Cerca

Paolo Valeri ospite della Sezione di Varese: «Siate orgogliosi»

L'arbitro internazionale Paolo Valeri ha tenuto una lezione agli associati. Serata aperta da Alberto Zaroli: «La Sezione merita di più dei locali dello stadio»

valeri

Paolo Valeri

Un lunedì da ricordare per gli arbitri della Sezione di Varese che hanno potuto vivere un'intera giornata con l'arbitro internazionale Paolo Valeri, la scorsa stagione insignito del premio "Miglior arbitro dell'anno". Il fischietto romano, che ha partecipato al Mondiale di Russia e alla recente Coppa d'Asia come arbitro VAR, ha guidato nel pomeriggio i giovani arbitri nella seduta atletica sul campo di Gavirate e poi, in serata, ha tenuto la lezione tecnica presso il salone di Palazzo Estense. Location d'eccezione - la stessa dove nel 2015 fu ospite il presidente Aia Marcello Nicchi - per una serata che i giovani associati della sezione presieduta da Roberto Arcari Farinetti difficilmente dimenticheranno. Ad aprire l'evento è stato l'assessore allo sport Dino De Simone, seguito poi da Alberto Zaroli, ex presidente del CRA e attualmente componente della Commissione Nazionale. Zaroli che, nel suo intervento, ha toccato un tasto importante riguardo la sede varesina: «La Sezione di Varese merita qualcosa in più rispetto allo spazio che ha allo stadio. Ci farebbe piacere che le promesse si traducano in fatti concreti. Non è ammissibile che la temperatura dei locali debba essere legata alle condizioni del tempo: se fuori è freddo dentro è freddo. Ci servirebbe anche un centro sportivo stabile in modo da non ricorrere a Gavirate o Calcinate. Oggi il Comune si è ripreso Varesello, se serve noi ci siamo…».

Paolo Valeri nella sua lezione tecnica ha mostrato agli associati una serie di video e parlato delle qualità che contraddistinguono l'arbitro: Autorevole, Rigoroso, Bravo, Impermeabile, Tempestivo, Rapido, Orgoglioso. «Si è arbitri non solo in campo ma anche nella vita», le parole di Valeri dirette alla platea. Dettami che si applicano anche fuori dal campo, a cominciare dai social network: «Nella mia Sezione abbiamo deciso di mandare quattro arbitri alla Procura perché non hanno rispettato il regolamento associativo, commentando sui social e i forum le prestazioni di altri arbitri. Chi fa parte dell'Aia deve rispettare il regolamento». Avvalendosi di slide e video Valeri ha spiegato alcuni punti fondamentali e ricordato che: «L'arbitro è l'unico che conosce il regolamento in campo. Ma non si deve avere timore di riconoscere i propri errori». Da massimo esperto del VAR gran parte della lezione è stata dedicata alle innovazioni tecnologiche avvenute negli ultimi anni. «È una Ferrari, bisogna solo saperla guidare. Si controllano tutti gli episodi e anche se si perdono due minuti in più nessuno fa polemiche». Oltre alla tecnologia, fondamentale resta la comunicazione tra ufficiali di gara: «A volte gli umani sono meglio della tecnologia».

[caption id="attachment_126600" align="aligncenter" width="900"] Arcari e Valeri Il presidente di Sezione Roberto Arcari Farinetti e Paolo Valeri[/caption]

Sprint e Sport lo trovi in tutte le edicole di Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia il lunedì mattina e sullo store digitale. Abbiamo attivato la sezione PREMIUM, un servizio riservato agli abbonati.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400