Cerca

Addio a Mino Favini, il maestro del settore giovanile atalantino

Addio a Mino Favini, il maestro del settore giovanile atalantino

Mino Favini

È scomparso nella notte Mino Favini, l’artefice numero uno del “modello Atalanta” in ambito di settore giovanile. Decine i talenti lanciati nel grande calcio dal dirigente nativo di Meda che, nella sua lunga carriera dirigenziale, è stato legato a due club: Como e Atalanta. Di seguito il comunicato dell’Atalanta Dell'Atalanta Favini ha indossato i colori nerazzurri prima da giocatore (1960-1962) e poi da Responsabile del Settore Giovanile nel quale arriva, all'inizio degli anni Novanta, dopo aver accettato la proposta del Presidente Antonio Percassi. Sotto la guida del "Mago di Meda", così era soprannominato Favini, il vivaio nerazzurro cresce ulteriormente tanto da diventare uno dei più importanti a livello europeo.  Innumerevoli i giocatori cresciuti e lanciati sul palcoscenico della Serie A sotto la sua gestione.  Un incredibile talent scout, ma prima di tutto un uomo, un grande uomo. Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta partecipano commossi al dolore dei familiari per la scomparsa di Mino Favini. Ciao grande Mino...
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400