Cerca

Consiglio Federale: dalla Serie A alla D confermate le retrocessioni

Elezioni FIGC

Elezioni FIGC: da sinistra Gabriele Gravina, Damiano Tommasi e Cosimo Sibilia

Oltre ai dibattiti sui piani A, B e C per la chiusura della stagione della massima serie, il mondo dilettante aspettava risposte sulla chiusura della stagione. In prima battuta l'assemblea ha decretato la retrocessione delle ultime classificate della Serie C ( Gozzano, Rimini e Rieti) in Serie D e delle perdenti dei futuri scontri playout. In secondo luogo è arrivata anche l'ufficialità della promozione delle prime in classifica dalla Serie D al professionismo: Lucchese, Pro Sesto, Mantova, Palermo Campodarsego, Grosseto, Matelica, Turris, Bitonto. A vuoto ogni tentativo del gruppo "Serie D salviamoci" che vede ratificate le retrocessioni ai campionati di Eccellenza delle ultime 4 classificate di ogni girone di Serie D. Verdetti dilettantistici rinviati dunque a giovedì al consiglio della Lega Nazionale Dilettanti dove si ufficializzeranno, o comunque si dovrebbero esprimere i criteri per decretare le 36 promosse dall'Eccellenza alla Serie D (28 vincitrici di campionato + 8 seconde con l'opzione sulle due prime a pari merito). Campionati regionali - Nell'ultimo consiglio di LND si era deciso di chiedere al consiglio federale l'indipendenza dei presidenti regionali per ogni decisione su promozioni o retrocessioni. La richiesta non è stata né respinta, né accettata, solo delegata. Già, perché ogni decisione in merito è stata delegata a Sibilia che dovrà dunque esprimersi in settimana per scrivere la parola fine sul balletto delle possibili conclusioni dei campionati.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400