente da un altro subentrato come Virginius e testimoniando come sia titolari che panchinari francesi siano di un livello altissimo. La nazionale azzurra però non molla e va vicinissima al gol a cinque dal termine con Stivanello, ma è da applausi l'intervento per rapidità e importanza di Lienard. Si conclude comunque 4-1, una netta e meritata vittoria della Francia contro un'Italia a risparmio energetico sebbene sfortunata nell'occasione del palo sul 2-1. 

IL TABELLINO

FRANCIA-ITALIA 4-1
RETI: 16' Volpato (I), 24' Da Silva (F), 36' Tchaouna (F), 24' st Tchaouna (F), 34' Arconte (F)
FRANCIA (4-3-3): Lienard; Pereira, Zoukrou, Camara, Semedo Varela; Da Silva (30' st Adeline), Bondo (38' st Ben Seghir), Diouf; Ba, Tchaouna (30' st Virginius), Cissè (30' st Arconte). A disp. Lo-Tutala, Hadjam, Doukoure, Toure, Bonny. All. Chauvin.
ITALIA (4-3-1-2): Zacchi; Turicchia, Stivanello, Coppola, Fontanarosa; Terracciano, Degli Innocenti, Fazzini (36' st Giovane); Baldanzi; Volpato, Ambrosino (25' st Miretti). A disp. Desplanches, Ghilardi, Fabbian, Casadei, Nasti, Faticanti. All. Nunziata.
ARBITRO: Nobre (POR)
ASSISTENTI: Martins (POR) e Bramsen (DEN)
AMMONITI: Turicchia (J), Ba (F), Degli Innocenti (I), Semedo (F), Bondo (F), Pereira (F), Fontanarosa (I).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400